Superbike | Marco Melandri si ritira a fine stagione

Dopo 20 anni di carriera trascosti fra le categorie 125, 250 e MotoGP e Superbike, per il 36enne Marco Melandri è giunto il momento di ritirarsi. Il ravennese, al momento impegnato in SBK ha riflettuto molto prima di compiere questa scelta, ma “tutte le favole hanno una fine”. Marco Melandri ritiro

Marco melandri ritiro
Credits: Asphalt & Rubber

Marco Melandri vanta 22 vittorie in SBK, che lo coronano il pilota italiano più titolato del campionato, battendo il record di Max Biaggi. Il 36enne sta disputando la sua ultima stagione con il team indipendente GRT Yamaha, con cui ha totalizzato 3 podi nel 2019. Con un comunicato ha diffuso la sua intenzione di appendere i guanti e la tuta al chiodo. Marco Melandri ritiro 

“È stata una decisione difficile da prendere per me. Era da molto che ci riflettevo, da prima del GP di Imola, e sono giunto alla conclusione di ritirarmi a fine stagione.
Sono ancora competitivo ed è meglio fermarsi in questo momento in cui amo ancora ciò che faccio piuttosto che quando i risultati non arriveranno e svanirà anche la mia passione.

Ora sento di essermi liberato da un peso che mi opprimeva e, poiché tutti sanno che sarà il mio ultimo anno, sono più determinato che mai ad ottenere dei buoni risultati in queste ultime gare.”

Il pilota dovrà ancora disputare 5 round – 15 gare – prima di concludere la sua impressionante carriera.

“(Voglio ottenere dei buoni risultati) non solo per me, ma anche per ringraziare i team Yamaha e GRT Yamaha per aver creduto in me. Quest’anno non è stato facile, ma loro hanno sempre lavorato duramente per aiutarmi ad esprimere al massimo il mio potenziale. Spero di aver contribuito ad ampliare le loro conoscenze in questo campionato.

Darò il meglio di me, correrò veloce ogni giro come se stessi lottando per la pole.
Dopodiché mi dedicherò a me e farò qualcosa di diverso. La mia carriera è stata incredibile, ringrazio tutti coloro che ho conosciuto negli anni.”

Il pilota non ha nascosto di star valutando se fare il collaudatore o se buttarsi nel nuovissimo campionato elettrico, la MotoE.

“Sin da piccolo sognavo di fare il pilota, la mia vita è stata una favola. Ma ogni favola che si rispetti ha una fine.”

Seguici su Facebook

MotoGP | GP Germania – Danilo Petrucci: “Ho fatto del mio meglio, ma con la Ducati non sembra bastare”

Simona D.

Studentessa di lingue appassionata di motori che spera, un giorno, di poter trasformare la sua passione nella sua professione.