Pubblicato il 17 Luglio, 2020 alle 23:51

Superbike | Ufficiale il ritorno di Melandri nel WorldSBK

Il pilota italiano è pronto per un grande ritorno nel mondiale delle derivate di serie, sostituirà l’infortunato Leon Camier nel Barni Racing Team. Superbike Melandri

Credits: moto.it

Il campione del mondo 2002 della classe 250cc e vicecampione Superbike 2011 Marco Melandri, tornerà in pista nel 2020 prendendo il posto dell’infortunato Leon Camier nel Barni Racing Team per il resto della stagione. Il 37enne di Ravenna sarà alla guida nella Ducati Panigale V4 R ed insieme al team è pronto ad una stagione da protagonista.

TUTTO PRONTO PER UN GRANDE RITORNO

Melandri sbarcò nel 2011 nel mondiale SBK, dove fu spesso in lotta per conquistare il titolo iridato, quasi riuscendoci nella sua stagione d’esordio. La sua prima stagione lo vide in pista con Yamaha YFZ-R1 con cui portò a casa la sua prima vittoria durante gara 1 del secondo weekend di gara, nel GP d’Europa. Vinse poi altre tre gare. Nel 2012 passò in BMW dove ottenne un’incredibile prima vittoria a Donington Park. In quella stagione festeggiò altre cinque vittorie e nel 2013 puntò di nuovo al titolo iridato grazie anche alle tre vittorie conquistate. Nel 2014 entrò nella squadra Aprilia con la quale arrivò per ben sei volte sul gradino più alto del podio. Chiuse la stagione al quarto posto in classifica generale ad appena un punto di distacco dalla terza posizione.

Leggi anche: Sintesi e risultati dei test Superbike

Dopo due anni di assenza nel 2017 Melandri fece il suo ritorno nel mondiale con l’ARUBA.IT Racing Ducati, con cui vinse per la prima volta sulla pista di Misano. Nel 2018 continuò a correre con il team ufficiale Ducati, aprendo la stagione con una bellissima doppia vittoria a Phillip Island. Nel 2019 tornò in Yamaha dove riuscì a conquistare un podio alla prima gara.

Marco Melandri nel GP di Monza del 2011 – Credit: Corsedimoto

LE SUE PRIME DICHIARAZIONI

Queste sono state le sue prime parole in merito al suo ritorno: “La situazione era abbastanza surreale, in condizioni normali non avrei mai pensato di tornare a correre, ma sembra che il destino mi abbia scelto. Questo periodo lungo e calmo mi ha rigenerato e ha spazzato via la negatività che avevo prima. Poi sono successe delle cose come ad esempio il rimpianto di non aver potuto guidare la Ducati Panigale V4 R. Ora però ecco la possibilità che mi offre il Barni Racing Team che sulla sua moto monta delle sospensioni Showa con cui ho delle ottime sensazioni fin dai miei trascorsi nel MotoGP”.

Ha aggiunto poi: “Sarà un Campionato di soli sei Round e tutti avranno luogo in Europa su piste che mi piacciono. Quindi si tratterà di un impegno limitato e in un periodo concentrato. C’è stata una persona che poteva convincermi e si chiama Marco Barnabò. Penso che il Barni Racing Team sia la squadra giusta per me, una ‘piccola famiglia’ dove c’è il desiderio di crescere ma anche di divertirsi con passione. Sono consapevole che avrò a disposizione una moto vincente e le parti migliori. Per questo voglio ringraziare Claudio Domenicali, Paolo Ciabatti, Gigi Dall’Igna e tutto il team Ducati per questa opportunità”.

LE PAROLE DEL TEAM Superbike Melandri

Il Team Principal Marco Barnabò è entusiasta di avere per il resto della stagione Melandri all’interno del suo team: “Dopo tutto quello che è successo avevamo bisogno di un pilota esperto che conoscesse già le piste e la realtà del campionato. Marco ha dimostrato un grande entusiasmo e desiderio di rimettersi in gioco. Questo approccio ci ha convinto che lui sia la scelta giusta. Il suo valore non si discute e, test esclusi, ha solo una gara in meno di tutti gli altri dato che non si è mai fermato. Crediamo che in un contesto strano come quello in cui ci troviamo, lui possa essere un valore aggiunto e anche Ducati ci ha appoggiato in questa nostra scelta”.

Seguici sul nostro nuovo canale Telegram interamente dedicato alle due ruote, per non perderti nessuna news della MotoGP e della SBK.

MotoGP | Conferenza stampa GP Spagna – Piloti impazienti di tornare in pista: “La competitizione è alta”

Disqus Comments Loading...

Questo sito si serve dei cookie di per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico.