Supercross | Salt Lake City #1 – Alla ripresa vincono Tomac e Mcelrath.

Shane Mcelrath vincitore gara 250
Credit: SupercrossLIVE on Instagram

Eli Tomac festeggia la vittoria. Credit: SupercrossLIVE on Instagram

L’undicesima prova, la prima dopo lo stop per il Coronavirus, del campionato AMA Supercross, si è svolta al Rice-Eccles Stadium di Salt Lake City. La prima delle sette prove in programma qui ha visto la vittoria di Eli Tomac nella 450 e di Shane Mcelrath nella 250 East Coast. Supercross Salt Lake City

Shane Mcelrath vincitore gara 250
Credit: SupercrossLIVE on Instagram

In una gara svoltasi in condizioni atipiche, con gli spalti vuoti e il sole ancora alto sopra allo stadio di Salt Lake City, a vincere sono stati i volti noti dell’AMA Supercross. Supercross Salt Lake City

Nella categoria regina, la 450, la vittoria è andata infatti a Eli Tomac (Kawasaki), che dopo una prima parte di gare in sordina, ha poi deciso di alzare il ritmo, diventando così imprendibile per i suoi avversari.

Nella 250 East Coast il primo a passare sotto la bandiera a scacchi è stato Shane Mcelrath. Il pilota della Yamaha ha condotto la gara dal primo all’ultimo salto imponendo un ritmo di gara insostenibile per tutti i suoi avversari.

Avversari di cui non faceva parte Rj Hampshire. Il forte pilota dell’Husqvarna si è infatti infortunato in una sessione d’allenamento e non ha così preso parte alla gara.

Gara a due facce per il Team Monster Energy Kawasaki: alla vittoria di Tomac va infatti sommata anche la brutta caduta di Adam Cianciarulo.

Il pilota della Florida ha infatti commesso un errore in una serie di salti, finendo a terra. L’atterraggio pesante sulla spalla già infortunata nel corso della stagione non fanno ben sperare in una possibile partecipazione del pilota alla prossima gara, in programma mercoledì.

SINTESI 250 EAST COAST

Il primo holeshot post-covid va appannaggio di Shane Mcelrath (Yamaha) che con una spallata si fa largo nei confronti delle Honda di Jeremy Martin e Chase Sexton.
Quarta posizione per Garrett Marchbanks (Kawasaki), vincitore dell’ultima gara prima dell’interruzione.

Alla seconda curva Sexton attacca subito Martin e si prende così la seconda posizione.

Una caduta toglie invece subito dalla lotta per la vittoria Colt Nichols (Yamaha), che riparte ultimo e ampiamente distaccato. Nella caduta rimane inoltre coinvolto anche Pierce Brown (KTM), anche lui costretto ad una lunga rimonta.

Al quarto giro anche Marchbanks infila Martin. La manovra del pilota Kawasaki fa però perdere ai due un paio di secondi rispetto alla coppia di testa.

Arrivati a metà gara Mcelrath continua a condurre la gara con un buon vantaggio su Sexton e Marchbanks.
Prosegue anche la rimonta di Brown che risale fino all’ottava piazza.

Nell’ultima parte di gara la lotta per la vittoria rimane un affare tra Mcelrath e Sexton, con i due che tenendo un ritmo forsennato sono arrivati a doppiare fino alla sesta posizione.


Negli ultimi giri Sexton prova a forzare il ritmo per tornare sotto a Mcelerath.
Il pilota della Yamaha peró resiste e porta cosí a casa la prima vittoria post-covid del Supercross, la seconda della stagione.

Alle sue spalle chiude proprio il pilota della Honda mai in grado di lottare veramente per la vittoria.

Terza piazza per Garrett Marchbanks che continua la sua crescita e consolida la terza posizione in campionato.
Chiudono la Top 5 Jeremy Martin e uno straordinario Pierce Brown che era caduto nel corso del primo giro.

Credit: AMASupecross.com

Prosegue la lotta tra Mcelrath e Sexton anche nella classifica del campionato.
Il pilota della Yamaha, con la vittoria del campionato, rosicchia ancora qualche punticino, portandosi così a -7 dalla vetta della classifica.
Più distanziato invece Garrett Marchbanks (-21) che però consolida la sua terza posizione in classifica, allungando sui suoi inseguitori.

Credit: AMASupercross.com

SINTESI 450

Il miglior spunto dal cancelletto di partenza premia Blake Baggett (KTM) che conquista così l’holeshot davanti al rientrante Adam Cianciarulo (Kawasaki) e a Vince Friese (Honda).
Quarta posizione per il leader della classifica Eli Tomac (Kawasaki) che precede di due posizioni Cooper Webb (KTM).
Partenza infelice per Ken Roczen (Honda) che viene portato largo in Curva 1 e si trova così intruppato a centro gruppo.

Nel corso del primo giro Justin Brayton (Honda), Tomac e Webb passano Friese, che non riesce a tenere il ritmo dei primi.
Rimonta rabbiosa anche di Roczen che dopo poche curve si porta già a ridosso del pilota della Honda.

Nel salto precedente all’ultima curva Cianciarulo cade. La caduta ostacola Tomac, Webb e Friese ed agevola Roczen che riesce a passare sia Friese sia l’alfiere della KTM.
Webb riesce però subito a rispondere al pilota tedesco e risale così in quarta posizione.

Quando mancano 16 minuti al traguardo Tomac prova l’attacco su Brayton. Il pilota Kawasaki commette però un errore e viene così passato da Webb.
Il sorpasso favorisce Roczen che a sua volta mette le ruote davanti a Tomac.

Due giri dopo anche Roczen commette un errore e permette così a Tomac di riprendersi la quarta posizione.

Il giro successivo Webb e Tomac si liberano simultaneamente di Brayton. Il pilota della Honda è poi bravo a rallentare e a farsi superare anche da Roczen, permettendo così al compagno di squadra di tenere il ritmo dei piloti che lo precedono.
Nello stesso giro Tomac passa anche Webb e si porta così in seconda posizione.

Una volta passato Webb, Tomac alza il ritmo e in soli due giri recupera e passa Baggett, portandosi così in prima posizione.
Crollano intanto le prestazioni di Brayton che viene infilato anche dalle Husqvarna di Jason Anderson e Zach Osborne.

Entrati negli ultimi dieci minuti di gara, Webb, con un ottimo incrocio in uscita di curva supera Baggett. La manovra rallenta la corsa del pilota KTM che perde la posizione anche ai danni di Roczen.

Prosegue intanto la lotta anche per la quinta posizione con Osborne che infila all’interno il suo compagno di squadra Jason Anderson.
In soli tre giri Osborne si riporta anche sulla ruota di Baggett e lo infila, guadagnando così una splendida quarta posizione.

Il giro successivo Baggett viene passato anche da Jason Anderson e scivola così fuori dalla Top 5.
Al penultimo giro Anderson, con uno scatto d’orgoglio torna davanti al compagno Zach Osborne, ribadendo così ancora una volta di essere il capitano della squadra Husqvarna.

Nello stesso giro a rischiare è invece Roczen che atterra fuori dalla pista. Il pilota tedesco riesce però a rimanere in piedi e rimane così saldamente in terza posizione.
Nessuna disattenzione invece per Eli Tomac che mette così in bacheca la sesta vittoria della stagione 2020.

Alle sue spalle chiudono Cooper Webb e Ken Roczen, che continuano così a perdere punti rispetto al pilota Kawasaki.
Quarta e quinta posizione per la coppia degli alfieri Husqvarna formata da Anderson e Osborne.

Credit: AMASupercross.com

Giornata molto positiva per Eli Tomac che oltre alla vittoria incrementa il suo vantaggio in classifica generale su Roczen e Webb.
Il pilota della Honda è ora distanziato di 8 punti mentre lo svantaggio del campione in carica sale a 32, con una lotta al titolo che sembra ormai un affare tra questi tre piloti.

Credit: AMASupecross.com

Il campionato AMA Supercross tornerà ora in pista già mercoledì, con la seconda delle sette gare al Rice-Eccles Stadium di Salt Lake City.
Dubbi sulla partecipazione alla gara di Adam Cianciarulo che al rientro da un infortunio è nuovamente stato vittima di una pesante caduta che potrebbe averlo messo K.O. ancora una volta.

SEGUI IL CANALE TELEGRAM PER TUTTE LE NOTIZIE SUL MONDO DELLE DUE RUOTE.

MotoGP | Cancellato il Gran Premio del Giappone


Marchigiano classe '99, sono cresciuto tra una pista di kart e una di motocross. Il motorsport è sempre stato parte integrante della mia vita e spero di condividere la mia passione ai lettori.
Disqus Comments Loading...

Questo sito si serve dei cookie di per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico.