Supercross | Salt Lake City 3 – Vincono Tomac e Sexton: è l’allungo decisivo?

La tredicesima prova dell’AMA Supercross vede imporsi Eli Tomac (Kawasaki) nella 450 e Chase Sexton (Honda) nella 250 East Coast. Vittorie che potrebbero risultare decisive anche per la vittoria del campionato, quando alla fine mancano sempre meno gare. Supercross Salt Lake City 3

Supercross Salt Lake City
Chase Sexton festeggia la vittoria.
Credit: SupecrossLive on Instagram

La terza gara corsa al Rice-Eccles Stadium di Salt Lake City, può segnare un punto di svolta nella stagione 2020 della categoria 450. Supercross Salt Lake City 3

La pioggia scesa copiosamente nelle ore precedenti alle gare ha infatti reso il terreno duro della pista un vero e proprio miscuglio di fango che ha impegnato e non poco i piloti.

Ad emergere dalle insidie fangose è stato, ancora una volta, Eli Tomac che dopo una stupenda battaglia con il rivale Cooper Webb si è portato a casa la vittoria.

Per Tomac una vittoria che ha anche un altro peso e valore, dati le grande difficoltà di Ken Roczen che ha chiuso la gara in decima posizione e doppiato addirittura due volte. Supercross Salt Lake City

Notte a due facce invece per il Team Kawasaki: alla vittoria di Tomac va però ad aggiungersi la decisione di Adam Cianciarulo di abbandonare la stagione 2020 del Supercross. Il pilota della Florida ha infatti deciso di preservare la sua spalla per prepararsi meglio alla stagione outdoor.

Anche nella 250 East Coast, forse, la gara di oggi ha segnato un punto di svolta nella lotta per il campionato. A vincere è stato infatti Chase Sexton che, quando mancano due sole gare alla fine, si è riportato nuovamente in testa alla classifica da solo.

Una gara veramente fortunata per Sexton che dopo aver pasticciato nei primi giri ed essersi ritrovato in mezzo al gruppo, ha trovato come amica una bandiera rossa che ha fermato la gara permettendogli poi di riportarsi velocemente in testa alla ripartenza.

Come per il team Kawasaki, anche il Team GEICO Honda deve fare il conto con dei sentimenti contrastanti: alla vittoria di Sexton si somma infatti la decisione di Jeremy Martin di non correre più nel 2020.

Martin ha infatti raggiunto il limite massimo di punti per rimanere in 250 anche nel 2021 e per non essere costretto a salire in 450, dove difficilmente troverebbe una sella, ha deciso di rinunciare a correre la restante parte della stagione.

Di seguito le sintesi della gare andate in scena nella notte.

SINTESI 250 EAST COAST

Alla partenza a farla da padrone sono i due leader della classifica con Chase Sexton (Honda) che curva in testa davanti a Shane McElrath (Yamaha). Alle loro spalle Jo Shimoda (Honda).
Alla seconda curva McElrath con un sorpasso deciso si prende la testa dalla gara. Sexton invece si ritrova fuori pista e rientra in quinta posizione.

Il pilota della Honda, nel tentativo rimonta commette un altro errore nel suo travagliato primo giro: nel tentativo di sorpasso ai danni di Jece Owen (Honda), Sexton finisce lungo all’atterraggio di un salto centrando la Yamaha di Enzo Lopes con entrambi che finiscono a terra.
Il pilota della Honda riparte così a centro gruppo ed è costretto così ad un’altra rimonta.

Cade intanto anche Colt Nichols (Yamaha) che non sembra però così a suo agio nel fango. Supercross Salt Lake City 3

Brutta caduta nelle fasi di partenza anche per Garrett Marchbanks (Kawasaki). Il pilota della casa giapponese sbaglia una serie di salti e cappotta. La botta è talmente violenta da costringerlo al ritiro. La direzione gara, per permettere le cure al pilota, è costretta così ad esporre una bandiera rossa ed a fermare la gara.

Alla ripartenza sono nuovamente McElrath e Sexton a farla da padrone con i due che occupano da subito la prima e la seconda posizione. Supercross Salt Lake City
Alle loro spalle la Husquvarna di Jalek Swoll e la KTM di Pierce Brown. Il pilota della KTM commette però l’ennesimo errore della sua stagione e cade.

Nella battaglia in testa invece succede l’incredibile: McElrath prova a scappare da Sexton ma si tocca a centro curva con un doppiato e cade, lasciando strada libera al pilota della Honda.
Da qui in poi per Sexton diventa una passeggiata controllare la gara.

Il pilota della Honda passa così per primo sotto la bandiera a scacchi e si riporta da solo in testa alla classifica.
Seconda piazza per Shane McElrath che limita i danni dopo la caduta che gli ha anche causato danni alla moto.

Terza posizione per Colt Nichols (Yamaha) che dopo la ripartenza trova il passo per stare con i migliori.

Chiudono la Top 5 Pierce Brown, autore come al solito di una splendida rimonta e Kyle Peters (Honda).

Supercross Salt Lake City 3
Credit: AMASupercross.com

A due gare dal termine la classifica vede un’accesissima lotta per la vittoria finale con Sexton in vantaggio su McEltath di soli 3 punti.

Nella lotta per la terza posizione attenzione al possibile ritorno di Swoll e Shimoda che potrebbero approfittare dell’abbandono di Martin e dell’infortunio di Marchbanks.

Credit: AMASupercross.com

SINTESI 450 MAIN EVENT

Alla partenza scatto perfetto di Zach Osborne (Husqvarna) che nel fango gira in testa alla prima curva con alle spalle Cooper Webb (KTM) ed Eli Tomac (Kawasaki).
In quarta e quinta posizione poi Jason Anderson (Husqvarna) e Ken Roczen (Honda).

Passano pochi giri e Webb infila Osborne per la prima posizione.
Nello stesso giro anche Tomac, con un salto triplo incredibile, sopravanza Osborne e segue così le tracce di Webb.

Alle spalle del terzetto di testa Anderson si fa largo su Roczen, sorpassandolo anche grazie ad una spallata.
Il pilota del Husqvarna ha un ottimo ritmo e in pochi giri infila all’interno anche il suo compagno Osborne, prendendosi così la terza posizione.

Si palesano intanto le difficoltà di Roczen, che non riesce a tenere il ritmo e continua a perdere posizioni.

Passata da poco la metà di gara Tomac sopravanza Webb sfruttando un errore del pilota della KTM nella sezione di whoopes.
Passano pochi giri e le posizioni cambiano di nuovo. Tomac viene rallentato dal doppiaggio di Roczen nella sezione di whoopes e Webb ne approfitta, riportandosi in testa.

La battaglia tra i due prosegue con Tomac che affronta meglio una sezione di salti e ripassa davanti.
All’ultimo giro Webb prova a riportarsi sulla ruota di Tomac ma un doppiato lo ostacola e lascia così strada libera a Tomac.

Il pilota della Kawasaki passa così per primo sotto la bandiera a scacchi e vince la sua settima gara stagionale, la seconda a Salt Lake City.

Secondo posto per Webb che non riesce a vincere la bellissima battaglia con il leader della generale.
Terza posizione per Jason Anderson che porta ancora una volta sul podio l’Husqvarna.

Chiudono la Top 5 Zach Osborne, che ottiene un altro grande risultato dopo il podio di mercoledì e Malcolm Stewart (Honda), al suo miglior risultato stagionale.
Gara veramente difficile per Ken Roczen che finisce in decima posizione e addirittura due volte doppiato.

Supercross Salt Lake City 3
Credit: AMASupecross.com

La classifica generale vede ora un altro allungo deciso verso il titolo di Eli Tomac che porta i suoi punti di vantaggio a  26 su Roczen e a 32 su Webb.

Continua così il momento difficile per Roczen, che così come lo scorso anno sembra mollare la presa nelle ultime gare.
Il pilota tedesco della Honda deve ora infatti preoccuparsi più del ritorno di Cooper Webb che della fuga di Eli Tomac.

Continua la rimonta di Anderson nella lotta per la quarta posizione. Sono infatti ora solamente 10 i punti che lo separano da Justin Barcia.

Credit: AMASupercross.com

Continua il tour de force finale della stagione, con i piloti che saranno impegnati nuovamente mercoledì nella quarta delle sette gare da svolgere a Salt Lake City.

Momento di pausa per i ragazzi della East Coast che lasceranno spazio alla categoria West. Qui la lotta per il titolo vede protagonisti le Yamaha di Dylan Ferrandis e Justin Cooper e la Kawasaki di Austin Forkner.

Attenzione anche alle Honda di Jett Lawrence e Christian Craig che potrebbero tornare alla rivalsa dopo una prima parte di stagione difficile.

Da ricordare inoltre la presenza in pista dell’italiano Lorenzo Camporese, in sella alla sua Kawasaki.

 

SEGUI IL NOSTRO CANALE TELEGRAM PER TUTTE LE NOTIZIE SUL MONDO DELLE DUE RUOTE.

IndyCar | Sintesi Genesys 300: Dixon è il Re del Texas!

 

Riccardo Orsini

Marchigiano classe '99, sono cresciuto tra una pista di kart e una di motocross. Il motorsport è sempre stato parte integrante della mia vita e spero di condividere la mia passione ai lettori.