Supercross | Salt Lake City #4 – Webb domina la 450, Forkner la 250.

La quattordicesima prova dell’AMA Supercross vede la vittoria di Cooper Webb. Nella 250 West Coast, per la prima volta in gara dopo il blocco per il Coronavirus, la vittoria è andata ad Austin Forkner. Supercross Salt Lake City #4

Supercross Salt Lake City #4
Austin Forkner festeggia la vittoria.
Credit: SupecrossLive on Instagram.ù

Cooper Webb è l’uomo del mercoledì. Il pilota della KTM vince infatti la seconda gara infrasettimanale della storia del Supercross e bissa il successo ottenuto esattamente sette giorni fa. Supecross Salt Lake City #4

Il pilota campione in carica conquista inoltre la seconda posizione in campionato, passando Roczen e rosicchia qualche altro punto all’attuale leader della classifica Eli Tomac. Una giornata praticamente perfetta.

Stupenda anche la gara di Zach Osborne, secondo al traguardo, ma ancora migliore è quella di Eli Tomac.

Il pilota della Kawasaki, dopo un partenza tutt’altro che felice, rimonta fino alla terza posizione e dimostra ancora una volta il motivo per cui la tabella rossa è saldamente fissa sulla sua moto.

Gara invece da dimenticare per Ken Roczen, che continua ad evidenziare quei problemi fisici che lui stesso aveva segnalato di avere sui propri profili social.

Nella 250 West Coast, categoria al rientro dopo una lunghissima pausa (l’ultima gara era stata a San Diego), la vittoria è andata a Austin Forkner. Supercross Salt Lake City #4

Il pilota della Kawasaki, esattamente come Webb, ha guadagnato la seconda posizione in classifica, accorciando il proprio distacco da Dylan Ferrandis.

Il pilota della Yamaha, un po’ come Tomac, ha avuto una partenza complicata ma ha poi saputo recuperare fino alla seconda posizione, dimostrando di essere il pilota più veloce in pista.

Sfortuna nera per Lorenzo Camporese. Il pilota italiano non è riuscito infatti ad accedere al suo quarto Main Event di carriera per pochi secondi, chiudendo quinto nella LCQ. Supercross Salt Lake City #4

Di seguito la sintesi delle gare di Salt Lake City #4.

SINTESI 250 WEST COAST MAIN EVENT

Il primo holeshot post Covid-19 della 250 West Coast va a favore di Justin Cooper (Yamaha) che gira davanti a Austin Forkner (Kawasaki) e Jett Lawrence (Honda).

Dietro di loro si trovano Alex Martin (Suzuki) e Dylan Ferrandis (yamaha) con la tabella rossa di leader della classifica. Caduta invece per Christian Craig (Honda), che riparte in fondo al gruppo.

Alla fine del primo giro le posizioni sono già stravolte: Forkner conquista la prima posizione ai danni di Cooper con Cameron McAdoo (Kawasaki) che prende la terza piazza. Dietro grande lotta tra Ferrandis, Alex Martin (Suzuki) e Lawrence con i primi due che si liberano del pilota Honda.

Al terzo giro Lawrence si riprende la posizione ai danni di Martin che viene ora insidiato dal ’Husqvarna di Micheal Mosiman.

Il pilota del Husqvarna si fa largo con una spallata all’interno di Martin e conquista così la sesta posizione.

A 10 minuti dalla fine McAdoo passa Cooper portando la sua Kawasaki al secondo posto. Il giro successivo è Ferrandis a guadagnare la posizione sul compagno di squadra, portandosi così in terza piazza.

Due giri dopo il pilota francese conquista anche la seconda posizione, attaccando all’interno, dopo il salto dell’arrivo, McAdoo. Nel frattempo Forkner ha portato a 4 secondi il suo vantaggio sul francese, che cerca ora una rimonta disperata.

A 6 minuti dalla bandiera a scacchi Lawrence, al rientro dopo l’infortunio alla clavicola cade e perde così la sua quinta posizione. Negli ultimi 5 minuti Ferrandis abbassa i tempi e piano piano rosicchia decimi e metri a Forkner.

Il pilota della Kawasaki è però bravo a non commettere errori e passa così per primo sotto la bandiera a scacchi, conquistando la sua seconda vittoria stagionale.

Seconda posizione agro dolce per Dylan Ferrandis che limita i danni in ottica classifica generale ma deve rammaricarsi per una partenza non brillantissima.

Terza posizione per Cameron McAdoo che al rientro dopo un infortunio conquista il primo podio stagionale.

Chiudono la top 5 Justin Cooper e Micheal Mosiman. Gara da dimenticare per il Team Honda ufficiale che vede chiudere entrambi i piloti ai margini della Top 10 dopo due cadute.

Salt Lake City #4
Credit: AMASupercross.com

La classifica di campionato a due gare dalla fine vede una lotta accesissima per il titolo.

In vetta alla classifica si trova il campione in carica Dylan ferrandis che mantiene un vantaggio di 10 punti su Forkner e di 11 su Justin Cooper che scivola però in terza piazza, venendo scavalcato dallo stesso Forkner.

Credit: AMASupercross.com

SINTESI 450 MAIN EVENT

All’abbassarsi del cancelletto lo spunto migliore premia Ken Roczen (Honda) che anticipa Cooper Webb (KTM) e Zach Osborne (Husqvarna).

Quarta posizione per un sempre eterno Chad Reed (KTM) mentre Eli Tomac (Kawasaki) dopo una brutta partenza si trova a centro gruppo.


Webb lascia per poco tempo Roczen al comando. Il pilota della KTM infila infatti alla prima occasione il pilota tedesco, portandosi in testa.

Lotta anche per la terza posizione con Blake Baggett (KTM) che in poche curve si libera sia di Reed che di Osborne. Nel frattempo scivola Jason Anderson (Husqvarna) che a sua volta stava cercando di inserirsi nella lotta per il podio.

Tutto questo favorisce Tomac che dopo una manciata di giri è già settimo.

A 13 minuti dalla fine Roczen, dopo aver provato in diverse occasioni delle traiettorie alternative riesce a prendere la posizione su Webb. Il pilota KTM però incrocia subito e nella sezione di salti successiva si riporta in testa.

Arrivati a metà gara, mentre davanti Roczen e Webb continuano a studiarsi per la prima posizione, Tomac infila Martin Davalos (KTM) e sale quinto. Alle spalle della coppia di testa si riaccende anche la lotta per la terza posizione, con Osborne che ripassa Baggett.

Svolta nel frattempo nella lotta per la vittoria: Roczen commette un errore e si allontana di più di cinque secondi da Webb. Il pilota della Honda sembra però manifestare anche dei problemi fisici e viene affiancato e sopravanzato anche da Osborne.

Due giri dopo anche Baggett si libera agevolmente di Roczen e si prende un posto sul podio. Il tedesco sembra manifestare ancora una volta quei problemi respiratori che aveva annunciato di avere sui propri profili social.

Il giro successivo Roczen viene sopravanzato anche da Tomac e scivola così in quinta posizione. Sorpasso importante anche in ottica campionato con il pilota Kawasaki che si porta davanti al suo primo inseguitore.

Si ritira dopo una caduta Justin Barcia (Yamaha). Uno zero che probabilmente macchierà la lotta per la quarta posizione di cui il pilota della casa di Iwata è protagonista.

Al penultimo giro Tomac sorpassa all’esterno Baggett e conquista così la terza posizione.

Tutto facile, invece, per Cooper Webb che conquista la sua seconda vittoria a Salt Lake City e continua a mantenere viva la lotta al titolo 2020.

Altro podio per Zach Osborne, che migliora il suo miglior risultato di carriera cogliendo una seconda posizione e che continua a dimostrarsi uno dei piloti più in forma di questa seconda parte di campionato.

Terzo posto per Tomac che compie una rimonta spettacolare e limita i danni nei confronti di Webb.

Quarta posizione per Blake Baggett che avrebbe però ampiamente meritato il podio. Quinto e stremato al traguardo Ken Roczen, le cui speranze di titolo si affievoliscono sempre più.

Supercross Salt Lake City #4
Credit. AMASupercross.com

Nella lotta per il titolo Tomac gestisce ora 27 punti di vantaggio sul suo primo inseguitore, quando alla fine, mancano tre gare.

Primo inseguitore che però non risponde più al nome di Ken Roczen. Il tedesco della Honda è stato infatti passato in classifica da Cooper Webb, che è ora secondo con un vantaggio di 2 punti.

Cambia anche la quarta posizione che viene ora occupata da Jason Anderson che passa Barcia anche grazie al ritiro del pilota della Yamaha.

Risale nella Top 10 della generale Zach Osborne, che è ora ottavo.

Credit: AMASupercross.com

Il tour de force per finire la stagione in breve tempo continua a non dare respiro ai piloti che torneranno in pista già domenica.

Nella 450 Tomac ha il primo match point nei confronti di Webb e Roczen, anche se le probabilità di festeggiare il titolo domenica sono veramente poche.

Nella 250 West Coast Ferrandis dovrà cercare di amministrare il vantaggio che aveva costruito prima della pausa forzata.

SEGUI IL NOSTRO CANALE TELEGRAM PER TUTTE LE NOTIZIE SUL MONDO DELLE DUE RUOTE.

MotoGP | Chiesti quattro anni di squalifica per Iannone

 

Riccardo Orsini

Marchigiano classe '99, sono cresciuto tra una pista di kart e una di motocross. Il motorsport è sempre stato parte integrante della mia vita e spero di condividere la mia passione ai lettori.