Supercross | San Diego – Primo acuto di Webb! Nella 250 vince ancora Ferrandis

La sesta prova del campionato AMA Supercross corsa a San Diego vede la prima vittoria del campione in carica Cooper Webb (KTM). Per il pilota della casa austriaca una vittoria importante considerata anche l’assenza dl podio di Tomac e Roczen. Nella 250 è Dylan Ferrandis (Yamaha) a vincere lasciandosi ancora alle spalle Forkner e Cooper. Supercross San Diego

Ferrandis conquista la vittoria.
Credit: Supercross on Instagram

Dopo aver atteso ben cinque gare arriva finalmente la prima affermazione stagionale per il campione del Mondo in carica Cooper Webb (KTM). Supecross San Diego

Il pilota della casa di Mittighofen è riuscito dopo una lunga fase alle sue spalle ad avere la meglio di Adam Cianciarulo (Kawasaki). Una vittoria che vale doppio vista anche la gara opaca di Ken Roczen e di Eli Tomac, entrambi fuori dal podio, e che consente a Webb di riavvicinarsi anche alla testa della classifica.

Risultato opposto nella 250 dove il leader della generale Dylan Ferrandis porta a casa la sua terza vittoria in stagione andando ad aumentare il distacco su Justin Cooper e Austin Forkner. Questo permette al francese di arrivare alla pausa di metà campionato con la tabella rossa ben salda nelle sue mani. Supercross San Diego

SINTESI 250 WEST COAST

La miglior reazione dal cancelletto di partenza premia Micheal Mosiman (Husqvarna) che gira in testa alla prima curva seguito dalla Kawasaki di Austin Forkner e dal leader della classifica Dylan Ferrandis (Yamaha).
Dopo la prima serie di salti Forkner e Ferrandis si ostacolano agevolando così il sorpasso di Luke Clout (Honda) che sale secondo.

Alla prima occassione disponibile sia Forkner che Ferrandis si liberano di Clout mentre alle spalle del pilota Honda inizia a farsi minaccioso Justin Cooper (Yamaha).
Anche Cooper passa Clout con una perfetta staccata prima del salto d’arrivo e si porta così in quarta posizione all’inseguimento di Ferrandis e Forkner.

Quando mancano undici minuti alla bandiera a scacchi Forkner conquista la leadership della gara passando all’interno Mosiman e non lasciando alcuna possibilità di replica al pilota Husqvarna.
Il giro successivo è Ferrandis a conquistare con un perfetto block-pass la posizione su Mosiman che scivola così in terza piazza.

Passa un altro giro e Mosiman perde un’altra posizione: questa volta è Cooper a beneficiare delle difficoltà del numero 28.

Dopo la prima metà di gara Forkner e Ferrandis alzano il ritmo e distanziano Cooper che non riesce a girare sui tempi dei suoi avversari.

A quattro minuti dalla fine Ferrandis, dopo una lunga fase di studio alle spalle di Forkner tenta l’attacco sul pilota Kawasaki all’ultima curva del circuito ma non riesce a conquistare la testa della gara.
Due giri dopo Ferrandis riprova la manovra e questa volta il risultato è diverso: il pilota francese, anche grazie ad una spallata, si fa largo su Forkner e conquista così la prima posizione.

Subito dopo il sorpasso Ferrandis riesce a mettere un buon margine tra lui e Forkner quando ormai alla fine della gara mancano solamente due giri.
Il pilota francese riesce così a gestire il gap fino al traguardo e a conquistare la vittoria a San Diego, la terza in stagione dopo quelle di Anaheim 2 e di Oakland.

Alle sue spalle si piazzano Austin Forkner e Justin Cooper che ancora una volta si devono arrendere alla forza e alla velocità del pilota transalpino.
Chiudono la Top5 Micheal Mosiman e Brandon Hartranft (KTM).

Menzione d’onore per l’italiano Lorenzo Camporese (Kawasaki) che chiude in ventunesima posizione il suo terzo Main Event di carriera.

Supercross San Diego
Credit: AMASupecross.com

Per quel che riguarda la classifica generale altro allungo del campione in carina Dylan Ferrandis che con la vittoria di San Diego porta il suo vantaggio a 7 punti su Cooper e a 14 su Forkner.
Risale qualche posizione Micheal Mosiman dopo la debacle di Oakland, mentre è sempre quarto, anche se più staccato, Brandon Hartranft.

Credit: AMASupecross.com

SINTESI 450

Una partenza abbastanza caotica premia lo spunto di Blake Baggett (KTM) che conquista l’holeshot seguito da un sorprendente Aaron Plassinger (Yamaha). Supercross San Diego
Dopo la prima serie di salti le posizione vengono già stravolte: Adam Cianciarulo (Kawasaki) dalla quarta posizione sceglie la traiettoria migliore e infila sia Baggett che Plassinger. Della sua manovra ne giova anche Cooper Webb (KTM) che sale così secondo.

Alla curva successiva Webb passa anche Cianciarulo e prende così il comando delle operazioni. Il pilota della Kawasaki però reagisce ed alla curva successiva si riprende la posizione.

Partenza più complicata invece per Ken Roczen (Honda) che è nono e per Eli Tomac (Kawasaki) che è subito alle sue spalle.
Passato il primo quarto di gara sia Roczen che Tomac iniziano la loro rimonta risalendo rispettivamente in sesta e settima posizione.

Al quinto giro di gara cade Plassinger che stava resistendo in terza posizione dagli attacchi di Baggett. Il pilota della Yamaha perde così quindi l’opportunità di cogliere un podio.

A tredici minuti dalla fine Tomac decide di passare, dopo averlo seguito nella rimonta, Roczen e sale così in quinta posizione.
Passano tre giri e Tomac riesce a passare anche Barcia che però rende il sorpasso tutt’altro che una passeggiata.

Di questa lotta ne approffitta anche Roczen che si riporta sotto ad entrambi senza però riuscire ad attaccarli.

Nel frattempo l’attenzione si sposta sulla testa della corsa dove Cooper Webb sta cercando un varco per infilare Cianciarulo.
Dopo una lunga fase di studio, a due minuti dalla fine, il pilota della KTM riesce con un ottimo incrocio di traiettorie a passare il rookie della Kawasaki conquistando così la testa della corsa.

Negli ultimi tre giri Webb riesce a formare un gap rassicurante su Cianciarulo e porta così a casa la sua prima vittoria in questo 2020.
Secondo al traguardo lo stesso Cianciarulo che non riesce così a conquistare la sua prima vittoria nella categoria e porta a casa un altro secondo posto dopo quello di Anaheim.

Terza piazza e primo podio di stagione per Blake Baggett che resiste al ritorno negli ultimi giri di Eli Tomac.
Quinto al traguardo Justin Barcia che precede Ken Roczen, vero deluso della serata, soprattutto dopo quello che aveva dimostrato nella Heat di qualifica.

Solamente quattordicesimo un irriconoscibile Jason Anderson (Husqvarna).

Supecross San Diego
Credit: AMASupecross.com

Classifica generale che vede ancora in testa Ken Roczen anche se il vantaggio sugli avversari diminuisce copiosamente.
Scendono infatti ad uno e nove i punti di vantaggio che il pilota tedesco mantiene su Eli Tomac e Cooper Webb primi inseguitori nella graduatoria.

Alle loro spalle si apre la lotta per la quarta posizione con Cianciarulo che ritorna sotto prepotentemente a Justin Barcia.

Credit: AMASupecross.com

 

Come di consueto ecco i link per gustarsi le finali corse a San Diego:
450 Main Event: https://www.dailymotion.com/video/x7rnbzd
250 Main Event: https://www.dailymotion.com/video/x7rnbon

L’appuntamento è ancora una volta rimandato alla prossima settimana, quando i piloti saranno in pista al Raymond James Stadium di Tampa.
Questa volta però ci sarà una novità: per la prima volta nella stagione saranno infatti protagonisti i piloti della 250 East Coast che concederanno qualche settimana di riposo ai colleghi della West Coast.

 

SEGUI IL NOSTRO NUOVO CANALE TELEGRAM PER RIMANERE AGGIORNATO SUL MONDO DELLE DUE RUOTE

 

F1 | La fotogallery della Mercedes W11 [FOTO HD]