Supersport | GP Aragon – Sintesti Gara1: Odendaal conquista la prima vittoria in Supersport

La prima gara della nuova stagione viene vinta ancora una volta da una Yamaha di Evan Bros. Odendaal, dopo aver superato Aegerter all’ultima curva Aegerter, conquista Gara1 del GP di Aragon Supersport. Spaventoso incidente a metà gara tra Tuuli e Cluzel che, in quel momento, occupavano le prime due posizioni.

Foto: profilo Twitter @motorpasionmoto

Il weekend del GP di Aragon Supersport arriva a Gara1 con una situazione di quasi totale equilibrio; con Kawasaki, MV Augusta e Yamaha a spartirsi le posizioni in prima fila.

Dopo un venerdì all’insegna di Niki Tuuli e di MV Augusta, La Superpole e il record della pista è andato al francese di Yamaha Jules Cluzel. In prima fila scatteranno, insieme al pilota GMT94, Tuuli e la Kawasaki Puccetti di Philipp Oettl.

I restanti piloti di alto livello si sono classificati più indietro: Odendaal, Aegerter e Caricasulo comporranno la seconda fila, Soomer partirà ottavo, mentre De Rosa e Krummenacher, per via di cadute, partiranno tredicesimo e quindicesimo.

Sintesi Gara 1 GP Aragon Supersport


Le condizioni meteo in cui si è svolta la Gara1 del GP di Aragon Supersport sono molto simili a quelle del pomeriggio delle prove libere. La temperatura era di 24°C, il cielo era parzialmente nuvoloso e il vento era limitato a sei km/h.

Marc Alcoba è stato retrocesso in griglia fino alla tredicesima posizione dopo che la sua moto è risultata pesare meno del peso minimo ammesso.

Giro 1 – allo scatto il migliore è stato Cluzel. È partito bene anche Odendaal con il team Evan Bros. È partito male, invece Tuuli che scende in quinta posizione. Al termine del primo settore impazza subito la lotta tra Aegerter e Odendaal. Lo svizzero ha la meglio e conquista la terza posizione. Nel corso del primo giro Leonardo Taccini è il primo pilota ha subire una caduta.

Giro 2 – Nel corso della tornata succede di tutto: Cluzel mette qualche decimo tra lui e il duo Oettl ed Aegerter, Tuuli prova a infilare Odendaal prima del contro rettilineo ma viene chiuso in un modo poco ortodosso dal sudafricano che lo costringe ad andare lungo. Alla stessa curva cade Marc Alcoba che, dopo essere partito tredicesimo, era in settima posizione.

Giro 3 – Nelle retrovie arriva anche la terza caduta della gara. Anche questa volta è un italiano a cadere. Si tratta di Luigi montella che distrugge la moto ed è costretto al ritiro. Nello stesso giro cade anche Pizzoli. Tutti i caduti non hanno avuto problemi. In uscita dal biscione pre contro rettilineo sbaglia Oettl che si fa superare da Aegerter. Sul dritto, però, la progressione della Kawasaki Puccetti di Oettl è spaventosa e, di motore, si riposiziona in seconda posizione. Nello stesso giro arriva anche la caduta di Thomas Gradinger che stava occupando le ultime posizioni.

Leggi anche:

Supersport 300 | GP Aragon – Sintesi Gara 1: Una bandiera rossa regala la vittoria a Huertas

Giro 5 – Cluzel sale a sette decimi di vantaggio su Oettl che, dopo l’errore di due giri prima, guadagna qualche decimo dal pericoloso Aegerter che si deve difendere da un Tuuli molto determinato a risalire tra i primi e che, nelle ultime curve del quarto giro, è finalmente riuscito a superare Odendaal. Il finlandese si prende il podio ai danni di Aegerter sorpassando in velocità la Yamaha dello svizzero.

Giro 6 – Il finladese, insieme al podio, si prende anche il giro veloce di gaa in 1.54.187 e. nel primo settore, infila con impressionante facilità Philipp Oettl. Ora, per il pilota MV, si apre la caccia al conduttore di gara Cluzel che, nel giro precedente, aveva girato sei decimi più lento del finlandese.

Giro 7 – Tuuli stacca subito Oettl ed Aegerter e rosicchia oltre sei decimi nei primi tre settori del giro. Sul contro rettilineo il pilota finlandese non riesce a sfruttare al meglio il motore della sua moto italiana.

Giro 8 – Il rientrante pilota di MV è spaventoso nel guidato dove, senza dubbio, è il più veloce. Il pilota, invece, sembra faticare nelle parti di totale accelerazione.

Giro 9 – Dopo i primi due settori Tuuli esce molto vicino a Cluzel e, nel primo piccolo rettilineo del giro, sbaglia completamente la staccata e tampona con grande ferocia un incolpevole Cluzel. I due piloti sembrano essere, però, usciti indenni da questo pauroso incidente che pone fine alle loro speranze di vittoria. Nello stesso giro cade anche Fuligni.

Giro 10 – La classifica, dopo questo incidente, viene rivoluzionata e, in ordine, viene così formata nelle prime 10 posizioni: Oettl, Aegerter, Odendaal, Caricasulo, Bernardi, Gonzalez, Soomer, Bergman, De Rosa e Oncu.

Giro 11 – Si accende Odendaal dopo la riapertura della lotta per la vittoria. Il sudafricano, che si trovava in terza posizione, accusava un piccolo passivo dai primi due; passivo che, nonostante una guida ben poco pulita, viene pian piano ricucito.

Leggi anche:

Superbike | GP Aragon – Sintesi Superpole: Rea segna il nuovo record della pista! Male Yamaha e Honda

Giro 13 – Si riaccende la lotta Oettl-Aegerter. Nel primo settore il tedesco risponde allo svizzero che, però, si prende la posizione in staccata dell’ultima curva dove, in percorrenza dopo aver subito il sorpasso, Oettl perde il posteriore della sua Kawasaki e permette a Odendaal di prenderela seconda posizione.

Giro 14 – La direzione gara comunica che il contattotra Cluzel e Tuuli verrà investigato, e informa che quest’ultimo è stato portato in clinica mobile per accertamenti.

Giro 15 – Alla staccata della uno arriva il sorpasso di Odendaal ai danni del pilota GMT94. Il sudafricano, però, rimane poco in prima posizione. Infatti, viene subito infilato in velocità di percorrenza alla cinque da Aegerter. Alla staccata del tornantone finale arriva nuovamente il sorpasso di Odendaal che, alla uno, si difende bene dagli attacchi dell’altra Yamaha

Giro 16 – Il sorpasso di Aegerter su Odendaal arriva, nuovamente e in fotocopia rispetto al giro precedente, alla cinque. La gara viene decisa sull’ultimo rettilineo e nel tornante finale. In uscita dalla penultima curva Aegerter sbaglia la traiettoria e, in grande velocità, Odendaal si prende la prima vittoria in Supersport.

Insieme a Odendaal e ad Aegerter, il podio di Gara1 del GP di Aragon Supersport viene completato da Philipp Oettl. La top ten viene completata, in ordine, da un sorprendente Bernardi che conquista il quarto posto al debutto, Manuel Gonzalez, Federico Caricasulo, Hannes Soomer, Christoffer Bergman, Raffaele De Rosa e Can Oncu.

Rimangono fuori dai primi dieci, tra gli altri, Krummenacher (11°), Maria Herrera (12°) e Michel Fabrizio (14°).

worldsbk.com

La Supersport torna in pista domani per la Gara 2 sul circuito di Aragon.

Seguici su Telegram

Superbike | GP Aragon – Sintesi Gara1: Rea vince e raggiunge quota 100 vittorie in SBK

Mattia Lisa

Studente di storia, appassionato di motori e speaker radiofonico