Supersport | GP Argentina – Sintesi Gara2: Cluzel vince la seconda gara consecutiva. Odendaal cade e Aegerter si laurea Campione del Mondo

Gara2 del GP di Argentina è una fotocopia di quella di ieri. Cluzel vince in solitaria su Oncu e, stavolta su Aegerter che, complice la doppia caduta di Odendaal, si laurea Campione del Mondo Supersport 2021

Foto: profilo Twitter @TenKateRacing

Il GP di Argentina classe Supersport vede una line up particolarmente corta per via del regolamento anti Covid del paese sudamericano. Al via di questo weekend ci sono stati solo venti piloti. Le nuove limitazioni di due settimane fa, le difficoltà logistiche e gli alti costi di trasporto e organizzazione hanno costretto diversi team ad alzare bandiera bianca per questo weekend.

Nello schieramento non mancano le novità: Valentine Debise torna in sella alla seconda moto di GMT94, Jeffrey Buis debutta nella categoria con il team Motozoo. Infine, Wild Card per Matias Petratti e Andres Gonzales, rispettivamente con  MS Racing e VFT Racing.

Le due sessioni di prove libere Aegerter, Gonzalez, Oncu e Cluzel hanno sempre concluso tra i primi. Solo Cluzel, nelle FP1, non è riuscito a fare meglio della decima posizione. Odendaal, avversario numero uno di Aegerter, ha concluso le due sessioni con l’ottavo tempo. La Superpole ha consegnato la Pole a Cluezel, che è partito in prima fila sia in Gara1,  sia in Gara2 del GP di Argentina. Insieme al francese, la prima fila era completata da Odendaal e Gonzalez. Dalla seconda fila sono scattati Oncu, Aegerter e Debise, mentre dalla terza De Rosa, Sebestyen e Tuuli. Infine, dalla quarta fila sono scattati Orradre, Oettl  e Soomer.

Gara1 ha visto Cluzel e Oncu andare in solitaria sin dai primi giri, con Manuel Gonzalez che li ha raggiunti a metà gara. Odendaal e Aegerter hanno chiuso in quarta e quinta posizione, tenendo ancora aperta la lotta mondiale.

Sintesi Gara2 GP Argentina Supersport


La Gara2 del GP di Argentina Supersport si è corsa sotto un cielo poco nuvoloso, con temperatura di 22°C.

Al via scatta molto male Aegerter che scende fino alla nona posizione, mentre Gonzalez pinza troppo l’anteriore alla prima curva con l’anteriore che si chiude e lo scarica a terra. Nella traiettoria della moto del team ParkinGo c’era il povero Odendaal che, incolpevole, viene colpito e buttato a terra. Entrambi i piloti hanno poi ripreso il via della pista.

Nelle prime curve del secondo giro cade Andres Gonzalez che dice addio al suo weekend da Wild Card. Sul primo passaggio sul traguardo la classifica era la seguente: Cluzel, Oncu, Sebestyen, Tuuli, Orradre, Aegerter, Soomer, Takala, De Rosa, Taccini, Van Straalen, Taccini, Brenner, Debise e Oettl.

Nel quarto giro Aegerter conquista la quarta posizione ai danni di Niki Tuuli. Subito dopo, lo svizzero mette nel mirino la Yamaha Evan Bros di Peter Sebestyen. Un giro più tardi Oncu si francobolla agli scarichi della Yamaha R6 di Cluzel e, alla uno, tenta invano il sorpasso.

Dopo sette giri arriva anche l’affondo di Aegerter su Sebestyen alla Otto. L’ungherese tenta di tenere il traino con la moto dello svizzero ma, al termine del giro, va lungo alla Dieci e finisce per perdere la posizione anche su Tuuli. Un giro più tardi, in percorrenza della Sei e della Sette, Cluzel va lungo e Oncu si infila subito sul francese che, grazie alla trazione della sua R6, riesce a rispedire alle sue spalle il pilota turco di Kawasaki.

A metà gara la classifica era la seguente: Cluzel, Oncu, Aegerter, Tuuli, Sebestyen, Soomer, De Rosa, Debise, Orradre, Van Straalen, Takala, Oettl, Brenner, Taccini, Gonzalez. Odendaal inseguiva Gonzalez in sedicesima posizione, al di fuori della zona punti.

Nei due giri seguenti Cluzel porta il suo vantaggio a mezzo secondo su Can Oncu, mentre Tuuli si mantiene attaccato alla coda di Aegerter. Nel corso del dodicesimo giro arriva il ritiro, il secondo di questo weekend, per Raffaele De Rosa che, dopo aver accusato un problema tecnico sul rettilineo finale, parcheggia la moto contro il guard rail all’uscita dei box.

Alla sedici del tredicesimo giro arriva la seconda caduta per Odendaal che, andato lungo, perde in modo anomalo l’appoggio all’anteriore in un momento dove non stava toccando il freno, viene scaricato a terra ed è costretto al ritiro. Questo porta definitivamente nelle mani di Aegerter il titolo di Campione del Mondo Supersport 2021.

Al quindicesimo giro Cluzel segna il record della pista in 1.41.9 e si smarca quasi definitivamente da Oncu che, a quel punto, arriva ad accusare un secondo e due dal francese

Nel corso dell’ultimo giro, lontano dalle telecamere, cade Niki Tuuli che stava amministrando la sua quarta posizione.

Jules Cluzel vince Gara2 del GP di Argentina Supersport. Il pilota francese precede Oncu e Aegerter che, con questo risultato e complice il ritiro di Odendaal, si laurea Campione del Mondo Supersport.

Soomer chiude in quarta posizione, superando un Sebestyen in crollo nelle prestazioni. Debise, Takala, Van Straalen, Brenner e Gonzalez chiudono la top ten. Ragggiungono i punti Taccini, Oettl, Morais e Orradre. Buis e Petratti concludono lo schieramento al traguardo.

 

Gara2 GP Argentina Supersport
worldsbk.com

La Supersport tornerà in pista il prossimo tredici e quattordici novembre per la prova finale sul circuito di Mandalika in Indonesia.

Seguici su Telegram

Superbike | UFFICIALE: Luca Bernardi con il Barni Racing per le prossime due stagioni

Mattia Lisa

Studente di storia, appassionato di motori e speaker radiofonico