Supersport | GP Australia Gara2: Aegerter vince e saluta la categoria con la vittoria numero 16 in stagione

Aegerter domina Gara2 del GP d’Australia Supersport. Lo svizzero si è subito messo nelle prime posizioni e, sfruttando la bagarre tra Caricasulo e Baldassarri, ha dominato incontrastato per tutta la gara.

Foto: profilo Twitter @DomiAegerter77

Ultimo appuntamento stagionale per la Supersport che chiude il 2022 con Gara2 del GP di Australia. La categoria Supersport vive una passerella finale senza nulla di importante ancora in palio. Da segnalare, invece, l’esordio con MV di Marcel Schrotter che, nel prossimo anno, guiderà proprio la moto varesina.

Il venerdì è stato all’insegna dell’Italia. Nelle FP1 Caricasulo è stato il più veloce girando in 1.34.067, seguito da Aegerter e Tuuli. Bulega ha colto il sesto tempo, dietro alla sorpresa Bayliss e Verdoia. Manzi, invece, ha chiuso con il decimo tempo, molto meglio del deludente Oncu, solo diciassettesimo.

Nel pomeriggio è stato Bulega a tenere alto l’onore degli italiani con la miglior prestazione in 1.34.027, con Aegerter e Montella a inseguire. Manzi si è riscattato con il quarto tempo, così come Oncu che lo ha seguito nella classifica dei tempi. Settimo tempo per Baldassarri, decimo per Caricasulo.

Ieri la Superpole è andata a Caricasulo che,  a pari merito con Bulega, ha segnato il miglior tempo. De Rosa ha chiuso il terzetto di piloti che ha beffato Aegerter. Lo svizzero, infatti, ha chiuso con il quarto tempo dopo una sessione dominata fino a un minuto dal termine; quando, dopo essere andato lungo alla dieci, ha dovuto abortire l’ultimo giro cronometrato.

Gara1 ha visto comandare Caricasulo nelle prime fasi di gara. Successivamente, Montella è salito in cattedra, con Caricasulo che ha chiuso quinto, dietro anche a Bulega, Oncu, Baldassarri, Aegerter e De Rosa.

Sintesi Gara2 GP Australia Supersport


Non ha preso parte a questa Gara2 Niki Tuuli che è stato dichiarato unfit per un mal di stomaco. Inoltre, questa è stata l’ultima gara in carriera per Jules Cluzel che si è ritirato al termine della gara che si è svolta sotto un cielo ormai sereno, con 15°C per l’aria e 30°C per l’asfalto.

Parte bene Bulega che si mette primo alla uno, bruciando a sorpresa Caricasulo che, alla due, perde anche la seconda posizione su Montella. Alla tre Montella supera anche Bulega, ma una curva più tardi sbaglia e rientra nelle retrovie. Alla dieci Oncu finisce a terra ponendo subito fine all’ultima tappa stagionale.

Giro 2 – Aegerter passa in testa alla due. Lo svizzero si metteva a comandare seguito da: Baldassarri, Bulega, Caricasulo, un rientrante Montella, Manzi, Huertas, Schrotter, De Rosa, Soomer e Cluzel.

Giro 3 – Alla tre Baldassarri entra su Aegerter e si mette al comando ai danni dello svizzero. Alla dieci Montella si fa ingolosire ma non affonda all’interno di Bulega.

Giro 4 – Montella rompe gli indugi alla uno e sale in quarta posizione e, alla tre, in terza, superando anche Caricasulo. Nella stessa curva Aegerter si riporta su Baldassari che gli risponde alla sei. Alla dieci il Campione del Mondo risponde definitivamente, tornando in testa.

Giro 5 – Baldassarri sfrutta la scia sul rettilineo e torna davanti. Grande scia anche per Caricasulo che supera nuovamente Montella che segna il giro veloce. Bulega perde il contatto con i primi quattro e viene sopravanzato anche dalla Triumph di Manzi.

Giro 6 – Long Lap Penalty comminato a Montella per guida irresponsabile nel frangente della caduta di Oncu. Bulega, che continuava a fare il gambero, viene superato anche da Schrotter. Montella sconta subito la penalità e rientra in settima posizione, appena davanti a De Rosa.

Leggi anche:

Superbike | GP Australia – Superpole Race: Bautista azzarda montando le slick su pista umida e trionfa in rimonta

Giro 7 – Caricasulo viene braccato da Manzi che non sfrutta la scia bene come la sfrutta Aegerter che infiiocina per l’ennesima volta Baldassarri. Alla quattro risponde Baldassarri su Aegerter, mentre Manzi prova all’esterno di Caricasulo che lo porta all’esterno, lo tocca e lo fa finire a terra. Aegerter e Baldassarri si scambiano ancora la posizione alla dieci e al curvone finale.

Giro 8 – Alla uno Caricasulo sfrutta la scia e transita primo, salvo poi perdere una posizione alla tre a favore di Aegerter. Baldassarri supera Caricasulo alla nove, non prima che Aegerter guadagnasse margine sui due inseguitori.

Giro 9 – in curva uno Caricasulo si riporta su Baldassarri e fa il gioco di Aegerter che si mette a condurre in solitaria con sette decimi di vantaggio. Più indietro, Montella riesce a salire in sesta posizione, superando Bulega.

Giro 10 – Dopo essere stato superato alla dieci, Caricasulo torna di nuovo davanti a Baldassarri alla uno. Montella, invece, si riportava nel mentre sulla coda di Schrotter.

Giro 11 – A otto giri dal termine Aegerter conduceva con un secondo su Caricasulo e Baldassarri che venivano inseguiti da: Montella, Schrotter, Bulega, De Rosa, Van Straalen, Cluzel e Bayliss.

Giro 12 – Caricasulo si mette a un secondo e uno da Aegerter e stacca leggermente Baldassarri. Montella, invece, non riusciva a ricucire sui primi e subiva il forcing di Bulega.

Leggi anche:

Superbike | GP Australia – Sintesi Gara 1: Rea vince una gara caratterizzata dal cambio gomme

Giro 13 – Aegerter arriva a godere di ben un secondo e sei di vantaggio su Caricasulo e Baldassarri. Nel corso del giro Caricasulo si libera di Baldassarri, mettendo otto decimi tra lui e il pilota Evan Bros.

Giro 18 – La gara davanti è andato con il cristallizzarsi, mentre dietro è iniziata la bagarre per l’ottavo posto. Bayliss si è trovato a difendersi da Verdoia, Van Straalen e Cluzel.

Ultimo giro – Aegerter vince Gara2 del GP di Australia Supersport con un vantaggio di due secondi e tre su Caricasulo e Baldassarri.  Quattro secondi e tre dopo sono arrivati Bulega e Montella in completa bagarre solitaria. Dopo, ben staccati tra loro e con gli altri, De Rosa e Scrhrotter. La top ten viene completata da Bayliss, Verdoia e Van Straalen.

Manca la top ten all’ultima gara Jules Cluzel che si è dovuto accontentare dell’undicesima piazza, davanti a Huertas, Sebestyen, Jespersen e Soomer che hanno chiuso la zona a punti.

Gara2 Australia Supersport
worldsbk.com

La stagione di Supersport termina qui. L’appuntamento è, proprio in Australia, per il prossimo 24 febbraio per l’inizio della stagione 2023.

Seguici su Telegram

Mattia Lisa

Studente di storia, appassionato di motori e speaker radiofonico