Supersport | GP Emilia Romagna – Sintesi Gara1: Aegerter domina, amministra e conquista la vetta della classifica generale

Dominique Aegerter vince dominando e gestendo la prima posizione per tutti i giri della gara. Lo svizzero conquista così la prima posizione nella classifica generale. Il podio viene completato da Bernardi e da Odendaal che paga il consumo delle gomme nell’ultimo quarto di gara.

Foto: profilo Twitter @DomiAegerter77

La Supersport torna in pista per sesta gara stagionale valida come Gara1 del GP di Emilia Romagna Supersport. Il weekend di Misano è iniziato con le due sessioni di prove libere che sono state dominate da Manuel Gonzalez che ha terminato in cima alla classifica dei tempi in entrambe le occasioni. Lo spagnolo di ParkinGo  ha fermato il cronometro 1.38.7 nella prima sessione e in 1.38.4 nella seconda. Se, nella prima sessione di prove libere, erano Caricasulo e Fuligni a seguire Gonzalez, nella seconda i due italiani sono precipitati nel fondo della classifica. Infatti, la seconda sessione ha visto Odendaal e Aegerter nel ruolo di inseguitori del pilota Yamaha.

Il venerdì ha portato due sorprese: la prima, in negativo, riguarda De Rosa che non è stato capace di entrare in top ten in FP1. La seconda sorpresa, in positivo, è il quinto tempo della Wild Card Mercandelli che, su una pista sconosciuta come Misano, ha saputo regolare piloti come Caricasulo, Cluzel e Krummenacher.

Il dominio di Manuel Gonzalez si interrompe in Superpole, dove lo spagnolo si qualifica con il terzo tempo, dietro a Dominique Aegerter e a uno strepitoso Luca Bernardi. Gli altri piloti che occuperanno le prime dieci caselle in griglia sono: Cluzel, Soomer, Odendaal, Oettl, Krummenacher, Oncu e De Rosa. Caricasulo partirà undicesimo, Tuuli Quindicesimo e Bergman diciottesimo.

Sintesi Gara1 GP Emilia Romagna Supersport


La Gara1 del GP di Emilia Romagna Supersport si è corsa sotto un cielo sereno, con temperature di 27°C e vento di 13km/h.

La partenza vede un grande scatto di Cluzel ed Aegerter, partono male, invece, Bernardi e Gonzalez. Alla prima curva sfilano in testa tre piloti Yamaha, in ordine: Cluzel, Aegerter e Odendaal. Al tramonto arriva la prima caduta che vede protagonista Davide Pizzoli.

Giro 2 – Aegerter e Odendaal sono i primi a passare sul traguardo. I primi due piloti si sono subito messi a spingere per allontanarsi da Cluzel e Gonzalez che tentano di tenere la coda del duetto di testa. Dietro, a completare la top ten, si classificano Bernardi, Oncu, Oettl, Soomer, Caricasulo e Krummenacher. Al carro cade Shogo Kawasaki.

Giro 3 -Bernardi mette un grande ritmo girando in 1.39.399 che gli permette di ricucire sul quartetto di testa. Nello stesso giro Federico Fuligni è costretto al ritiro per un problema tecnico sulla sua moto.

Giro 4 – Il giro veloce viene fatto da Odendaal che abbassa il riferimento a 1.33.129. Gonzalez nel giro rompe gli indugi con decisione su Cluzel e si prende la terza posizione.

Giro 5 – Si ritira Bergman, mentre cadono Matteo patacca e Hannes Soomer. In testa alla gara il duo Aegerter-Odendaal prova nuovamente a fare uno strappo su Gonzalez, Cluzel e Bernardi.

Giro 6 – Il tentativo dei due di testa viene annullato dal super giro veloce di Gonzalez che, grazie a un 1.38.8 (primo pilota a scendere sotto l’uno e trentanove), ricuce sui primi due. Se Gonzalez appare molto concreto, sembra esserlo di meno Bernardi che perde il contatto con Cluzel.

Giro 7 – Nelle retrovie Caricasulo si prende la settima posizione ai danni di Oettl. Il ravennate si mette subito nella coda di Oncu nel tentativo di raggiungere il gruppo dei primi. Nello stesso giro Bernardi alza il ritmo e si riporta sul francese di Yamaha che lo precede.

Giro 8 – Cade Raffaele De Rosa alla prima variante. Il napoletano occupava la nona posizione ed è costretto al ritiro.

Giro 9 – Cade Caricasulo, anche il ravennate era nella seconda metà della top ten e stava tentando di riportarsi sul gruppo dei primi. Nel terzo settore Cluzel compie una manovra folle su Gonzalez che, infilato all’interno con decisione, è costretto ad andare lungo e cedere la posizione anche a Bernardi.

Giro 10 – Aegerter e Odendaal riescono finalmente a mettere margine sul trio Cluzel-Bernardi-gonzalez.

Giro 11 – Giro veloce per i primi due che segnano un giro in fotocopia in 1.38.8. Nello stesso giro Bernardi supera Cluzel con una mossa simile a quella fatta dal francese su Gonzalez. A ringraziare di tutta questa bagarre nel secondo gruppo continua ad aiutare Aegerter e Odendaal  che, sul traguardo del dodicesimo giro, arrivano a godere di quasi due secondi di vantaggio.

Giro 12 – Alza ancora il ritmo Aegerter che si porta sul 1.38.6 che permette allo svizzero di prendere circa otto decimi su Odendaal. In questo modo, quello che era il primo gruppone viene abbastanza diviso in coppie o piloti in solitaria.

Giro 14 – Sul traguardo il vantaggio di Aegerter arriva a un secondo e due di vantaggio su Odendaal che gode di quattro decimi su Bernardi che, nel corso del giro, aggancia il sudafricano di Evan Bros. Il sorpasso del Sammarinese arriva al tramonto dove, sfruttando un lungo di Odendaal, si prende la seconda posizione.

Leggi anche:

Superbike | GP Emilia-Romagna – Sintesi Gara1: Rinaldi vince di forza!!

Giro 15 – Aegerter continua a godere di due secondi su Bernardi e mantiene un ritmo sul 1.38.6.

Giro 16 – Odendaal, nonostante un ritmo non all’altezza per tentare il sorpasso su Bernardi, tenta con le unghie e con i denti di mantenere il gancio della Yamaha del sammarinese. Al carro Gonzalez tenta per l’ennesima volta il sorpasso su Cluzel che continua a staccare forte e a chiudere la porta in faccia allo spagnolo.

Giro 17 – Degna di nota la gara di Mercandelli che, con questa Wild Card nel GP di casa, sorpassa Filippo Fuligni e si mette in decima posizione.

Ultimo giro – Dominique Aegerter inizia l’ultimo giro con un vantaggio di due secondi e sei su Bernardi che è sicuro di non subire il sorpasso su un Odendaal in difficoltà. Gonzalez si prende finalmente la posizione su Cluzel alla Quercia. La risposta di Cluzel arriva al curvone del rettilineo. Gonzalez tenta il tutto per tutto alla Misano2 ma si deve accontentare della quinta posizione. Alla stessa curva arriva anche la caduta di Maria Herrera che, in lotta per la dodicesima posizione, subisce un inserimento all’interno in percorrenza molto deciso di Marc Alcoba che la fa andare fuori traiettoria e, successivamente, a terra.

Mentre la Herrera cadeva, Dominique Aegerter già esultava per la vittoria in Gara1 del GP di Emilia Romagna Supersport. Lo svizzero, grazie anche al terzo posto di Odendaal, sale in vetta alla classifica generale.

Sul podio, insieme al vincitore e al sudafricano, sale il pilota di casa Bernardi che coglie, per la seconda volta di seguito, la seconda posizione in una gara di Supersport. A concludere la top ten, dopo Cluzel e Gonzalez, troviamo Oettl, Krummenacher, Oncu, Tuuli e Mercandelli.

worldsbk.com

Dopo il termine della gara il contatto tra Alcoba e Maria Herrera viene posto sotto investigazione dalla commissione gara. Non è escluso che al pilota spagnolo venga comminata una penalità nella gara di domani mattina.

La Supersport torna in pista domani alle 12:30 per la Gara2 del GP di Emilia Romagna.

 

Seguici su Telegram

Supersport 300 | GP Emilia-Romagna – Sintesi Superpole: Finalmente Sofuoglu! Pole e record della pista per il turco

Mattia Lisa

Studente di storia, appassionato di motori e speaker radiofonico