Supersport | GP Francia – Sintesi Gara2: Mahias domina grazie all’assenza di Locatelli

Lucas Mahias approfitta di una caduta di Locatelli nel giro di ricognizione e domina la Gara 2 del GP di Francia Supersport. A completare il podio Smith e Soomer. Peccato per Oncu che, prima di cadere e chiudere settimo, lottava per il podio.

Foto: profilo Twitter @TCXBoots

Il weekend del GP di Francia Supersport è iniziato, a sorpresa, senza Locatelli davanti a tutti. Il bergamasco ha sofferto molto le condizioni della pista che, nella giornata di ieri, era totalmente bagnata. Il pilota di Evan Bros ha chiuso le qualifiche con il quarto tempo e, per la prima volta, non ha conquistato la pole in questa stagione. La Pole Position è andata a un grande esperto delle gare bagnate: Kyle Smith. Il sostituto di Jules Cluzel ha fatto valere la sua grande abilità sul bagnato e ha avuto la possibilità di fare bene in gara.

Leggi anche:

Superbike | BMW presenta la nuova moto per il mondiale

L’occasione non viene colta dal Smith. Il pilota, dopo ben due cadute, è stato costretto al ritiro. La gara, a differenza delle qualifiche, ha visto il totale dominio di Locatelli. Il campione del mondo ha tenuto alle spalle Lucas Mahias che, complice la maggiore conoscenza della pista, ha lottato per tutta la gara con il bergamasco di Yamaha.

Gara 2, complice anche il secondo posto di ieri conquistato da Mahias, sarà giusto uno spettacolo per i telespettatori che si godranno la lotta per la vittoria che varrà solo per l’orgoglio dei piloti. Infatti, la classifica generale ha già laureato Locatelli come campione del mondo e, causa l’infortunio di Cluzel, anche la lotta per il secondo posto è congelata. Quindi, usando un po’ di fantasia, la seconda posizione sarà ad appannaggio di Mahias, con Cluzel che dovrà sperare in prestazioni opache di Oettl per tenersi la terza posizione assoluta.

Sintesi Gara 2 GP Francia Supersport


Il primo colpo di scena arriva nel giro di ricognizione. Locatelli, complice il bagnato, subisce un brutto High Side che lo ha portato a terra. Il pilota è ripartito nonostante il manubrio sinistro totalmente storto. Locatelli, al termine del giro di ricognizione, è rientrato mestamente ai box per ritirarsi dalla gara.

Nonostante la ripartenza del pilota Yamaha, la Gara 2 del GP di Francia Supersport scatta senza il  neo campione del mondo.

Alla partenza scattano bene Mahias e Smith. Il francese di Kawasaki si prende la prima posizione sul sostituto di Cluzel. La terza posizione va ad appannaggio di Gonzalèz, il pilota si tiene dietro De Rosa e un sorprendente Hanika.

Dopo appena un giro, Mahias e Smith scappano via dagli altri, con il francese che mette un secondo e sei su Smith.

Nel corso del secondo giro, Odendaal mette il turbo e sorpassa Gonzalèz e De Rosa.

Il ritmo di Mahias è davvero troppo forte per i suoi inseguitori. Dopo due giri completati, Il francese mette due secondi e due sul britannico di Yamaha.

Non ha avuto un buono scatto Philipp Oettl. Il tedesco, alla ricerca del terzo posto assoluto di Cluzel, naviga in dodicesima posizione.

Al quarto giro emerge Can Oncu. Il turco, che a sedici anni vinse all’esordio nel Motomondiale sul bagnato, conferma il suo feeling con le piste umide e, rapidamente, risale fino alla sesta posizione.

Nel quinto giro arriva un errore di Soomer che, dalla sesta posizione, scende fino alla tredicesima.

Dopo sei giri si ritirano Isaac Vinales, e Verdoia. Mentre cade Correntin Perolari.

Passano i giri, ma non si ferma Oncu. Il turco, dopo aver raggiunto il gruppo di De Rosa, Gonzalèz e Odendaal, Sorpassa rapidamente i primi due.

Anche Mahias non alza il gas e, anzi, continua a segnare giri veloci e a rifilare un secondo ogni giro a Kyle Smith.

All’ottavo giro Oncu sorpassa Odendaal e si trova la pista libera verso la seconda posizione di Smith.

Un giro più tardi cade anche Loris Cresson. Viste le condizioni in cui versa la pista, la scia delle cadute non sembra fermarsi. Infatti, poche curve dopo, cade Peter Sebestyen.

Oncu, in appena due giri, guadagna due secondi e mezzo su Odendaal.

A nove giri dal termine, Manfredi, che ha risalito la classifica, attacca De Rosa e Soomer alla chicane e, dopo aver rischiato un brutto incidente, si prende la quinta posizione.

Termina in anticipo la gara di De Rosa. In accelerazione, la moto si scompone e causa un brutto High Side al pilota italiano che è in lotta per la terza posizione in classifica generale.

A tre giri dal termine, cadono anche Oncu e Fuligni. A entrambi si chiude l’anteriore in approccio, rispattivamente di curva 15 e curva 7. Il turco riparte in settima posizione e regala la terza posizione a Soomer.

All’ultima curva arriva una brutta scivolata per Manfredi che, dopo essere ripartito, ha tagliato il traguardo in decima posizione.

Al termine dei diciotto giri del GP di Francia Supersport, Luca Mahias transita per primo sul traguardo. Ottima seconda posizione in solitaria per Kyle Smith, terza per Soomer che chiude il podio. A seguire i primi tre si piazzano Odendaal, Hanika e Gonzalèz, si classifica solo settimo Can Oncu. Il dato che emerge maggiormente è il numero di piloti arrivati al traguardo: quattordici su ventidue.

La Supersport tornerà in pista il 17 ottobre per l’ultimo round sulla pista dell’Estoril.

Seguici su Telegram

ESCLUSIVA | Il motomondiale secondo un ingegnere: intervista a Fabrizio Manciucca, da 25 anni in uno dei paddock più importanti al mondo

Mattia Lisa

Studente di storia, appassionato di motori e speaker radiofonico