Supersport | GP Indonesia – Sintesi Gara2: Cluzel trionfa in rimonta e dopo un finale thrilling

Finisce al cardiopalma la Gara2 del GP di Indonesia Supersport, l’ultima prima dello storico cambio regolamentare della prossima stagione. Jules Cluzel trionfa in rimonta su Tuuli e il Campione del Mondo Aegerter.

Credit: Twitter

La Supersport, con Gara2 del GP di Indonesia, termina la sua stagione 2021 e la sua esistenza con questo regolamento. Infatti, a partire dal prossimo anno, la categoria aprirà a moto con diverse cilindrate. Quindi, termina anche il periodo di denominazione con il 600 di fianco al nome Supersport.

In classifica generale è già quasi tutto deciso. Nella gara di ieri è stato deciso il ruolo di Vicecampione del Mondo, con Odendaal che ha maturato oltre venticinque punti di vantaggio su Manuel Gonzalez. In questo modo, il sudafricano è sicuro della seconda posizione generale e, Gonzalez, ha la certezza di passare in Moto2 con un’ottimo terzo piazzamento finale in classifica.

Come per la prova in Argentina, la Supersport corre il GP di Indonesia con una Line Up molto limitata rispetto alle tappe europee. Il limitato numero di piloti in pista è dovuto alla mancanza dei piloti del Challenge e dell’alto costo della trasferta, non sostenibile per molti team secondari.  Nonostante i pochi piloti in pista, non mancano i cambiamenti, le Wild Card e le sostituzioni. VFT Racing, che ci ha abituato alle variazioni in questo 2021, corre il GP di Indonesia Supersport con Caricasulo e Andres Gonzalez. Per Caricasulo è il terzo team in stagione dopo GMT94 (che conferma Debise, dichiarato unfit dopo il venerdì) e Biblion Iberica (assente questo weekend).

Leggi anche:

Supersport | UFFICIALE: Oli Bayliss e Barni Racing Team insieme nel mondiale 2022

La Superpole di ieri notte ha consegnato la Pole Position del GP di Indonesia Supersport a Dominique Aegerter. Il pilota svizzero di Ten Kate è partito in Gara1 davanti a M. Gonzalez e Caricasulo. Sono partiti dalla seconda fila i confermati De Rosa, Krummenacher e Tuuli. La terza fila è stata composta da  Oettl, Oncu e Odendaal, mentre la quarta fila ha visto scattare Sebestyen, Orradre e Soomer.

In Gara 1 è arrivata la prima vittoria, in ottantanove partenze, per Raffaele De Rosa. Il pilota Orelac ha saputo tenersi alle spalle uno straripanto Aegerter che, negli ultimi giri, ha saputo imprimere il classico grande ritmo a cui ci ha abituato in questa stagione. La terza posizione, infine, è andata a Federico Caricasulo, capace di precedere un gruppetto con Cluzel, Gonzalez, Odendaal e Krummenacher.

Sintesi Gara2 GP Indonesia Supersport


La Gara2 del GP di Indonesia Supersport si è corso sotto un cielo parzialmente nuvoloso, in condizioni di asciutto, con temperatura di 31°C.

La partenza premia Caricasulo e Aegerter. Alla uno il primo passa davanti a tutti, con Oncu  e De Rosa a inseguirli. Oncu si mette subito negli scarichi di Caricasulo e, alla Undici, si prende la vetta della classifica. Alla Quindici, invece,  Gonzalez sale in terza posizione, superando De Rosa

Giro 2 – Sul traguardo la classifica era la seguente: Oncu, Caricasulo, M. Gonzalez, De Rosa, Tuuli, Aegerter, Sebestyen, Cluzel, Odendaal, Soomer, Orradre, Oettl, Krummenacher, Takala, Hendra Pratama, Buis, Van Straalen, Valle e A. Gonzalez. L’omonimo di quest’ultimo, all’ultima gara in Supersport, saluta la caduta con una vistosa caduta alla Sette dove, perdendo l’anteriore, cade a terra rimanendo sotto la moto e accusando il colpo e venendo poi portato al centro medico.

Giro 3 – De Rosa, con la caduta di Manu Gonzalez, sale nuovamente terzo, ma deve guardarsi dagli attacchi di Tuuli. Buis, invece, viene condannato a scontare due Long Lap Penalty per una falsa partenza. Oncu, grazie al suo ritmo, mette mezzo secondo tra lui e Caricasulo.

Giro 4 – Tuuli gira più veloce di tutti in 1.37.444 e si mantiene negli scarichi di De Rosa. Caricasulo spinge dopo un giro lento e ricuce tre decimi su Oncu.

Giro 5 – Tuuli gira ancora più veloce di tutti in 1.37.119, Oncu viene raggiunto definitivamente da Caricasuo, Odendaal sbaglia e scende fino alla tredicesima posizione e, infine, De Rosa va lungo in uscita dalla Dieci e viene infilato da Tuuli.

Giro 6 – Alla Nove Caricasulo esce dalla scia ma non affonda il sorpasso. Stessa sorte tocca alla Undici. Tuttavia, il pilota Yamaha sta prendendo le misure su un Oncu che gira più lento di De Rosa, terzo.

Giro 7 – Tuuli segna il giro veloce, scendendo sotto il muro del uno e trentasei. Oncu, invece, tira la staccata della vita alla Uno per difendersi da Caricasulo che, alla Dieci, chiude il sorpasso sulla Kawasaki Puccetti del turco.

Giro 8 –  Si compatta il gruppo con i primi cinque: Caricasulo, Oncu, De Rosa ed Aegerter. Caricasulo esce lungo alla Nove e, alla curva successiva, Oncu ne approfitta. Dura solo una curva, però, il secondo periodo in vetta per l’allievo di Kenan Sofuoglu che, alla Dodici, viene subito infilato di nuovo dalla Yamaha 94.

Giro 9 – Cluzel scende per la seconda volta consecutiva sotto l’uno e trentasei, portandosi alle spalle Oettl, Soomer, Sebestyen e Odendaal. De Rosa non ci sta a stare giù dal polo e si mette a farsi vedere negli scarichi di Tuuli. Nelle ultime curve Oncu entra prepotentemente su Caricasulo. Sia il turco, sia l’italiano vanno lunghi e a ringraziare è Tuuli che si mette in testa.

Giro 10 – Oncu prova l’attacco alla Dieci su Tuuli. Cluzel, liberandosi degli inseguitori, si aggancia in solitaria al gruppo dei primi cinque.

Giro 11 – Odendaal sale ottavo superando uno spento Oettl. Nel corso del giro, Tuuli riesce a incamerare quattro decimi tra sé e Oncu.

Dodicesimo giro – Tuuli arriva sul traguardo con il giro record in 1.36.849, mantenendo i quattro decimi di vantaggio sui restanti piloti. Alla Dieci Caricasulo esce dalla scia di Oncu che, però, tira una forte staccata e difende la sua seconda posizione.

Giro 13 – Tuuli gira lento e Oncu si riporta a un solo decimo dal pilota finlandese. Errore nell’ultima curva di Oncu, che apre le porta a Caricasulo e crea un piccolo vuoto tra i primi due e De Rosa in terza posizione. Il turco, invece, scende fino alla sesta posizione.

GIro 15 – Sul rettilineo Cluzel svernicia De Rosa e sale terzo. Per il francese diventano a dieci le posizioni guadagnate dal via. Nel mentre, nelle retrovie, gli scarichi della Yamaha di Van Straalen iniziano a fumare bianco e l’olandese è costretto al ritiro. Termina anzitempo la stagione anche per Odendaal. Il sudafricano esce da Gara2 del GP di Indonesia Supersport con una caduta in percorrenza della Dieci.

Giro 17 – Caricasulo inizia a farsi vedere da Tuuli. Il pilota italiano ha fretta di togliersi dalla seconda posizione per via del pressing fatto da Cluzel in terza posizione. Oncu, invece, dopo l’errore non è più rientrato nel gruppo. Alla Dieci arriva l’attacco del Carica su Tuuli.

Giro 18 – Cluzel attacca Tuuli alla Uno e lo sorpasso. Il pilota finlandese sembra non avere più nulla da chiedere alle sue coperture che sembrano essere giunte alla fine della loro vita. Alla Dieci Cluzel infila Caricasulo, mentre Tuuli va lungo e rientra dopo aver ceduto la posizione ad Aegerter. Proprio lo svizzero, nelle ultime curve, infila Caricasulo e si mette in seconda posizione.

Giro 19 – Alla Dieci, dopo aver percorso la Nove in modo suntuoso, Aegerter infila anche Cluzel che accusa il colpo, e si fa avvicinare da Caricasulo. Alla penultima curva Aegerter e Cluzel si danno fastidio e vanno larghi. Caricasulo ne approfitta e si mette secondo. All’ultima curva, però, Cluzel è in traiettoria interna. Tuttavia, il francese non sfrutta l’occasione ed Aegerter e Caricasulo transitano per primi e affiancati. Lo svizzero porta fuori Caricasulo, che esce dai giochi. Lo svizzero, però, esce anch’egli di traiettoria e, in un modo che ricorda quello di Bradbury nel pattinaggio alle olimpiadi di quasi trent’annifa, Cluzel passa per primo sul traguardo e in scioltezza.

Dunque, ricapitolando, Jules Cluzel vince Gara2 del GP di Indonesia Supersport dopo una rimonta che lo ha visto partire tredicesimo. Il francese precede Tuuli ed Aegerter. Caricasulo, nonostante la sua arrembante resistenza, chiude in quarta posizione.

Completano la top ten i seguenti piloti: De Rosa, Oncu, Soomer, Krummenacher, Oettl e Sebestyen. Giungono, invece, in zona punti Takala, Orradre, Hendra Pratama, A. Gonzalez e Buis.

worldsbk.com

Seguici su Telegram

Superbike | GP Indonesia – Sintesi Gara 1: Rea vince ma Razgatlioglu con la seconda posizione è campione del Mondo

Mattia Lisa

Studente di storia, appassionato di motori e speaker radiofonico