Supersport | GP Olanda-Sintesi Gara2: Aegerter bissa la vittoria su Oettl e sul connazionale Krummenacher

Dominique Aegerter vince anche Gara2 del GP d’Olanda Supersport. Il pilota svizzero aumenta così il vantaggio sugli inseguitori nella classifica generale. Oettl, come in Gara1, perde il contatto con la vetta nella seconda metà e rischia di farsi riprendere anche da Krummenacher, arrivato terzo.

GP Olanda Supersport
Credit: Twitter

La Supersport arriva all’ultima prova del GP d’Olanda.  La classe intermedia dell’universo delle derivate dalla serie ha visto Odendaal ed Aegerter spartirsi la migliore prestazione nelle due sessioni di Prove Libere. I migliori tempi del venerdì sono oscillati l’uno trentassette e 2, e l’uno trentassette e 4

La premiata ditta Aegerter-Odendaal si è confermata nella Superpole dove, ancora una volta, hanno monopolizzato le prime due posizioni della classifica dei tempi. Lo svizzero e il sudafricano hanno preceduto Oettl, che completa la prima fila, Soomer, Gonzalez e Krummenacher. La terza fila è stata conquistata da Cluzel, De Rosa e Caricasulo. Invece, la quarta fila è stata composta da Bernardi, Tuuli e Oncu.

In Gara1 nonè cambiata la musica. Aegerter ha trionfato su Odendaal e Oettl. Cluzel è il primo dei piloti fuori dal podio e ha preceduto Krummenacher, Gonzalez, Oncu, Caricasulo, Alcoba e Morais, che termina la top ten.

Sintesi Gara2 GP Olanda Supersport


La Gara si è corsa sotto un cielo poco nuvoloso, con temperatura atmosferica di 22°C e con la classica brezza olandese. L’asfalto registrava 34°C di temperatura.

Al via scatta benissimo Aegerter che impenna anche un po’ la moto. Alla uno Oettl infila Odendaal e si prende la seconda posizione.Nella stessa curva arriva anche la caduta per Hendra Pratama. Alla sei Cluzel conferma il suo stato di forma e infila a sorpresa lo svizzero di Yamaha. Kawasaki e Yamaha sono protagoniste anche di una caduta alla dieci con Caricasulo e De Rosa. Il napoletano, che ha infilato all’interno il pilota Yamaha prima di perdere l’anteriore ed essere scaricato a terra.

Giro 2 – Alla quattro Odendaal infila Aegerter che, poche curve dopo, riprende la seconda posizione e, con decisione, la mantiene per non permettere a Oettl di aumentare il proprio vantaggio.

Giro 3 – Krummenacher, in quinta posizione, gira in 1.38.626. La classifica sul traguardo recitava, in ordine, Oettl, Odendaal, Aegerter, Cluzel, Krummenacher, Gonzalez, Bernardi, Oncu, Alcoba e Tuuli. Nel mentre, a Huerta vengono commminati due Long Lap Penalty per essere partito in anticipo al via.

Giro 4 – Cluzel inizia a prendere le misure su Aegerter che, insieme a perdere la posizione su Odendaal, perde terreno sui primi due che, però, stanno per entrare in bagarre. Tuttavia, il sudafricano perde terreno nel T4 e subisce il sorpasso di Aegerter e Cluzel nel giro delle ultime tre curve.

Giro 5 – Alla sei Cluzel perde il controllo della moto e Odendaal ne approfitta per provare a prendersi la terza posizione. Nonostante una iniziale reistenza del francese di Yamaha, Odendaal riesce a prendere la posizione da podio.

Giro 6 – Aegerter infila Oettl e si mette a comandare il ritmo che porta i primi due a godere di ben otto decimi su Odendaal, Cluzel e i restanti piloti del secondo gruppo.

Settimo giro – Odendaal ed Aegerter segnano giri record nel passaggio precedente, con il sudafricano che, nonostante il grande ritmo dello svizzero e di Oettl, riesce a portarsi a mezzo secondo dai primi due.

Giro 8 – Odendaal si stabilizza a mezzo secondo dalla coda di Oettl. La classifica recita: Aegerter, Oettl, Odendaal, Cluzel, Krummenacher, Gonzalez, Oncu, Bernardi, Tuuli, Alcoba e Manfredi.

Giro 9 – Odendaal scivola nel T2 e apre la strada per la vittoria finale ai primi due che, senza Odendaal, godono di due secondi di vantaggio sugli inseguitori capitanati da Cluzel.

Leggi anche:

Superbike | GP Olanda-Sintesi Superpole Race: Rea raddoppia dopo la vittoria in Gara1. Il risultato finale viene nuovamente condizionato dalla commissione gara

Girto 10 – Nel secondo gruppo si accende la lotta per l’ultima posizione del podio. Cluzel, Krummenacher, Gonzalez, Bernardi e Oncu vedono la possibilità, più o meno concreta, di salire sul podio. Odendaal, ripartito dopo la scivolata, sul rettilineo conquista la diciottesima posizione.

Giro 11 – Oettl inizia a non tenere più il ritmo di Aegerter che mette qualche decimo di vantaggio. Più indietro, alla quindici Krummenacher infila Cluzel e si prende la terza posdizione.

Giro 12 – Si accende Bernardi che, alla cinque, infila un Cluzel sorpreso dal tentativo del compagno di marca e, poche curve dopo, infila anche Krummenacher e si mette in posizione da podio.

Giro 13 – Alla uno Krummenacher prova dall’esterno a superare un Bernardi che lo accompagna quasi fuori dal tracciato e mantiene la preziosa posizione conquistata. Nel mentre, Krummenacher segna il giro veloce in 1.38.0, dando una nuova spallata a Oettl. In ingresso all’ultima variante Krummenacher prova a prendere l’interno di Bernardi che, ancora una volta, si difende stoicamente staccando forte ed entrando da terzo nella curva.

Giro 14 – Alla quindici Krummenacher riesce finalmente a scavalcare Bernardi. Alla stessa curva Gonzalez infila Cluzel e sale in quinta posizione. Più avanti, Aegerter si concede un giro di respiro dopo aver messo a distanza di sicurezza Oettl.

Giro 15 – Bernardi esce piantato dalla quindici e da una possibilità a Gonzalez che non se la fa sfuggire e, alla variante finale, sorpassa agilmente il sammarinese.

Giro 16 – Arriva un Track Limits Warning per Bernardi che, alla otto, infila nuovamente Gonzalez e si riprende la quarta posizione. Un altro Warning arriva per lo stesso motivo anche a Gonzalez.

Giro 17 – Il trio Krummenacher-Bernardi-Gonzalez si gioca il podio. Nel T2 Bernardi infila Krummenacher che gliela restituisce alla quindici. Nel T2 arriva anche il sorpasso di Oncu su Gonzalez; sempre il turco, alla variante finale, approfitta della confusione di un Bernardi ancora scosso per la posizione persa e si prende anche la quarta posizione.

Ultimo giro – Crolla Oettl nel penultimo giro e rischia di perdere anche la seconda posizione ai danni di un Krummenacher che vede la preda. Bernardi alla quattordici infila Oncu che viene portato all’esterno e perde diverse posizioni. Tuttavia, il sammarinese pizzica il verde alla sedici e rischia di essere penalizzato nel post gara.

Dominique Aegerter vince Gara2 del GP di Olanda Supersport. Il pilota svizzero precede Oettl che, all’ultimo giro, riesce a rispondere agli attacchi di Krummenacher. Lo svizzero precede poi Bernardi, Cluzel Gonzalez, Oncu, Tuuli, Alcoba e Takala. Odendaal riesce a limitare i danni e conclude in tredicesima posizione. Proprio per essere passato sul verde, Bernardi viene penalizzato di una posizione a favore di Cluzel che, in questo modo, si classifica quarto.

worldsbk.com

La Supersport tornerà in pista dal sei agosto per il GP di Repubblica Ceca sulla pista di Most.

Seguici su Telegram

Superbike | MIE Racing Honda Team di nuovo in pista ad Assen

Mattia Lisa

Studente di storia, appassionato di motori e speaker radiofonico