Supersport | GP Spagna – Sintesi Gara 1: Locatelli si conferma mattatore e vince la sua seconda gara di fila

La Gara 1 del GP di Spagna Supersport viene vinta da un Andrea Locatelli che si conferma essere un pilota di un livello più alto rispetto alla categoria. Bene Raffaele De Rosa con la MV Agusta che sfiora la quarta posizione dopo un duello perso con Mahias. Peccato per il debuttante Bassani che, dopo una grande gara, cade all’ultimo giro.

Foto: profilo Twitter @gponedotcom

La Superpole del GP di Spagna Supersport, corsa stamane, ha visto Andrea Locatelli come unico dominatore. il Bergamasco ha fermato il cronometro sul 1.42.214. Dietro di lui si sono classificate la Yamaha di Jules Cluzel e  la Kawasaki diPhilip Oettl. De Rosa partirà settimo, Bassani decimo. Male Odendaal che segna solo il dodicesimo tempo, e Can Oncu che si ferma in diciassettesima posizione.

Leggi anche:

Superbike | Ufficiale il ritorno di Melandri nel WorldSBK

Non prenderà parte alle restanti prove del campionato Randy Krummenacher. Il campione del mondo ha lasciato MV Agusta dopo il primo round di Philip Island. Questa defezione dovrebbe spianare la strada al team Evan Bros per la vittoria finale. A lottare per contrastare il team italiano saranno chiamate le Yamaha di Perolari, Vinales e Cluzel; e le Kawasaki di Oettl e Mahias. Difficile vedere le MV di De Rosa e Fuligni lottare regolarmente per le posizioni di vertice.

Sintesi Gara 1

Isaac Vinales partirà dal fondo dello schieramento per una irregolarità alla pressione delle gomme riscontrata dopo la Superpole.

Allo scatto si fa subito trovare pronto Locatelli che, grazie anche alla confusione che si crea in curva 1,  riesce subito a mettere qualcosa di distacco. Il vantaggio si chiude dopo poche curve quando Cluzel lo sorpassa. Subito si crea un terzetto in testa con il francese di Yamaha, davanti a Locatelli e Oettl. al primo passagigio sul traguardo dietro ai primi tre ci sono Perolari, Okubo, Mahias, gonzàlez, Odendaal e De Rosa.

Al secondo giro Odendaal si prende la posizione su Gonzalèz e si mette a caccia di Okubo che corre con la vecchia Honda cbr600. Alla tredici va lungo Mahias e ne approfitta subito Perolari e Okubo.

al terzo giro cade alla curva 1 Ekki Pratama. Per lui gara subito finita.

Dopo solo tre giri, il terzetto di testa ha incamerato già 4 secondi dal secondo gruppo capitanato da Mahias che, nel frattempo, ha ripreso le due posizioni perse in precedenza. Nel Gruppo di testa risulta in difficoltà Philip Oettl che paga circa un secondo da Locatelli.

Nel corso del quarto giro si accende la bagarre tra Locatelli e Cluzèl. Il bergamasco si prende la posizione e, dopo un breve duello, mette subito sei decimi tra lui e il francese segnando anche il miglior tempo in 1.44.006.

Quando mancano 12 giri al termine cadono Verdoia e Sebastyen. I due si trovavano nelle retrovie.

Al passaggio del sesto giro Locatelli transita con un secondo e mezzo su Cluzel. Il francese mantiene, a sua volta, due secondi su Oettl che si vede raggiungere da Mahias. Sempre nel sesto giro arriva il ritiro per Vinales.

A dieci giri dal termine, dietro ai primi quattro, troviamo un ottimo Bassani che si trova quinto al debutto nella categoria e davanti a Perolari. Settimo Raffaele De Rosa, ottavo Okubo, nono Odendaal e decimo gonzàlez.

All’ottavo giro anche De Rosa va al sorpasso di Perolari. Il pilota di MV Agusta conquista la sesta posizione e si mette alla caccia della Yamaha di Axel Bassani. Il sorpasso si  concretizza alla curva 10 nel corso dell’undicesimo giro.

De Rosa continua a macinare tempi veloci e si avvicina a Mahias. Tra il pilota di MV e il francese di Kawasaki c’è solo un secondo e mezzo.

Rimangono, invece, congelate le posizione di vertice. L’unico modo per vedere dei cambiamenti nelle prime tre posizioni è l’insorgere di problemi tecnici o la caduta di uno dei tre piloti. I tre di testa sono, però. molto distaccati tra loro. Tra Locatelli e Cluzel ci sono 3 secondi, tra Cluzel e Oettl tre secondi e otto, tra Oettl e Mahias tre secondi e uno.

Si prospetta un duello tra De Rosa e Mahias nel corso degli ultimi cinque giri. Sempre a cinque giri dal termine arriva il ritiro di Okubo.

Un giro più tardi si ritira anche Verdoia. Il pilota era caduto nei primi giri e, probabilmente, aveva la moto danneggiata. Nello stesso giro si ritira un altro pilota che era nelle retrovie: Patrick Hobelsberger. Anche per lui problemi al motore.

A tre giri dal termine arriva il sorpasso di Odendaal su Bassani e Perolari. Il sudafricano è artefice di un’ottima gara dopo una Superpole molto deludente.

All’ultimo giro De Rosa raggiunge Mahias. Il sorpasso del pilotaarriva alla 4 con Mahias che tenta in tutti i modi di chiudere la traiettoria appoggiandosi alla MV dell’italiano. Il francese riesce a riprendersi la posizione al’ultima curva e a chiudere la gara in quarta posizione.

Sempre all’ultimo giro cade Axel Bassani alla curva uno. Peccato per il debuttante che stava correndo un’ottima gara.

Come da pronostico, vince Andrea Locatelli, il bergamasco, dopo essere riuscito a superare Cluzel a inizio gara, ha imposto un ritmo inarrivabile per nessuno e si conquista la seconda vittoria di fila nelle sue prime due gare in Supersport. Chiude il podio Philip Oettl. Indietro troviamo Mahias, De Rosa, e Odendaal. Da segnalare l’ottava e nona posizione conquistata, rispettivamente, da Gonzalèz e Oncu. Chiude tredicesimo Federico Fuligni

worldsbk.com

La Supersport torna domani alle 12:30 per la gara 2 del GP di Spagna. Rimanete aggiornati sul nostro sito!

Seguici su Telegram

Superbike | GP di Spagna – Sintesi gara 1: Redding vince davanti a Rea e a Razgatlioglu