Supersport | Gran Premio d’Aragona – sintesi Gara 1: Locatelli, come da tradizione, domina la gara

Andrea Locatelli è sempre più il padrone incontrastato di questo mondiale di Supersport e vince Gara 1 del Gran Premio d’Aragona. A tenergli testa, inizialmente, è stato solo Cluzel che si classifica secondo. Philipp Oettl chiude il podio.

Foto: profilo Twitter @sbknews

Nella mattinata di oggi, come ormai da prassi, Andrea Locatelli si è preso la Pole Position del Gran Premio d’Aragona. Il bergamasco ha preceduto Oettl e Mahias. Il secondo in classifica generale Jules Cluzel parte quarto. Brutte cadute per Verdoia, e Valtulini. Quest’ultimo ha avuto un brutto contatto con Can Oncu che, probabilmente, ha anticipato la frenata prima del cavatappi.

Leggi anche:

Superbike | Gran Premio d’Aragona – Sintesi Gara1: Doppietta per le Ducati ufficiali, Rea chiude il podio

Sintesi Gran Premio d’Aragona Supersport


Al via parte malissimo Locatelli che è costretto a recuperare nelle prime curve. In uscita della seconda curva, Locatelli si prende subito la seconda posizione. Tuttavia, Locatelli deve avere a che fare con Oettl che lo sorpassa subito dopo. Nel resto del giro, Il pilota di Evan Bros, deve fare i conti con Jules Cluzel che si fa vedere negli scarichi del leader del mondiale.

Sul rettilineo finale, i quattro di testa (Mahias, Locatelli, Oettl e Cluzel) si aprono a ventaglio e ne approfitta Mahias che si prende la vetta davanti a Locatelli, Oettl e Mahias.

Locatelli sembra essere rimasto sorpreso da questa partenza sprint di Cluzel e delle due Kawasaki di Oettl e Mahias.

Al temine del secondo giro Vinales si prende la quinta posizione su Oettl che, poche curve dopo, subisce il sorpasso anche di Soomer.

Al termine del terzo giro Cluzel e Locatelli prendono un secondo e mezzo di vantaggio dagli altri. I due si scambiano spesso le posizioni e questo, sul lungo periodo, può permettere il rientro degli altri. Nello stesso giro, Vinales sbaglia l’approccio alla uno e scivola fino alla tredicesima posizione. Sempre nel quarto giro cade Sebastyen che si ritira.

La lotta per la prima posizione si infiamma a ogni passaggio sul rettilineo, dove Cluzel ha maggiore trazione in uscita dall’ultima curva e va a impensierire non poco il bergamasco di Evan Bros.

Nei due giri successivi Locatelli prende il largo da Cluzel che, a sua volta, aumenta il distacco da Cluzel.

A dieci giri al termine, cadono Soomer e Valtulini che, dopo essere caduto nella Superpole, vede continuare la sfortuna nel corso di questa Wild Card.

Quando mancano sette giri alla conclusione, De Rosa e la sua MV Augusta si mette in coda alla Kawasaki di Mahias e l’italiano inizia a pregustare la quarta posizione. Il sorpasso di De Rosa arriva sul rettilineo del traguardo dove l’italiano sfrutta la potenza del suo motore e supera in velocità il pilota di Puccetti.

A inizio dell’ultimo giro, Odendaal, partito quattordicesimo, si prende la posizione su un’ottimo Gonzalez e si mette negli scarichi di Isaac Vinales. Il sudafricano si prende la sesta posizione all’ultima curva.

Andrea Locatelli, per la sesta volta di fila, vince la gara di Supersport, per lui arriva anche il record della pista. In seconda posizione si classifica Cluzel. Il francese è l’unico pilota a essere riuscito a tenere testa al bergamasco. Chiude il podio Philipp Oettl. Raffaele De Rosa termina quarto dopo aver sorpassato Lucas Mahias. Fuligni termina dodicesimo, Can Oncu tredicesimo, Maria Herrera quattordicesima e Bassani termina diciottesimo.

worldsbk.com

La Supersport tornerà in pista domani con la Gara 2 del Gran Premio d’Aragona.

Seguici su Telegram

Superbike | Jonas Folger torna a correre con una Wild Card nel GP di Catalogna