TEST F1 Bahrain | Lando Norris: “il mid field sarà molto agguerrito, saremo pronti a fronteggiarlo”

Dopo i tre giorni di test che hanno segnato l’inizio della stagione di F1 2021, Lando Norris si dice soddisfatto del lavoro fatto, ma è consapevole del potenziale dei rivali. TEST F1 Lando Norris

TEST F1 Lando Norris
Credits:@LandoNorris

Al termine delle tre giornate di lavoro in cui i piloti hanno potuto testare le potenzialità delle loro vetture e confrontarsi apertamente coi rivali, il giovane pilota della McLaren conferma le sue buone sensazioni avute in pista. TEST F1 Lando Norris

Parlando della sua monoposto, Lando sottolinea il buon lavoro svolto dal team nello sviluppo: TEST F1 Lando Norris

“Ovviamente tre giorni di test sono pochi per sapere davvero quanto è grande il nostro potenziale e di cosa realmente siano capaci i nostri avversari. Mercedes sulla carta parte ancora una volta come la favorita, ma sappiamo di aver lavorato bene sulla vettura nella fase di sviluppo. Abbiamo ancora molto da migliorare, nonostante questo il nostro punto di partenza è davvero buono. Ovviamente per sbloccare tutta la nostra potenza dovremo attendere almeno la vera prima sessione di qualifiche, ma la confidenza che mi hanno dato le varie migliorie a livello aerodinamico sono davvero di buon auspicio.” TEST F1 Lando Norris

Analizzando le sensazioni della power unit Mercedes rispetto a quella Renault, Lando afferma: TEST F1 Lando Norris

“Sono due architetture di motore con delle grandi differenze, l’implementazione del motore però con la nostra vettura è stata un operazione che non ha creato grandi problemi; infatti è stata una <<smooth operation>>. Sappiamo bene che avere una power unit Mercedes che ci spinge sarà un elemento davvero importante per questa stagione, ma ovviamente questi sono stati solo dei test e dovremo attendere le qualifiche e le gare per vedere di cosa siamo davvero in grado.”

Parlando del suo compagno di squadra Daniel, Norris racconta i sui tre giorni di test a bordo della McLaren:

“Ovviamente abbiamo parlato moltissimo in questi mesi e ho fatto di tutto per aiutarlo, per come potevo, a conoscere quanto prima la vettura per gli interessi comuni della squadra. Ha tantissimo talento e quindi, seppur pochi, tre giorni gli sono serviti molto per apprendere le principali caratteristiche della nostra vettura. Col tempo avrà modo di acquisire ulteriore confidenza col mezzo e sicuramente saprà fare bene.”

infine, interrogato sul mid field e sui nuovi rookie come Tsunoda, Lando precisa:

“Sono solo dei test, ovviamente è presto per fare dei commenti e sarebbe sbagliato da perte mia farne. I nuovi piloti come Yuki sono davvero veloci e di gran potenziale come hanno dimostrato in questi giorni. Non sarà facile battagliare con le atre squadre che sicuramente hanno aumentato la loro performance dall’ultimo GP. Solo la pista saprà dare il verdetto definitivo e mostrare realmente i distacchi tra le vetture; fattori che saranno probabilmente molto vicini dato che, ad esempio, alpha tauri mi sembra abbia fatto davvero un ottimo lavoro. Vedremo tra poche settimane i primi risultati.”

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

F1 | Fondo McLaren MCL35M: cosa si sono inventati gli ingegneri inglesi?

 

mm

Matteo Quattrocchi

Studente presso L’Università degli Studi di Pavia, fotografo sportivo e appassionato di motori da sempre.