Test F1 | Classifica combinata, giri e chilometri percorsi nei tre giorni in Bahrain

Dopo 24 ore totali di test sul tracciato di Sakhir è giunta l’ora di tirare le somme: la Ferrari sembra avere la P.U. più affidabile, pochi km per Mercedes. I migliori tempi sono stati segnati nel pomeriggio dell’ultima giornata; AlphaTauri e Alfa Romeo i team che hanno completato più giri.

Test F1 Bahrain
Foto: F1

Classifica combinata dei tempi e dei giri per piloti Test F1 Bahrain

 

La maggior parte dei tempi segnati in questa classifica risale all’ultima di queste tre giornate in pista, in particolare nella simulazione con poca benzina nel serbatoio dell’ultima ora del terzo giorno. Test F1 Bahrain

Sorprende in negativo Lewis Hamilton, solo in quinta posizione: l’anglo-caraibico non è stato a suo agio con la sua W12 commettendo troppi errori. Non sorprende invece vedere Max Verstappen davanti a tutti, probabilmente il migliore in questi tre giorni con un’ottima auto.

La più grande sorpresa in positivo è però Yuki Tsunoda, che nella sessione di domenica ha spinto molto portando in alto l’AlphaTauri. Bene anche Raikkonen e Russell, mentre possiamo affermare che l’Alpine non ha cercato il tempo sul giro secco non andando a segnare un tempo con la C5.

Più indietro i piloti che non hanno girato domenica pomeriggio non avendo potuto approfittare di una pista gommata e con condizioni atmosferiche perfette, in pratica da Perez in giù. Tra questi, risalta l’ottimo tempo di Leclerc, il migliore su C3 con pista certamente non impraticabile ma non nelle migliori condizioni.

Chiudono la classifica Sebastian Vettel e Roy Nissany. Il tedesco ha girato veramente poco a causa di problemi tecnici alla sua AMR21, realizzando il miglior tempo personale nella prima giornata. L’israeliano invece ha corso solo il primo giorno con la Williams in condizioni complicate, senza però commettere errori che avrebbero compromesso il programma del team inglese.

A livello di giri percorsi, Gasly ha completato ben 237 passaggi, seguito da Raikkonen (229), Mazepin (213), Leclerc (212), Alonso (206), Verstappen (203), Giovinazzi (193) e Sainz (192).

Pochi giri per Hamilton (154) e Bottas (150), rispettivamente sedicesimo e diciottesimo. Solo 117 passaggi invece per Vettel a causa dei già citati problemi.

Giri e chilometri percorsi per squadre e motoristi Test F1 Bahrain

Dopo aver letto i dati riguardo i piloti, è il momento di analizzare i giri e quindi i chilometri che i dieci team e i quattro motori hanno percorso.

Test F1 Bahrain

Davanti a tutti in questa classifica ci sono l’AlphaTauri e l’Alfa Romeo, con ben 422 giri. Il team di Faenza ha girato moltissimo pur essendo stato bloccato nel primo giorno da qualche problema nel turno di Tsunoda. La squadra del Biscione invece non ha avuto problemi ed è forse stata la sorpresa di questi test, con Raikkonen instancabile nell’ultima giornata e un ottimo Giovinazzi anche a livello di ritmo.

Seguono la Ferrari, unica insieme ai primi due ad abbattere il muro dei 400, la Alpine e la Haas. Per Ferrari è importante recuperare dalla scorsa stagione e i segnali sono complessivamente incoraggianti nella lotta per il terzo posto. Alpine invece ha portato nuove interessanti soluzioni, come il particolare cofano motore, e ha preparato al meglio il ritorno di Alonso: lo spagnolo ha completato oltre 200 giri. Per Haas è fondamentale invece preparare i due rookie in una stagione che vedrà presumibilmente il team in posizione di fanalino di coda. Nessun errore e tanti giri per Mazepin e Schumacher che possono quindi ritenersi soddisfatti.

Leggermente staccata la Red Bull, che ha avuto solo un piccolo imprevisto con l’esplosione del cofano motore nel secondo giorno, perdendo però una quantità di tempo praticamente nulla. Piuttosto attardata invece la McLaren in questo dato, pur non avendo sofferto problemi di affidabilità.

Stranamente, all’ultimo posto troviamo l’Aston Martin e la Mercedes. Il team di Lawrence Stroll ha perso molto tempo a causa di una doppia rottura del cambio riducendo al minimo il tempo in pista. Qualche problema di gioventù per la Mercedes che è stata sommersa dai problemi tecnici nel primo giorno e mezzo, per poi rimediare nelle altre 12 ore.

Il dato riguardate i giri completati dai quattro fornitori di motore.

L’ultimo grafico (sotto) riguarda quindi la strada fatta dai motoristi. Mercedes, fornendo ben 8 delle 20 vetture in griglia, è il team con più km percorsi. Il costruttore di Stoccarda ha passato una giornata e mezza tra diversi inconvenienti, girando meno del previsto. Inoltre, anche l’Aston Martin ha avuto vari imprevisti, tra cui una doppia rottura del cambio. Si conferma più che sufficiente sotto questo punto di vista invece la Williams, sempre molto attiva nelle sessioni di prova. Infine, nessun problema per il nuovo cliente, la McLaren, che non ha avuto imprevisti legati alla Power Unit.

La distanza percorsa dai quattro motoristi.

Insegue da molto vicino la Ferrari, pur fornendo due vetture in meno. A Maranello hanno completato abbastanza strada per raccogliere tutti i dati necessari, grazie ad un’ottima affidabilità e tre sessioni senza errori dei due piloti. Contribuiscono al numero di km all’attivo la maratona del giorno finale di Raikkonen e i tanti giri delle due Haas, in particolare di Mazepin, ma come abbiamo visto sopra anche Giovinazzi e Schumacher hanno passato molto tempo in pista.

Per concludere, Honda e Alpine, che forniscono a loro volta uno e due team in meno rispetto alla Ferrari. Tuttavia, anche il bilancio del costruttore giapponese e di quello francese è assolutamente positivo. Gasly è stato addirittura il pilota con più giri in assoluto e l’AlphaTauri il team con più giri insieme all’Alfa Romeo.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | Budkowski: “Aston Martin una Mercedes B? Problema della FIA, spero sia a suo agio con tutto ciò”

Emanuele Zullo

Classe 2005, vivo a Napoli dove frequento il liceo linguistico. Adoro qualsiasi cosa abbia quattro ruote e spero di trasformare la mia passione in lavoro.