MotoGP, Test Tailandia DAY3: le Honda volano, la Yamaha in difficoltà

La terza giornata di test a Buriram ha confermato le sensazioni delle scorse giornate. Marquez si trova molto bene con la nuova Honda e questo si riscontra nel suo passo gara di stamattina (1:30.7 di media!!). Leader della giornata è stato Daniel Pedrosa, con il suo primo tempo di 1:29.781. In casa Ducati, Dovizioso è fiducioso invece Lorenzo è dubbioso. In casa Yamaha sorride solo Zarco con la sua M1 2016 potenziata. Test MotoGP Day 3

Team Honda

Il team giapponese ha dimostrato che non ci sono più i problemi di aerodinamica dei test a Sepang, anzi adesso le moto di Pedrosa e Marquez sono imprendibili. Con le gomme dure le moto hanno una costanza nelle prestazioni che gli altri team non hanno. In Tailandia hanno anche portato dei nuovi aggiornamenti; oltre al nuovo cupolino, oggi hanno testato un nuovo forcellone in carbonio, che ha portato subito degli ottimi risultati. La prestazione di Pedrosa (1:30.127) è stata fatta con quel forcellone.

Foto: Repsol Honda Team
Team Ducati

Il box presenta due umori. Dovizioso è ottimista per gli ottimi riscontri avuti con il nuovo telaio; infatti il pilota italiano afferma che questo nuovo telaio sia leggermente meglio a quello precedente, ma bisognerà testarlo di nuovo in Qatar prima di decidere. Anche lui afferma che Marquez e la Honda siano leggermente avanti sullo sviluppo della moto, ma non si sa con quale gomma abbiano girato.

Lorenzo, invece, non ha trovato ancora un grande feeling con la nuova GP18. Il maiorchino ha dichiarato che ha avuto difficoltà in tutti e tre i giorni, poiché non era competitivo con la moto. Lorenzo sta ancora decidendo se usare la GP17 o la GP18, poiché entrambi hanno degli aspetti positivi e negativi.



Team Yamaha

Dopo i test positivi in Malesia, qui il team giapponese si trova in seria difficoltà. Rossi (decimo) ha dichiarato che nell’ultima parte la moto andava forte, ma ci sono dei problemi ancora da risolvere. Il problema della Yamaha è l’elettronica, poiché il team giapponese non è riuscita a risolvere totalmente i problemi dello scorso anno. Rossi conclude dicendo che sull’elettronica non bastano dei giorni, ma servirebbero dei mesi per trovare una soluzione.

Foto: Yamaha

Più polemico il compagno di squadra Maverick Viñales che ha concluso la giornata dodicesimo. Lo spagnolo sembra giù di tono affermando che questi test siano stati i peggiori in Yamaha. Non funzionava nulla e c’erano problemi in ogni area. lo spagnolo conclude chiedendo di riavere le stesse sensazioni della sua prima M1.

Foto: Yamaha

Chi gongola è Zarco. Il pilota del team Tech3 (team Yamaha clienti) ha concluso secondo in classifica con la sua M1 del 2016 potenziata di 500 giri. Il pilota francese lancia anche una frecciatina ai due piloti ufficiali: “Guido sempre meglio, ho trovato un buon bilanciamento e proseguo per la mia strada senza guardare a quello che fanno le altre M1: ognuno ha il suo stile”.

Ecco la classifica di giornata:

La MotoGP torna il 1° marzo con la terza sessione di test. 🇶🇦


MotoGP, Test Tailandia DAY3: le Honda volano, la Yamaha in difficoltà
Lascia un voto

Nicoletta Floris

***NON COLLABORA PIÙ CON F1inGenerale*** Studentessa di economia appassionata al mondo del motorsport (specialmente Formula 1 e MotoGP). Blogger della pagina Instagram (laragazzadelmotorsport).