TOP 5 – Gli articoli più letti del 2019

Nelle ultime ore di questo 2019 andiamo ad analizzare gli articoli che vi sono piaciuti di più in questo secondo anno di F1inGenerale.

Juan Manuel Correa tornato a casa per le festività natalizie

1. GP Giappone: Leclerc vs Ferrari

In cima alla classifica troviamo la trascrizione dei team radio di Leclerc in occasione del GP del Giappone. Uno degli appuntamenti più difficili per la Scuderia Ferrari dopo la conquista dell’intera prima fila nelle qualifiche svoltesi la domenica mattina. In gara Sebastian Vettel è autore di una falsa partenza mentre Leclerc danneggia la propria ala anteriore in un contatto con Verstappen.

Il monegasco ignorerà i messaggi del team e resterà in pista, una scelta azzardata che si rivelerà molto pericolosa per Lewis Hamilton. “Pericolo ampiamente sottovalutato” per la FIA che comminerà una penalità di 10 secondi a Leclerc e una multa di 25.000€.

F1 | Ala danneggiata, ma Leclerc non si ferma: Perchè? Ecco la trascrizione dei team radio

2. GP Belgio: Il drammatico incidente tra Anthoine Hubert e Juan Manuel Correa

Tra gli articoli più letti troviamo, purtroppo, gli aggiornamenti sulle condizioni di salute di Juan Manuel Correa, pilota sopravvissuto al terribile incidente dell’Eau Rouge-Raidillon. Il pilota statunitense, dopo una lesione spinale e una frattura multipla alle gambe, è stato sottoposto ad un intervento chirurgico, perfettamente riuscito, di ben 17 ore.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Juan Manuel Correa (@juanmanuelcorrea_) in data:


Adesso Correa ha iniziato la riabilitazione ed è tornato a parlare dell’incidente dello scorso agosto.

F2 | Correa: “Sfida fisica e mentale più dura di qualsiasi cosa abbia affrontato”

3. GP Italia: L’irruenza di Vettel e il rischio squalifica

Dopo qualche polemica nelle Qualifiche del sabato, il pilota tedesco distrusse la sua gara alla sesta tornata nella Chicane Ascari. Negli attimi successivi al testacoda il pilota del Cavallino cercò di rientrare in pista il prima possibile colpendo il posteriore della Racing Point di Stroll.

Questa manovra non è passò inosservata ai commissari che comminarono al pilota della Ferrari uno STOP/GO di 10 secondi e 3 punti di penalità. Un errore che poteva costare molto caro a Sebastian che salì a quota 9 punti di penalità, a sole 3 lunghezze dalla squalifica per un weekend.

Adesso i fans del Cavallino potranno rifiatare, Sebastian Vettel ha 5 punti di penalità che scadranno il 14 luglio 2020 (2 punti) e l’8 Settembre 2020 (3 punti).

F1 | GP Italia – Vettel rischia di saltare una gara dopo la penalità di Monza

4. Racing Point indaga sulla Renault, la squalifica in Giappone

Ha fatto discutere l’indagine avviata dalla Racing Point sul sistema frenante Renault. I primi dubbi relativi alla legalità della vettura francese nacquero addirittura da un video rilasciato dalla Renault stessa ad inizio stagione. Un passo falso quello del team francese che ha causato la squalifica nel GP del Giappone e sancì la fine della lotta per la quarta posizione nel Mondiale Costruttori.

F1 | I sospetti della Racing Point contro Renault sono partiti da un filmato! [VIDEO]

5. L’harakiri Ferrari in Brasile

Il GP del Brasile 2019 sarà ricordato come uno dei peggiori degli ultimi anni della Scuderia. Dopo qualche screzio in pista tra i due piloti Ferrari, ad Interlagos abbiamo assistito all’atto finale con una manovra scellerata dei due piloti che lottavano per l’ultimo gradino del podio.

Durissime le parole a fine gara del team principal Mattia Binotto che indicò entrambi i piloti come responsabili dell’incidente e di aver danneggiato l’immagine e il lavoro dell’intera Scuderia.

F1 | GP Brasile – Binotto: “I due piloti hanno danneggiato l’intera squadra, non voglio giudicare chi ha sbagliato”

mm

Marco Talluto

Ingegnere Gestionale appassionato di Formula 1. Social Media Manager dal 2009 con la voglia di trasmettere la mia passione per il motorsport.