Torna la F1, una sfida logistica per team e media

Mancano ormai poche settimana all’inizio del campionato 2020 di Formula 1 dopo lo stop per la pandemia di Coronavirus. Una stagione rivoluzionaria che sarà soprattutto una sfida per la logistica di tutti i team. Logistica F1

Pezzi Ferrari arrivati nel paddock poco prima delle Prove Libere di F1 logistica
Pezzi Ferrari arrivati nel paddock poco prima delle Prove Libere – Foto Marco T. per F1inGenerale.com

Gestione delle Power Unit

Con un calendario non ancora definito e con l’evolversi delle trattative con circuiti di tutta Europa, i team si continuano ad interrogare sulla gestione delle Power Unit. Logistica F1
Le nuove regole FIA 2020 imporranno l’utilizzo di 2 Power Unit con un calendario fino a 14 gare (una PU dovrà garantire affidabilità per 7 gare). Sarà possibile introdurre un motore aggiuntivo, della stessa specifica del secondo, solamente se il campionato sarà composto da 15 o più weekend.

Se i motoristi dovranno quindi prevedere solamente un’evoluzione delle Power Unit durante la stagione, non è da escludere che qualche team scommetterà in un campionato con 15 gare e sfrutterà mappature più aggressive (con 15 weekend una PU dovrà garantire affidabilità per 5 gare).

Nonostante l’incertezza, in Austria bisognerà omologare una prima specifica delle Power Unit affidabile e pronta ad affrontare il doppio appuntamento al Red Bull Ring, un circuito in cui la farfalla è totalmente aperta per il 70% del giro.

Gli sviluppi ai tempi del Coronavirus

Con le norme stringenti volute da Brawn, nel circus della Formula 1 si creerà una vera e propria biosfera. Gli 80 membri di ogni  team non potranno spostarsi e tornare in fabbrica durante i triple-header, ma saranno costretti a spostarsi in voli charter organizzati insieme ad altre squadre.

Nel 2020 le squadre dovranno quindi dire addio ai pezzi dell’ultimo minuto che arrivavano nel circuito poco prima delle Prove Libere del sabato. Inoltre la prevenzione del contagio da Coronavirus, costringerà i team a portare tutti i pezzi studiati per l’Ungheria, terza gara della stagione, già nel Gran Premio dell’Austria che si svolgerà tre settimane prima.

Misure stringenti per i giornalisti

Conferenza stampa Ferrari nel paddock con assembramento di giornalisti nel 2019 - Foto Marco T. per F1inGenerale.com
Conferenza stampa Ferrari nel paddock con assembramento di giornalisti nel 2019 – Foto Marco T. per F1inGenerale.com

A causa del Coronavirus le gare attualmente in programma si svolgeranno senza pubblico sulle tribune. Per evitare ulteriori fonti di “contaminazione con l’esterno”, la FIA vieterà l’accesso al paddock anche ad una grossa fetta di giornalisti. Logistica F1

Fino a nuova comunicazione, potranno assistere alle gare di questa stagione solamente una piccola percentuale dei giornalisti che hanno seguito la Formula 1 in pista per almeno 15 appuntamenti della scorsa stagione. Al momento non è dato sapere quali saranno i criteri di assegnazione dei pass, ma molto probabilmente per le prime 3 gare verrà accreditato solamente un rappresentate stampa per ogni Paese.

I giornalisti che avranno il permesso di entrare in circuito potranno recarsi esclusivamente in sala stampa, ma non potranno passeggiare nel paddock, pit lane o organizzare interviste one-to-one con piloti e team.

Misure ancor più stringenti per i fotografi, gli unici ammessi saranno quelli sotto contratto dai team di Formula 1.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Seguici anche su Instagram

Nuove conferenze stampa

L’assenza dei giornalisti non limiterà le conferenze stampa di rito durante i weekend di gara. Tuttavia per favorire l’interazione  tra piloti e stampa, verrà modificato il format introducendo dei collegamenti video che favoriranno il distanziamento sociale.

Quali televisioni potranno andare in pista?

La FIA non ha ancora definito le direttive per le televisioni. Dalle ultime indiscrezioni sarà solamente la FOM e Sky Sport F1 UK ad avere il permesso di registrare materiale video all’interno dei circuiti.

Con tali misure di prevenzione la F1 si prepara alla convivenza con il Coronavirus. Mai come adesso sarà fondamentale essere flessibili per riuscire a completare una stagione, finora, disastrosa.

F1 | Leclerc e quella gara in go-kart vinta da Verstappen

mm

Marco Talluto

Ingegnere Gestionale appassionato di Formula 1. Social Media Manager dal 2009 con la voglia di trasmettere la mia passione per il motorsport.