Toro Rosso – Honda potrebbe riportare un pilota giapponese in F1

Il team Toro Rosso potrebbe ingaggiare “presto o tardi” un pilota giapponese, grazie alla partnership motoristica iniziata questo anno con Honda.

Nirei Fukuzumi – Foto: cyrkf1

La squadra squadra satellite della Red Bull, ha attualmente tra le sue file Pierre Gasly e Brendon Hartley, entrambi con legami di lunga data con la società di bevande energetiche. Sembrano però incrinati i rapporti tra il pilota neozelandese ed Helmut Marko che, in questo inizio di stagione, ha raccolto un solo punto in campionato.

Honda supporta i suoi piloti nelle categorie inferiori, con Nirei Fukuzumi e Tadasuke Makino che corrono attualmente in Formula 2. Fukuzumi è arrivato terzo in GP3 la scorsa stagione ed è entrato nel giro Red Bull, anche se non è un membro ufficiale del Red Bull junior Team. Fukuzumi sarebbe la scelta più logica, anche se al momento il giovane giapponese non possiede ancora i requisiti adatti per potere ottenere la superlicenza.

Parla Franz Tost

Alla domanda se Fukuzumi fosse un’opzione per la prossima stagione, il team principal Toro Rosso Franz Tost ha risposto: “Certo, c’è un legame forte con Honda e quello che vogliamo è avere prima o poi un pilota giapponese. Tutto è nelle sue mani, deve mostrarsi veloce ed ottenere risultati, poi noi faremo le nostre valutazioni”.

Il piazzamento in GP3 della scorsa stagione, gli è valso già 15 punti superlicenza, il che significa che il 21enne ha bisogno di finire tra i primi quattro in F2 quest’anno per soddisfare i requisiti necessari.

Finora Fukuzumi non è stato autore di una stagione esaltante, avendo marcato un solo punto nelle prime sei gare. Nell’ultima gara è stato protagonista di un incidente insieme al suo connazionale Makino, incidente ormai diventato piuttosto noto,;in quanto ha testato per la prima volta l’efficienza del sistema Halo.

L'immagine può contenere: spazio all'aperto
Incidente Fukuzumi Makino GP Spagna – Foto Autosport

Sembra che l’opzione di schierare un pilota Honda alla Toro;Rosso, sia stato uno dei primi punti che sono stati discussi in fase di trattativa tra il motorista giapponese e il team Red;Bull, in fase di trattativa per poter fornire i propri motori anche al team austriaco nel 2019.

La line-up Toro Rosso è sicuramente in discussione, sia per le voci di una possibile sostituzione di Brendon Hartley, sia per il futuro incerto di Daniel Ricciardo in Red Bull, che potrebbe scombussolare molto le carte, con Carlos Sainz che potrebbe rientrare dal suo prestito in Renault e tornare in Red Bull, oppure una promozione di Pierre Gasly che sta ben figurando in Toro Rosso

Se gli accordi di fornitura power unit tra Honda e Red;Bull andassero in porto, le probabilità di rivedere un pilota giapponese in F1 potrebbero sensibilmente aumentare. Presenza nipponica in F1 che manca dal 2014, con Kamui Kobayashi che ha comunque positivamente impressionato nei suoi anni di presenza in F1.


Toro Rosso – Honda potrebbe riportare un pilota giapponese in F1
Lascia un voto
mm

Stefano Perinetti

Appassionato di F1, tifoso Ferrari. Seguo anche categorie minori e un pò tutto il motorsport in generale