Formula 1Interviste

F1 | Hamilton non convinto dalla W15 al simulatore: la teoria dietro l’addio a Mercedes

Toto Wolff ha risposto alle speculazioni secondo le quali Lewis Hamilton si sarebbe convinto a lasciare Mercedes dopo aver testato la nuova W15 al simulatore

Mercedes perde pezzi e uomini, e forse continuerà a perderne ancora. Dopo l’ufficialità del passaggio di Lewis Hamilton in Ferrari nel 2025, si parla già di chi potrebbe fare il medesimo percorso del britannico, seguendolo a Maranello. Alcuni hanno anche ipotizzato che Lewis si sarebbe convinto a lasciare definitivamente Mercedes dopo aver testato la nuova W15 al simulatore. Teoria subito sfatata da Toto Wolff, secondo cui le motivazioni dell’addio sarebbero state altre.

Hamilton Ferrari W15 Wolff simulatore
Dubbi sulle performance della W15 al simulatore: Wolff smentisce © XBP Images

Dubbi sulle performance della W15 al simulatore: Wolff smentisce

“Prima di tutto, la vettura è stata sviluppata all’interno del team con molta ricerca e molti dati, e il pilota ci dà indicazioni su ciò che sente nella vettura”, esordisce il Team Principal delle frecce d’argento.

”Questo viene poi analizzato e in seguito deciso se implementarlo o meno. Non dobbiamo né sottovalutare né sopravvalutare il contributo di un pilota e lo sviluppo di una vettura”.

“In termini di errori? No. Tutto quello che stiamo facendo lo stiamo facendo con consapevolezza e con gli occhi aperti. Abbiamo ritenuto che un contratto a lungo termine avrebbe limitato le nostre opzioni in futuro. Siamo assolutamente consapevoli di tutti gli aspetti positivi e negativi. Valutando la situazione, abbiamo deciso di fare così”.

Secondo le indiscrezioni riportate in questi giorni, Hamilton avrebbe voluto un rinnovo triennale in Mercedes ed un ruolo ad ambasciatore, mentre il team gli ha proposto solamente un anno di contratto con opzione per un’altra stagione fino al 2025.


Leggi anche: F1 | L’impossibile divenuto realtà: il verdetto di F1ingenerale su Hamilton in Ferrari


Il sette volte campione del mondo si era lasciato comunque convincere, con l’ufficialità dell’accordo arrivata nello scorso mese di Settembre. Lo scenario è però drasticamente cambiato a inizio 2024, con John Elkann in persona che avrebbe fatto leva sulle volontà di Lewis, accontentandolo in tutto e per tutto pur di portarlo a Maranello.

Tra stipendio e sponsor, Lewis arriverà a guadagnare una cifra vicina ai 100 milioni di euro, e secondo Leo Turrini avrebbe firmato un biennale con opzione per la stagione 2027. Un’offerta decisamente più allettante rispetto a quella di Mercedes, che ha finito per far cedere il pilota nonostante il fortissimo legame con la scuderia di Brackley.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

 

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.