Toyota Yaris: la quarta serie eletta auto dell’anno 2021

La nota casa giapponese non poteva che iniziare meglio il primo trimestre del duemilaventuno, ottenendo grazie all’ultima versione della Yaris Hybrid, il noto riconoscimento europeo di “Car of the Year”, posizionandosi al primo posto davanti a  Fiat New 500 e Cupra Formentor.

La nuova vettura è stata selezionata da una giuria di 59 giornalisti del settore automotive provenienti da tutta Europa, che ne ha elogiato la tecnologia ibrida, le basse emissioni, le prestazioni dinamiche, la sicurezza ai vertici della categoria e il design.

Quest’ultimo viene stravolto, infatti la quarta serie (XP210) si presenta con un aspetto più futuristico rispetto alla versione precedente, grazie ai nuovi gruppi ottici e alle linee più aerodinamiche nella;parte frontale della vettura. Invariate invece le misure, con  una lunghezza ed una larghezza di 3,94 e 1,75 metri rispettivamente. Con una capacità del bagagliaio di 286 litri e la possibilità di reclinare i sedili posteriori grazie al frazionamento 60/40, si posiziona tra le migliori auto del segmento B del mercato, in termini;di comodità di carico e spaziosità, affermandosi sempre più come la city car di punta di Toyota.

Il punto di forza è il nuovo powertrain, caratterizzato dal;motore Hybrid Dynamic Force® 1.5L con sistema Full Hybrid da 116 CV, una velocità massima di 175 km/h e un tempo di 9.7 secondi per raggiungere i 100km/h.

Presenta infatti un motore elettrico sincrono a magneti permanenti, che eroga una potenza max di 80 CV ed una coppia max di ben 141 Nm, accoppiato ad un robusto endotermico di 1490 cm^3;di cilindrata, che garantisce 92 CV di potenza max ed una sensazionale coppia max di 120 Nm a circa 3600-4800 rpm.

Proprio quest’ultimo valore, ovvero una spinta molto elevata a dei regimi di rotazione bassi, tipici dei percorsi cittadini, permette, grazie anche ai valori di coppia del drive elettrico, una erogazione di potenza fluida e bilanciata che ha come risultato una riduzione dei consumi:  Toyota ha dichiarato di aver migliorato;l’efficienza di circa il 20% rispetto alla versione precedente; questo anche grazie al passaggio dal 4 al 3 cilindri in linea per il motore endotermico, nel rispetto della sempre più ormai;consueta ottica del “downsizing”, ovvero lo sviluppo di powertrain sempre più “piccoli” ed efficienti, grazie al supporto della parte elettrica.

LEGGI ANCHE: le date della Milano Monza Motor Show

Il layout tecnico prevede che il  sistema sia un ibrido serie/parallelo, che può quindi funzionare in serie:  il motore benzina alimenta la batteria e la vettura può essere trainata dalla sola forza elettrica ,;oppure in parallelo: i due motori lavorano insieme per garantire la trazione.

La  distribuzione della potenza avviene attraverso il  Power Split Device di Toyota. Questo dispositivo, che è costituito da un ingranaggio epicicloidale, serve a combinare e a distribuire la trasmissione tra;motore benzina, elettrico e generatore, a seconda delle condizioni di marcia e di ricarica delle batterie. Il motore elettrico,;il generatore, il meccanismo;planetario per la distribuzione;della potenza e l’adattatore di riduzione della velocità del motore elettrico, sono tutti alloggiati in una scatola di trasmissione molto leggera e compatta. L’installazione di tutti questi componenti è un elemento fondamentale per il funzionamento del sofisticato sistema di trasmissione ibrida.

Consumi?

L’evoluzione della Yaris permette quindi ai consumatori di acquistare un veicolo con standard di efficienza elevatissimi, i valori WLTP indicano dei consumi per il ciclo combinato attorno ai 20.4 km/l. Regina dei percorsi cittadini grazie alle dimensioni e alla notevole maneggevolezza, con un diametro di sterzata di circa 10 metri.

E’ possibile inoltre scegliere tra 5 differenti allestimenti: Active, Trend, Lounge, Style, Premiere, al fine della massima personalizzazione. L’unico vincolo rimane nella;configurazione delle portiere, 5 e non più 3 porte, riservata quest’ultima unicamente alla variante sportiva, ispirata alle competizioni Rally, ovvero la Yaris GR.

Il prezzo di listino è di €22.000, rimane sul mercato la versione tradizionale, a €18.050, equipaggiata dal solo motore endotermico, in questo caso un 1.0L, 998 cm^3 di cilindrata ed una potenza massima di 72CV a 6000rpm.

Tutto ciò porterà sicuramente a confermare sempre di più la qualità tecnica ibrida, dovuta al lavoro di ricerca;e sviluppo ormai ventennale da parte dei tecnici giapponesi, nell’ottica di ridurre le;emissioni inquinanti e convertire il parco auto europeo cittadino con vetture sempre più efficienti. Questo obbiettivo viene incentivato dai recenti eco-bonus statali, i quali  permettono un corposo sconto sul prezzo di listino.

Seguici anche su Instagram