Formula 1

F1 | Verstappen in Mercedes e Alonso in Red Bull, perché non si tratta di fantamercato

Un eventuale clamoroso addio di Max Verstappen alla Red Bull, spalancherebbe davvero le porte all’arrivo di Fernando Alonso?

In attesa di capire come andrà a finire la vicenda che vede protagonista Christian Horner e la sua assistente personale, il paddock si interroga sulle possibili conseguenze a medio-lungo termine che il protrarsi dello scandalo potrebbe avere sulla stessa Red Bull. Una di queste potrebbe portare ad un clamoroso addio di Max Verstappen, che ormai da giorni è accostato a Mercedes per prendere il posto che Lewis Hamilton lascerà vacante a fine stagione. 

Alonso Verstappen Red Bull
Verstappen in Mercedes e Alonso in Red Bull, perchè non si tratta di fantamercato © PlanetF1

Pensare di vedere Max fuori da Red Bull Milton Keynes sembra pura utopia al momento, ma lo stesso si diceva per il trasferimento del sette volte campione del mondo in Ferrari, eppure ci troviamo oggi a commentare uno scenario sul mercato piloti più imprevedibile che mai.

Il fatto che Hamilton abbia accettato la corte di Maranello non significa ovviamente che Verstappen debba perseguire la stessa via, ma è chiaro che la sempre più netta frattura in casa Red Bull non può far altro che peggiorare un clima già particolarmente rovente, e che vede la famiglia Verstappen ed Helmut Marko da un lato, contrapposta a Horner e la famiglia Yoovidhya. 

Diverse fonti hanno descritto un Verstappen sempre più preoccupato dall’evolversi della situazione, con lo stesso Jos che ha pensato bene di farsi immortalare a colloquio con Toto Wolff nel paddock in Bahrain, per poi sventagliare delle vere e proprie fucilate nei confronti del team principal, uscendo, di fatto, allo scoperto.

Inoltre, la presunta clausola nel contratto dell’olandese di cui si vocifera permetterebbe a Max di liberarsi da Red Bull immediatamente, nonostante la scadenza sia prevista per il 2028. Ecco quindi che, tra scandali e giochi di potere, Flavio Briatore, da buon vecchia volpe, non ha avuto la minima esitazione nell’inserirsi nella vicenda.


Leggi anche: F1 | Il GP d’Arabia Saudita cambia location: ufficiale il layout del nuovo circuito di Qiddiya – VIDEO


Come già noto, Fernando Alonso è anch’esso accostato a Mercedes per il dopo Hamilton, ma è chiaro che, qualora Verstappen dovesse davvero lasciare Red Bull, si libererebbe improvvisamente il sedile più ambito della griglia.

A quasi 43 anni, lo spagnolo sa bene di avere ancora poche cartucce a disposizione per puntare al titolo, ed accasarsi in Red Bull, anche dovesse essere per una sola stagione, gli permetterebbe di provare quel colpo one shot che Mercedes, ad oggi, non riuscirebbe probabilmente a garantirgli. 

Fernando ha già affermato di voler aspettare almeno le prime gare prima di decidere del proprio futuro, e con una situazione così in divenire, anche poche settimane potrebbero stravolgere completamente il mercato, e questo Alonso lo sa bene, anzi benissimo.

Ecco perché, tornando al titolo, vedere Verstappen in Mercedes e Alonso in Red Bull, per come si stanno mettendo le cose, non sarebbe fantamercato ma (ad oggi) una concreta possibilità.

Senza la pesante spaccatura a Milton Keynes, nessuno si sarebbe azzardato a parlare di un Max lontano dalla scuderia che gli ha permesso di vincere tutto, ma è evidente che, nonostante abbia sempre affermato di non essere interessato a tali dinamiche e di volersi concentrare solo sul campionato, lo scandalo lo coinvolge ormai anche personalmente, e a mettere la mano sul fuoco su un suo possibile addio, forse, non si rischia più di bruciarsi come fino a poco tempo fa.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter