Uncategorized

F1 | Con Liberty Media spariranno le grid girls anche dalla MotoGP?

L’acquisizione della MotoGP da parte di Liberty Media potrebbe apportare delle modifiche al motomondiale, tra cui l’addio delle grid girls.

Lunedì 1 aprile è arrivata l’ufficialità dell’acquisizione di Dorna Sports da parte di Liberty Media, società di intrattenimento americana che nel 2016 aveva rilevato la Formula 1. Sono subito sorte domande sulla possibilità che alcune modifiche apportate alla F1 da Liberty possano essere replicate in MotoGP.

MotoGP Liberty Media
MotoGP a Liberty Media – credits: mercedesamgf1.com

Si parla di weekend condivisi, di più gare americane e di video-pass in comune, ma desta preoccupazione anche il futuro delle “grid girls”.

Il futuro delle grid girls in MotoGP

Dopo essere stata rilevata da Liberty Media, la Formula 1 ha eliminato la figura delle “grid girls“. Ci sono quindi dei timori riguardo il loro futuro nel motomondiale. Al momento non è tra i piani di Dorna la rimozione delle ombrelline dalla griglia di partenza della MotoGP.

Carmelo Ezpeleta, CEO di Dorna, si è espresso in merito al ruolo delle “grid girls”: “Penso che sia una questione di libertà. Non possiamo dire a nessuno che non può essere lì. Vietare le ombrelline penso che sarebbe un gesto contro le donne, non a loro favore”.


Leggi anche: F1 | MotoGP e Formula 1 insieme durante lo stesso weekend? “Non è da escludere”


Quando la Formula 1 ha smesso di utilizzare le grid girls nel 2018, Liberty aveva annunciato che “questa usanza non è in sintonia con i valori del nostro marchio ed è chiaramente in contrasto con le norme sociali moderne”.

La decisione aveva suscitato alcune polemiche, con alcune ex ragazze della griglia che non hanno condiviso la scelta della società americana.

In un’intervista alla CNN Melissa James, ex grid girls della F1, ha parlato del loro lavoro nel motorsport, spiegando che spesso viene sottovalutato: “L’ho adorato assolutamente. Vuoi che indossi un outfit super comodo e vada nelle aree VIP e guardi quello che avrei già pagato per vedere? Sì, per me va bene. È stato un lavoro da sogno“.

“Dire che siamo solo un bel viso è assolutamente ridicolo. Alla fine della giornata siamo venditrici. Dobbiamo imparare a parlare con le persone e coinvolgerle nel prodotto”, ha concluso.

Per il momento la Dorna non ha intenzione di eliminare il ruolo delle “grid girls” dalla MotoGP, resta da capire se in futuro Liberty Media vorrà proseguire con la politica già applicata in Formula 1 nel 2018 e in sintonia con i valori dell’azienda.

Foto Copertina: MotoSprint

Seguici in Live Streaming su Twitch

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter