Formula 1Uncategorized

F1 | GP Abu Dhabi – Prove libere Ferrari, Sainz: “Possiamo migliorare”

Il pilota Ferrari, Carlos Sainz, ha commentato le prove libere del GP di Abu Dhabi.sainz prove libere abu dhabi

Il pilota Ferrari, Carlos Sainz, ha commentato le prove libere del GP di Abu Dhabi. Lo spagnolo ha vissuto un venerdì particolarmente negativo. Nella prima sessione non è sceso in pista e ha lasciato il suo posto a Robert Shwartzman, mentre nella seconda sessione non è andato oltre il sesto posto.

“Dopo non aver girato nella prima, la seconda sessione di libere è stata piuttosto intensa: abbiamo infatti dovuto recuperare con il programma provando a entrare nel ritmo il più in fretta possibile. Le sensazioni non sono così pessima tuttavia c’è ancora moltissimo margine di miglioramento in vista di domani. Non vedo l’ora di scendere in pista per l’ultima qualifica della stagione”.


Leggi anche

F1 | Ricciardo conferma le sirene Red Bull: “Marko? Magari gli manco…”


Come Leclerc, anche Sainz ha commentato le voci di un possibile addio di Binotto. “Finché sono tutti rumors non parlo di queste cose perché non lo trovo necessario. Potrebbero essere nati da uno che si inventa le storie, quindi sono tranquillo. Vedo il team tranquillo e calmo, così come percepisco tanto senso di famiglia. Non è facile a volte lavorare per la Ferrari perché a volte bisogna affrontare queste voci ma tutti prima di arrivare qui me lo dicevano che sarebbe stato così e che questo fa parte dell’essere in Ferrari. Bisogna lavorare a testa bassa senza ascoltare troppo“.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

cose perché non lo trovo necessario. Potrebbero essere nati da uno che si inventa le storie, quindi sono tranquillo. Vedo il team tranquillo e calmo, così come percepisco tanto senso di famiglia. Non è facile a volte lavorare per la Ferrari perché a volte bisogna affrontare queste voci ma tutti prima di arrivare qui me lo dicevano che sarebbe stato così e che questo fa parte dell’essere in Ferrari. Bisogna lavorare a testa bassa senza ascoltare troppo“.