Formula 1Interviste F1Uncategorized

F1 | GP Australia – Incidente Sainz-Alonso, Vasseur critica la FIA e la sua inconsistenza

Le critiche di Vasseur alla pessima gestione gara della FIA in Australia sull’incidente tra Sainz e Alonso. E sul ricorso…

Vasseur
Incidente Alonso-Sainz, le critiche di Vasseur al GP d’Australia – Credits photo: @Media Ferrari

Fred Vasseur ha criticato aspramente la pessima gestione gara al GP d’Australia in merito all’incidente tra Sainz e Alonso. I commissari non hanno concesso neanche un minuto di tempo per discuterne che hanno deciso subito di penalizzare il pilota Ferrari.

Dopo la bandiera rossa, quando mancava un giro dalla fine, i piloti si erano riposizionati in griglia per ripartire. In curva 1, però, Sainz ha commesso un errore cercando di superare Alonso. La sua vettura ha toccato quella del pilota Aston Martin, provocandogli un testa coda. Gli stewards avevano deciso di incolpare il ferrarista per l’incidente, dandogli non solo 5 secondi di penalità ma togliendogli anche 2 punti dalla licenza di guida.

Un tempo enorme che il #55 ha pagato caro: dal meritato quarto posto è sceso dodicesimo nell’ultima ripartenza al GP d’Australia. Non è bastato il doloroso team radio di Sainz, che quando ha sentito della penalità, ha pregato il suo team di far cambiare idea alla commissione, dicendo loro di aspettarli per discuterne dopo la gara.

Vasseur non è rimasto sorpreso, e si è scagliato contro l’inconsistenza della FIA nel prendere decisioni e cambiare regolamento. Nella gara in Bahrain, i commissari hanno impiegato 30 giri prima di notare che la vettura di Alonso era stata toccata quando era rientrato per scontare una penalità per essere fuori posizione in griglia. La penalità è stata confermata solo poco dopo la celebrazione del podio e tre ore dopo è stata revocata.

“Il mio compito è trarre le cose positive e negative”, ha detto Vasseur a Channel 4. Elogiando l’ottima rimonta di Carlos Sainz, il TP Ferrari si è detto deluso perché la penalità non ha minimamente influito sul risultato finale:

“Penso che questo sia un peccato. La scorsa gara abbiamo cambiato il regolamento due volte in 10 minuti riguardo al pit stop per Alonso. Avrebbero potuto fare lo stesso oggi, [o] almeno discuterne. La scorsa gara hanno impiegato 30 giri per decidere se Alonso fosse o meno ai box. Oggi ci sono voluti cinque secondi.”

Perché Ferrari non ha fatto ricorso?

E riguardo a un possibile appello contro la sanzione, Vasseur ha lasciato intendere di avere le mani legate: “Non sono un grande fan di questo genere di cose. È un incidente in pista, ma con un incidente in pista hai sempre due macchine nell’incidente e hai due modi di vedere l’incidente. Venendo dalla Ferrari ed essendo il team principal di Carlos, la mia posizione non è la stessa di altri nel paddock. Penso però che in questo tipo di situazione potremmo prenderci cinque minuti per discutere e dare un’occhiata ai dati”.

Anche Alonso ha ritenuto che la penalità di Sainz sia stata “troppo severa”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter