Vicky Piria in esclusiva: “Le ombrelline non sminuivano le donne, le donne valgono anche come grid girls”

Vicky Piria ai nostri microfoni si espressa sul tanto discusso tema delle grid girls. Secondo Vicky, le ombrelline non sminuivano in alcun modo la donna, trattandosi piuttosto di una semplice e libera scelta della ragazza. “Io credo che se noi donne siamo libere ed emancipate come diciamo di essere, siamo libere di fare le ombrelline così come di fare l’ingegnere o il meccanico”

Vicky ombrelline
Luna Spada, modella e grid girls F1

Sono passate ormai tre stagioni dal giorno in cui la Formula 1 ha deciso di chiudere le porte alle ombrelline in griglia. Le grid girls – la cui presenza fu definita non più in linea con i valori del brand nonché in contrasto con le norme sociali moderne – sono uscite di scena non senza polemica da parte dei fan e delle grid girls stesse. Ricordiamo una nostra intervista del 2018 rilasciata dalla modella ed ombrellina Luna Spada, che criticò fortemente la scelta di liberty media.

Recentemente abbiamo avuto il piacere di scambiare quattro chiacchiere con Vicky Piria, che ha anche lei espresso la sua opinione a riguardo.

Vicky Piria: “Le ombrelline non mi hanno mai dato fastidio. Non sminuiscono le donne, noi valiamo anche come ombrelline”

“E’ un discorso di buon senso. – ha commentato Vicky Piria ad F1inGenerale.com. “A me non hanno mai dato fastidio, anzi. Se una ragazza studia all’università e ha bisogno di guadagnarsi due quattrini in più andando a fare l’ombrellina, perchè non dovrebbe farlo?”

“Io credo che se noi donne siamo libere ed emancipate come diciamo di essere, siamo libere di fare le ombrelline così come di fare l’ingegnere o il meccanico. Le ombrelline non sminuiscono le donne, è una libera scelta.”

“Chiaramente poi dipende anche dai media: se quando arriva la macchina che parcheggia in griglia, invece del close up sulla monoposto lo fai sulla minigonna dell’ombrellina, allora stai sbagliando tu, non l’ombrellina ad essere lì.”

 “E’ un discorso di buon senso che va oltre la scelta di una ragazza di fare ombrellina o la scelta di qualcun altro di non volere le ombrelline perchè “le donne valgono”. Le donne valgono anche come ombrelline.”

Seguici anche su Instagram

 

Davide Galli

Studente di giurisprudenza e appassionatissimo fin dall’infanzia di Formula 1. Amo qualunque cosa faccia "bruum"