Vicky Piria per F1inGenerale: “I social sono una vetrina, ma la vita non è tutta così”

“I social sono una vetrina, ma la vita non è tutta così”: queste le parole di Vicky Piria in un’intervista esclusiva rilasciata a F1inGenerale parlando di come, molto spesso, mostriamo agli altri solo la parte più bella di noi, tralasciando le difficoltà che incontriamo nella vita.

vicky piria social vetrina
Vicky Piria – credits: Pinterest

I social sono una vetrina, ma la vita non è tutta così“: ecco la risposta di Vicky Piria ad una delle tante domande che le sono state poste nell’intervista esclusiva rilasciata a F1inGenerale.

In quest’ultimo anno, a causa della pandemia Covid-19, non siamo riusciti a vivere a pieno le emozioni che il motorsport ci da. Molte gare sono state annullate, i calendari sono stati tutti stravolti…insomma, il mondo dei motori è andato in pausa. Nei primi mesi del 2020, però, abbiamo avuto l’opportunità di entrare un po’ dentro le vite dei nostri piloti preferiti: molti si sono appassionati a Twitch e ci hanno fatto divertire con le loro “battaglie” e altri ci hanno mostrato il dietro le quinte della preparazione di un pilota ad una nuova stagione.

Abbiamo chiesto a Vicky se avesse mai pensato di postare sui social media foto e video che mostrassero un’altro lato di sé. Quello più privato. I social sono un po’ come una vetrina. Immaginate di avere un negozio tutto vostro: logicamente in vetrina ci andranno tutti i capi più belli. Così è il mondo dei social. Certamente preferisco postare foto e video in cui sto bene, non ho mai pensato di rendere pubblico un mio momento di debolezza, ad esempio. Ma alla fine facciamo tutti così.”

Vicky si è poi soffermata sulla vita di un pilota come lei, affermando che le giornate non sono tutte rose e fiori. “Come tutti, anche noi piloti abbiamo grandi preoccupazioni che ci occupano la testa e ci fanno pensare a lungo. L’importante è che appena saliti su un kart piuttosto che qualcos’altro, si pensi solo a quello. Le difficoltà esistono per tutti, ma dobbiamo anche capire quando è il momento di concentrarsi e lasciare i brutti pensieri in un angolino“.

Soffermandosi sul terribile incidente di Grosjean, è stato chiesto alla Piria se le fosse mai capitato di avere paura di farsi male. “Non è tanto la paura di fare un incidente, quella devo ammettere che non mi ha mai toccato. Mi preoccupo più per la macchina, perché se faccio un incidente posso perdere punti, posso rovinare le qualifiche piuttosto che le prove libere. Questo vale per me, naturalmente è qualcosa di molto soggettivo”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | Il terzo pilota del team Alpine sarà Kvyat!

Alessia Malacalza

Classe 2000, aspiro a lavorare nel mondo dello sport. Studio Comunicazione d'impresa e relazioni pubbliche a Milano.