VW MAGGIOLINO: l’auto tedesca nata per il popolo

Se vi chiedessi di dirmi il nome di un’ auto, nata nel secolo scorso e che è arrivata ai giorni nostri, quale pensereste? E perché proprio il Maggiolino della VW?

VW Maggiolino: fonte sconosciuta
VW Maggiolino: fonte sconosciuta

Se vi chiedessi di dirmi il nome di un’ auto, nata nel secolo scorso e che è arrivata ai giorni nostri, quale pensereste? E perché proprio il Maggiolino della VW?

Scopriamo insieme la storia di una delle auto che ha fatto conoscere questo marchio in tutto il mondo!


Leggi anche: Automotive| Alla ricerca delle auto dimenticate (o quasi) più bonus.


LE ORIGINI DI UN MITO: UN’ IDEA RIVOLUZIONARIA

Inizia tutto negli anni ’30, o meglio, metà degli anni ’30. 

Una delle idee di Adolf Hitler era quella di rendere le automobili non un bene di lusso e quindi per pochi, ma accessibile a tutti.

Per raggiungere questo scopo, Adolf si rivolse a Ferdinand Porsche e Jakob Werlin, chiedendo di realizzare il progetto di un’ auto che potesse trasportare 5 persone, che consumasse poco e che potesse viaggiare in totale tranquillità sulle prime autostrade della Germania, ma anche adatto al trasporto di soldati e di armi.

I due ingegneri mostrarono i loro progetti e alla fine venne approvato quello di F. Porsche. 

Piccola precisazione: nella mente di Porsche, in realtà, vi era già il progetto di un’ auto simile. 

Arriva il momento di presentare questa vettura e vengono allestiti tre prototipi: due berline ed una cabriolet, queste  ispirate, in realtà, ad un’ auto già esistente, la Tara V570.

VW Maggiolino: fonte sconosciuta
VW Maggiolino: fonte sconosciuta

LA PRESENTAZIONE UFFICIALE.

Siamo nel 1939. 

La Volkswagen viene presentata al salone di Berlino, dove riscuote un gran successo. Una cosa, però, separa la vettura dalla produzione per mobilitare le masse: l’ inizio della Seconda Guerra Mondiale. 

Quest’ ultima, infatti, portò Volkswagen a convertire l’ auto in mezzo bellico. 

VW Maggiolino: fonte sconosciuta
Catena di montaggio VW Maggiolino: fonte sconosciuta

“GUERRA” VUOL DIRE ANCHE DISTRUZIONE, E LO STABILIMENTO NON VIENE RISPARMIATO

Era scontato che anche lo stabilimento, a causa della guerra, avrebbe subito danni. I capi tedeschi, valutando la situazione, decisero di demolirlo completamente, ma l’ idea di una demolizione non venne presa in considerazione da un ufficiale inglese che, al contrario, pensava al ripristino della struttura. 

Ci spostiamo nel 1945, quando le “operazioni ricostruzione” dello stabilimento giungono al termine.  Il primo Maggiolino messo in produzione, ma rivolto esclusivamente agli alleati, è il Typ 1/111 Standard. 

VW Maggiolino: fonte sconosciuta
VW Maggiolino: fonte sconosciuta

DAL ’50 AI GIORNI NOSTRI

Negli anni, la vettura è stata soggetto di moltissime migliorie. 

Per esempio, nel 1950 venne introdotto il termostato automatico per il raffreddamento del motore e il filtro dell’aria cilindrico a cartuccia. Inoltre vennero apportate migliorie alle barre di torsione delle sospensioni e tante altre. 

Per essere più precisi, il Maggiolino è stato soggetto di 78.000 piccole modifiche (fonte Wikipedia)

Purtroppo non tutte le cose sono destinate a durare per sempre. Nel 2019 VW dice addio, dopo più di 80 anni di produzione, per  al Maggiolino, producendo l’ ultimo esemplare nella fabbrica Messicana di Publa. 

 

PICCOLA CURIOSITA’

Nata per mobilitare le masse e costare poco, senza alcun dubbio, il Maggiolino è stata un’ auto importante, arrivata fino ai giorni nostri. Ma sapete che molte auto hanno preso ispirazione da lei? Volete sapere quale? La prima FIAT 500 e la prima Porsche.

 

TI RICORDIAMO CHE PUOI SEGUIRCI ANCHE SUI NOSTRI SOCIAL: Seguici anche su Instagram