W Series | A settembre le selezioni per la stagione 2020

Nel mese di settembre inizierà la prima fase per la selezione delle partecipanti alla W Series 2020 sul circuito di Almeria.

W Series 2020
Vicky Piria, Credit: F1inGenerale

Lo scorso weekend sul circuito di Brands-Hatch la W Series ha incoronato Jamie Chadwick come prima campionessa del nuovo campionato tutto al femminile. Dai regolamenti le top 12 si sono garantite l’accesso alla stagione 2020 mentre i premi sono stati distribuiti a tutte le 20 ragazze presenti in griglia (incluse le riserve). In top 12 si è piazzata anche l’unica pilota italiana, Vicky Piria. W Series 2020

Per i restanti 8 posti sulla griglia di partenza bisogna passare un programma di selezione e stando alle ultime news si presenteranno in circa 40 sul circuito spagnolo di Almeria. Per poter prendere parte alla selezione bisogna rispettare due criteri:

  • i piloti devono essere donne;
  • I piloti devono essere in possesso di una licenza di guida di tipo C fornita dalla FIA.

Nel mese di giugno a Parigi la stessa FIA ha stabilito che a partire dalla stagione 2020 si assegneranno dei punti validi per la superlicenza anche alle partecipanti alla W Series.

Per poter avere dei giri comparativi, uno o due piloti della top 12 di quest’anno prenderanno parte al test per compiere alcuni giri veloci; il tempo fatto segnare sul giro sarà l’obiettivo da raggiungere per coloro che aspirano ad un sedile per il 2020. Dave Ryan, direttore di corsa della W Series, ha così commentato:

“Nel 2019 abbiamo testato le ragazze con una vettura Tatuus T-318 Formula 3 e quest’anno sarà lo stesso. Sceglieremo uno o due piloti dalla top 12 per avere dei giri comparativi, il miglior modo per capire la velocità delle nuove aspiranti.” [Credit: W Series ]

Le 8 pilote che sono finite fuori dalla top 12 saranno costrette a prendere parte nuovamente al programma di selezione. Il loro posto per il 2020 non è per nulla assicurato.

Seguici anche su Instagram: @F1inGenerale.

DTM | C’è anche un pò di Italia nelle vittorie di Renè Rast