W Series | GP Miami – Prima pole position per Nerea Marti, Jamie Chadwick scatterà dalla seconda posizione

La prima pole position della stagione 2022 della W Series va a Nerea Marti, che si è rivelata la più veloce nelle qualifiche del GP di Miami battendo a pochi secondi dalla fine della sessione la campionessa in carica Jamie Chadwick

w series qualifiche miami
Credits: unknown, Twitter

Le qualifiche del GP di Miami della W Series danno il via alla stagione 2022 del campionato femminile. Alice Powell è stata tra le prime a scendere in pista per la rincorsa alla pole e si è subito imposta sulle sue rivali. Tuttavia le sue colleghe hanno immediatamente iniziato a darle del filo da torcere: la campionessa in carica Jamie Chadwick le ha strappato la P1, ma Alice si è subito ripresa la sua posizione, seguita da Beitske Visser in P2 e Emma Kimilainen in P3.

Dopo qualche giro Emma Kimilainen si porta in seconda posizione all’inseguimento di Alice Powell e Jamie Chadwick riesce a recuperare una posizione e portarsi in terza, seguita da Belen Garcia in P4.


Leggi anche: W Series | A Miami inizia la stagione 2022: anteprima e dove seguirla


A 10 minuti dalla fine della sessione arriva una bandiera rossa: Chloe Chambers perde il controllo della sua auto e fa un testacoda, fortunatamente senza danneggiare la sua monoposto.

Alla ripartenza Emma Kimilainen apre le danze ed è subito chiaro che punta alla pole, ma anche Chadwick ha lo stesso obiettivo, infatti inizia a migliorarsi in tutti i settori. La campionessa si porta poco dopo in testa in 1:57.080, a più di tre decimi di distacco da Powell.

Nerea Marti stupisce tutti e strappa la prima posizione a Jamie a 30 secondi dalla bandiera a scacchi. Nel frattempo Fabienne Wohlwend commette un errore che la fa finire a muro, provocando la seconda bandiera rossa della sessione e la fine delle qualifiche.

Risultati della sessione

Immagine

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Simona D.

Studentessa di lingue appassionata di motori che spera, un giorno, di poter trasformare la sua passione nella sua professione.