W Series | Rivelati i nomi delle 18 ragazze che vi gareggeranno nel 2020

Dopo tre giornate di test ad Almeria, le analisi dei dati telemetrici e dei tempi dei giri veloci, la serie femminile ha scelto le 6 ragazze che nel 2020 gareggeranno a fianco delle prime 12 nella classifica della stagione passata.

W Series 2020
Jamie Chadwick, Credit: W Series

Sono 18, al momento, le pilote a cui è stato assegnato un sedile in W Series per il 2020. Mancano ancora due nomi, che verranno annunciati prossimamente, affinché arrivino a 20 le monoposto in griglia. Vediamo chi sono le fortunate. W Series nomi 2020

Vecchie glorie W Series nomi 2020

Alle prime dodici nella classifica della stagione inaugurale è stato assegnato un sedile di diritto. In ordine dalla 1^ alla 12^ sono:

  • Jamie Chadwick, Regno Unito
  • Beitske Visser, Olanda
  • Alice Powell, Regno Unito
  • Marta Garcìa, Spagna
  • Emma Kimilainen, Finlandia
  • Fabienne Wohlwend, Liechtenstein
  • Miki Koyama, Giappone
  • Sarah Moore, Regno Unito
  • Vicky Piria, Italia 
  • Tasmin Pepper, Sud Africa
  • Jessica Hawkins, Regno Unito
  • Sabre Cook, Stati Uniti

New entry

Ecco chi sono i volti nuovi del campionato femminile:

  • Ayla Agren, Norvegia
  • Abbie Eaton, Regno Unito
  • Belen Garcia, Spagna
  • Nerea Marti, Spagna
  • Irina Sidorkova, Russia
  • Bruna Tomaselli, Brasile

Non sarà più Marta Garcia la più giovane in pista(18 anni); le debuttanti Marti e Sidorkova hanno rispettivamente 17 e 16 anni!

Le parole di Catherine Bond Muir, CEO della categoria

“Non appena si è concluso il round finale di Brands Hatch, eravamo già proiettati sulla stagione 2020. Abbiamo ricevuto più di 40 candidature ad un sedile e non è stato semplice scegliere. Siamo partiti con i test in Spagna e in seguito le analisi dei dati.

La lista è impressionante: 12 volti della scorsa stagione e 6 nuove pilote, che hanno guidato benissimo ad Almeria. Nel gruppo ci sono ragazze provenienti da 12 Paesi diversi che vanno da tutte le fasce d’età: dall’esperta 30enne Emma Kimilainen alla giovane promessa di 16 anni, Irina Sidorkova.

Ci dispiace molto coloro che non abbiamo selezionato, ma purtroppo la loro delusione è semplicemente un esempio del rischio insito nella vita di qualsiasi atleta ai livelli più alti dello sport agonistico. Più si può vincere, più si può perdere.”

Unisiciti al nostro canale Telegram per non perderti nessuna news relativa al mondo del motorsport!

ESCLUSIVA | Donne nel motorsport: ce lo spiegano Sophia Floersch e Amna Al Qubaisi

Simona D.

Studentessa di lingue appassionata di motori che spera, un giorno, di poter trasformare la sua passione nella sua professione.