WEC | 24 ore di Le Mans, sintesi dopo 16 ore: la lunga notte di Le Mans

Più lunga del solito la notte della 24 Ore di Le Mans 2020. Settembre offre meno ore di luce, costringendo gli equipaggi alle fatiche della guida al buio per non meno di due ore in più rispetto al solito. Ecco cosa vi siete persi, fra guasti e incidenti. 24 ore le mans sintesi notte

24 ore le mans sintesi notte
Immagini FIA WEC

Nona ora

Dopo le safety car, la testa della corsa ha subito diversi sconvolgimenti.

[Classifica dopo 8 ore]

In LMP1 guida la Toyota #7 con Lopez, seguita a 1 giri dalla #8 di Nakajima che ha sofferto un problema ai freni. La prima Rebellion è la #1, a 34 secondi dalla #8.

In LMP2, in 11 secondi sono racchiuse la #32 United Autosport (Brundle), la #26 G-Drive (Vergne), la #38 JOTA (Davidson) e la #22 United Autosport (Albuquerque). La gara è sul filo di lana.

In GTE-PRO, la testa della corsa è formata dalla Aston Martin #97 di Lynn e dalla Ferrari #51 di Pier Guidi. Le Safety car hanno separato la Ferrari #71 di Molina (+70 secondi) e la #95 di Lynn. La #82 Risi Competizione (Bourdais)è a quasi un giro, mentre a un giro troviamo la #63 WeatherTech di Vilander, tallonata dalla Porsche #91 di Lietz. La Porsche #92 dopo il guasto ha 12 giri di ritardo.

In GTE-AM la testa è formata dalla #83 AF Corse, la #90 TF Sport, la #98 AMR e la #56 Project 1.

22.45 – Vergne (G-Drive #26) passa la #32 ed è in testa in LMP2. In GTE-PRO continua la lotta per la testa tra la #97 e la #51, mentre ripartono le soste con la #71.24 ore le mans sintesi notte

23.00 – Dopo le soste la Ferrari #51 ritorna in testa con 7 secondi sulla #97. In LMP2 guidano le United Autosport #32 e #22, seguite dalla #26 G-Drive.

23.21 – Martin ha fatto una sequenza di giri velocissimi, e riesce a passare la #51 di Pier Guidi. La #63 WeatherTech rientra nel garage dopo un’uscita di pista a causa di un problema ai freni. Continua la battaglia tra la #99 AMR di Gunn e la #83 AF Corse di Nielsen in GTE-AM.

23.30 Finisce anche la nona ora, ecco i leader:

LMP1 Toyota #7 | LMP2 #32 United Autosport | GTE-PRO #97 Aston Martin | GTE-AM #90 TF Sport

[Classifica]

Decima ora 24 ore le mans sintesi notte

23.33 – Guasto per la #26 G-Drive, che era seconda in LMP2! Rusinov procede lentissimo a partire dalla chicane Dunlop, e si ferma dopo Tertre Rouge. Poi riparte, ma è di nuovo fermo a Arnage, e riesce di nuovo a partire. Intanto la #36 Signatech Alpine si gira alle curve Porsche, senza andare per fortuna a muro.24 ore le mans notte sintesi

23.40 – Rusinov non si ferma ai box, ma continua ad avere gli stessi problemi. Piccolo incendio al box della #70 MR Racing. Finalmente rientra ai box la #26 dopo aver stupidamente perso un altro giro.

23.55 – Dopo la sosta la Aston #97 di Martin allunga il proprio vantaggio a 15 secondi sulla Ferrari #51 di Serra. Aston a proprio agio in questa fase.

00.00 – In LMP2 guida la #32 United Autosport di Van Uitert, seguito dalla #38 Jota di Sa Costa e dalla #22 United Autosport di Hanson.

00.15 – Con gomme nuove recupera secondi la Ferrai #51 di Serra, che gira in 3’53” contro 3’55” della Aston #97. Leggera uscita di pista della #47 Cetilar Racing del nostro Lacorte. Parlando di italiani, la #77 Proton di Cambell-Pera-Ried è quinta, prima dei doppiati GTE-AM. Si riaccende la lotta tra la #90 TF Sport e la #83 AF Corse per la seconda posizione.

00.25 – La Ferrari #70 MR Racing di Kimura finisce nella ghiaia della curva Porsche. Nuova Slow zone.

00.30 – La Jackie Chan #37 è squalificata! Secondo la decisione dei commissari, quando attorno alle 21.30 l’auto si era fermata in pista, il pilota ha chiamato (col telefono!) la squadra e un membro del team gli ha fornito un pezzo fondamentale per ripartire. Ottenere aiuto esterno in posti diversi dalla pit lane è vietato, e punito con la squalifica.

I leader dopo 10 ore: LMP1 Toyota #7 | LMP2 #32 United Autosport | GTE-PRO Aston Martin #97 | GTE-AM Aston Martin Racing #98

[Classifica]

Undicesima ora

La vettura #70 è riuscita a tornare in pitlane dopo l’uscita di pista e la conseguente slow zone. In LMP2  la Signatech Alpine #36 è a ridosso della top ten dopo i problemi al primo giro. Nella GTE-Pro Aston Martin al comando con la #97 di Maxime Martin mentre le Ferrari inseguono.

00:45 – Bandiera gialla a causa della vettura LMP2 #33. La vettura è riuscita a ripartire.

1:00 – Nuova bandiera gialla a causa della Porsche #89.

La Ferrari si è trovata la con la #71 con problemi di forature e con la sola #51 a lottare per la vittoria finale.

Questa la situazione al termine dell’undicesima ora:

  • LMP1:Toyota #7
  • LMP2:  United Autosports #32
  • GTE – Pro: Ferrari #51
  • GTE – Am:  Aston Martin #98

[Classifica completa]

Dodicesima ora

I problemi della Ferrari #71 hanno riacceso le speranze delle due Aston Martin #97 e #95. Anche in GTE-Am la lotta è tra le due Aston Martin mentre la Ferrari #83 è terza di classe ben distante dalla vetta.

2:00 – Parte di gara con posizioni consolidate. Nella GTE-Pro Aston Martin ha un distacco di circa 5 secondi dalla Ferrari #51, mentre la #71 è scivolata al sesto posto di classe. 24 ore le mans sintesi notte

2:05 – Bandiera gialla alla curve Porsche; la Ferrari #75 in ghiaia dopo un testacoda

2:10 – Grazie ai ritiri e alle safety car, la #36 Signatech Alpine si ritrova all’ottavo posto della LMP2. Davanti la #32 e la #22 dettano il passo

2:20 – Rientra la Toyota #8 per la sosta dopo aver accumulato un distacco di un giro a causa di problemi ai freni

2:25 – Pit stop anche per la Toyota #7 di Kobayashi, saldamente al comando.

2:30 – A metà gara questi i leader delle quattro classi: LMP1 Toyota #7, LMP2 United Autosports #32, GTE-Pro Ferrari #51, GTE-Am Aston Martin #98

[Classifica completa]

Tredicesima ora 24 ore le mans sintesi notte

2:41 – Rientra ai box la Toyota #7 saldamente al comando, ma dopo il rifornimento i meccanici la portano in garage. Smontati cofano motore e parte anteriore con pilota giù dall’auto.

2:45 – La #8 si sdoppia mentre proseguono i lavori nella parte posteriore. Kobayashi piuttosto sconsolato. Confermato problema al turbo.

2:48 – Confermato un problema al turbo, nel frattempo cambio in vetta con la Toyota #8 che prende la testa della gara.

2:50 – Anche la Rebellion #1 ne approfitta ne approfitta e sale al secondo posto.

2:51 – Uscita di pista per la Porsche #88 dopo la Dunlop, slow zone attivata lì.

Immagine

2:56 – #7 ancora ferma, la Rebellion #3 con Dumas al volante sale in P3.

3:00 – Rimossa la Porsche #88, bandiera verde.

3:06 – Giro record per Lynn nelle GTE-Pro in 3:50.653, adesso a nove secondi da Calado.

3:10 – Dopo 29 minuti la Toyota #7 riparte, doppiata di sette giri dalla prima della classe e di quattro giri dalla seconda Rebellion al momento terza.

3:30 – 13a ora andata, questi i primi in ogni classe: LMP1 Toyota #8, LMP2 United Autosports #22, GTE-Pro Ferrari #51, GTE-Am TF Sport #90

[Classifica completa]

Quattordicesima ora

3:38 – Pit completo per la AF Corse #51 che cede la vetta alla Aston #97 nelle GTE-Pro. Al volante della Rossa c’è Pier Guidi adesso.

3:41 – Errore per Bourdais sulla Risi Competizione che perde la P4 a favore della Porsche #91.

3:51 – Incidente a Mulsanne tra la LMP2 di Racing Team Nederlands e la Ferrari #63 di WeatherTech Racing, De Vries e Vilander al volante delle due vetture coinvolte. Altra slow zone.

3:56 – Riparte De Vries, ancora fermo Vilander.

4:03 – Parte anche Vilander, bandiera verde.

4:24 – Contatto con le barriere per la Ferrari #62 con Hollings nell’abitacolo. L’incidente è avvenuto alla prima chicane sull’Hunaudieres.

Immagine

4:28 – Pit stop per la Aston #97 che lascia la P1 a Pier Guidi. Lynn scende dall’auto e lo sostituisce Martin.

4:30 – Dopo 14 ore, questi gli equipaggi davanti in ogni classe: LMP1 Toyota #8, LMP2 United Autosports #22, GTE-Pro Ferrari #51, GTE-Am Aston Martin #98.

[Classifica completa]

Quindicesima ora

4:36 – Cambio al vertice in LMP2 durante una sosta ai box: la United Autosports #32 sopravanza ancora la gemella #22.

Anche in GTE-AM i pit stop ridefiniscono la testa della classifica: è la TF Sport #90 a chiudere la quindicesima ora in testa. I ritmi notturni si fanno meno serrati.

5:30 – Dopo 15 ore, questi gli equipaggi davanti in ogni classe: LMP1 Toyota #8, LMP2 United Autosports #32, GTE-Pro Ferrari #51, GTE-Am Aston Martin #90.

[Classifica completa]

Sedicesima ora

5:35 – Brutta foratura per la Ferrari Red River #62, che torna ai box zoppicando senza posteriore destra.

6:17 – Ancora problemi per la Iron Lynx #75, ferma nel garage con un denso fumo bianco proveniente dal motore.

6:19 – La situazione non è ideale nemmeno in Porsche: la #91 rientra ancora in garage per problemi elettrici, rimanendoci per oltre dieci minuti.

6:24 – Colpo di scena in classe LMP2: la #32 è costretta a una sosta lunga, nel garage, per sospetta perdita di olio.

6:30 – Dopo 16 ore, questi gli equipaggi davanti in ogni classe: LMP1 Toyota #8, LMP2 United Autosports #22, GTE-Pro Ferrari #51, GTE-Am Aston Martin #90.

[Classifica completa]

Rimani aggiornato su tutte le notizie dal mondo Endurance e GT e la 24 ore di Le Mans seguendoci sul canale Telegram dedicato. Aggiornamenti Le Mans

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

WEC | 24 Ore di Le Mans: Sintesi dopo 8 ore – Tante vetture KO già nelle prime ore notturne

Francesco Ghiloni

Studente universitario e grande appassionato di motorsport, specialmente di endurance.