WEC | 24 ore di Le Mans – Sintesi Prove Libere 3: Rebellion e Porsche nella notte!

La terza sessione di prove libere della 24 ore di Le Mans WEC vede la Rebellion #1 e la Porsche #92 guidare i tempi, mentre si testano gli assetti e il passo gara

le mans prove libere

Dopo un’intensa prima parte della giornata, con 6 ore di libere che hanno preceduto i 45 minuti della prima qualifica, le Prove libere 3 sono state fondamentali per studiare l’assetto e il passo gara di notte, con temperature più basse, e per “acclimatare” i principianti al buio fitto.

Due le interruzioni della sessione: una per un incidente della ByKolles #4 di Spengler, dopo 90 minuti dall’inizio, e l’altra causata dal più duro incidente della Ferrari #62 Red River di Grimes quando mancavano pochi minuti alla fine.

LMP1

Dopo aver guidato le prime 2 sessioni di libere e la qualifica 1 le Toyota si sono concesse il lusso di tirare di meno. La prima posizione è così della Rebellion #1 di Louis Delatraz in 3:19.158, seguita a mezzo secondo dalla #7 di Kobayashi e dall’altra Rebellion #3 di Menezes a 6 decimi. le mans prove libere

La storia principale della sessione è quella dello sfortunato incidente di Spengler, che ha avuto un contatto con le barriere a Tertre Rouge, mentre la squadra è stata multata per l’uso di strumenti creanti scintille durante le riparazioni.

LMP2

le mans prove libere
IDEC Sport ricostruisce una delle sue vetture

Tristan Gommendy guida le FP3 in LMP2 con la #30 Duqueine, seguito dalla #32 e #22 United Autosport in seconda e quarta posizione, dalla #26 G-Drive in terza, dalla #29 Racing Team Nederland in quinta, tutti questi eccetto Duqueine saranno domani in Hyperpole.

Per il resto è stata una sessione molto tranquilla senza molti incidenti o problemi, mentre nei box lavora duramente IDEC Sport per ricostruire i due telai danneggiati nelle FP2 di ieri.

GTE-PRO le mans prove libere

La Porsche #92 di Estre guida il gruppo in 3:52.177, seguita a 2,5 decimi dall’Aston #97, a 4,5 decimi dalla #97 e a 6 decimi dalla Ferrari #51 di Calado-Pier Guidi-Serra.

Anche qui lo scopo della sessione è stato lo studio del passo gara, senza grandi problemi eccetto per una foratura proprio della #92, e uno Stop and Go di #10 minuti per la Ferrari #51 (abuso dei limiti della pista), mentre la #71 ha passato la prima ora ai box.

Da segnalare che la Ferrari #82 Risi ha rotto il parco chiuso tra Qualifiche e le PL3, con la direzione gara che ha tolto tutti i tempi di qualifica, ponendola ultima nella griglia della classe, com’era già. La stessa cosa è successa con la #52 AF Corse in GTE-AM.

GTE-AM le mans prove libere

Kei Cozzolino guida la GTE-AM con un 3:54.490 segnato nell’ultima ora sulla Ferrari #70 MR Racing, seguito dalla #98 AMR a un decimo e dalla #60 Iron Lynx a 3 decimi e mezzo.

La sessione è stata caratterizzata dai vari incidenti dei piloti esperti e meno esperti di questa classe, con Ried che ha avuto uno spin alla Chicane Ford sulla Porsche #77, mentre la Ferrari #62 Red River Sport, dopo varie uscite di pista, ha urtato violentemente contro le barriere alla prima chicane. Chassis completamente da buttare per la squadra, con l’incidente che ha chiuso definitivamente la sessione.

[Classifiche]

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Rimani aggiornato su tutte le notizie dal mondo Endurance e GT seguendoci sul canale Telegram dedicato.

WEC | 24 Ore di Le Mans – Sintesi qualifiche 1: dominio Toyota #7 e Aston Martin

Francesco Ghiloni

Studente universitario e grande appassionato di motorsport, specialmente di endurance.