WEC | 6 ore Bahrain – Qualifiche: Toyota, JOTA e Porsche in Pole Position

Le qualifiche per la 6 ore del Bahrain vedono la Toyota #8 di Hartley in pole position, prima fila Porsche in GTE-PRO, Jota e United Autosports in prima fila LMP2

wec bahrain 6 ore qualifiche toyota

Hypercar

Per entrambe le Toyota un giro lanciato è bastato: la lotta interna tra la #8 di Harley e la #7 di Kobayashi va al neozelandese in 1:47,049, quasi quattro decimi più rapido del giapponese.

Sessio più complicata per Alpine, che impiega più giri per scendere sotto i tempi delle LMP2. Un 1,47,5 viene cancellato per track limits, e Negrao si deve accontentare del terzo posto e di un 1:48,003.

[Classifiche]
LMP2 qualifiche wec bahrain 

Tom Blomqvist piazza la #28 Jota in pole position in 1:49,885. La classe cadetta ha visto però numerosi tempi cancellati per track limits, in particolare quelli di Charles Milesi sulla #31 WRT, che si era piazzzato subito alla spalle di Blomqvist, ma partirà solo 11°, mentra Da Costa sulla #38 JOTA era riuscito ad inserirsi dietro al compagno di squadra, e davanti ad Albuquerque (1,49,994), ma partirà terzo, con il miglior tempo ufficiale in 1,50,198.

Loic Duval (#70 Realteam Racing) con un 1,50,559 si prende la pole position Pro/AM e la quarta posizione in griglia, davanti  alla #34 Inter Europol di Van Der Zande e alla #29 Racing Team Nederland Van Der Garde.

GTE-PRO qualifiche wec bahrain 

Come previsto, le Porsche sono state nettamente dominanti nelle qualifiche della 6 ore del Bahrain, con Kevin Estre che ha firmato la quarta pole position stagionale (su 5 gare) in 1:56,144, più di mezzo secondo sopra il record della pista. Gianmaria Bruni, che detiene il record, si ferma a 34 millesimi di secondo, mentre le due Ferrari pagano distacchi pesantissimi: 1:57,327 per Molina, 1:57,573 per Pier Guidi, con il Balance of Performance che ha nettamente rallentato le 488.

WEC | 6 ore Bahrain – Note Tecniche: Rivoluzione BoP in GTE, Toyota risolve i problemi di affidabilità

GTE-AM

Rino Mastronardi firma la pole position in GTE-AM per la Iron Lynx #60, con il toscano, che sostituisce Claudio Schiavoni ed è al debutto in Bahrain, unico a scendere sotto l’1,59. Segue Paul Dalla Lana con l’Aston Martin #98 in, e poi Egidio Perfetti sulla Porsche #56. Le Ferrari #54 di Flohr e #47 Cetilar di Lacorte chiudono la Top-5.

Solo 6° Ben Keating con la #33 TF Sport e 8° Perrodo con la #83 AF Corse, leader del campionato. Entrambi sono i più colpiti dalla success ballast.

Rimani aggiornato su tutte le notizie dal mondo Endurance e GT seguendoci sul canale Telegram dedicato.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Francesco Ghiloni

Studente universitario di Chimica e grande appassionato di motorsport, specialmente di endurance.