WEC | 6 ore del Fuji: Sintesi qualifiche: Toyota #7 squalificata. Alonso/Buemi in pole

Seconda pole position stagionale per Kobayashi/Conway/Lopez cancellata dai commissari per aver superato il limite di velocità in pit lane. In LMP2 pole strepitosa per il team Dragonspeed in LMP2, Aston Martin e BMW per la prima fila in GTE-PRO, pole per la Dempsey-Proton #88 in GTE-AM. WEC qualifiche

WEC qualifiche
Immagini Toyota Gazoo Racing

Le qualifiche del WEC per la 6 ore del Fuji si sono tenute regolarmente, senza particolari incidenti, sotto un cielo nuvoloso ma con pista asciutta.

Nella mattinata la FIA ha cambiato l’EoT per le LMP1, aumentando leggermente il flusso di carburante e il serbatoio alle vetture non-ibride. Il cambio è stato fatto considerando le prime tre prove libere, in cui le Toyota hanno dominato, tuttavia i privati dubitano di poter competere domani mattina con le vetture giapponesi.

LMP1: un errore di Buemì regala alla #7 la pole, Rebellion in seconda fila

Nel primo stint di qualifica Fernando Alonso posiziona la #8 in testa, con il miglior tempo in assoluto della sessione, un 1:23.203. A due decimi troviamo Lopez sulla #7, mentre Lotterer sulla Rebellion #1 compie il miglior giro in assoluto per i privati, in 1:24.031. Rimangono più staccate le SMP, mentre Dragonspeed e ByKolles non riescono ad andare sotto il muro degli 1’26”.

Dopo il cambio di pilota obbligatorio le prime tre vetture non riescono a migliorare i propri tempi, ma, crucialmente, Buemì esce dai limiti della pista alla penultima curva, facendosi cancellare il suo tempo migliore: la media dei tempi premia quindi Conway-Kobayashi-Lopez, dopo che Kobayashi riesce, con un 1.23.678 a scavalcare la vettura gemella.

AGGIORNAMENTO: I commissari hanno cancellato il tempo della Toyota #7 per aver superato il limite di velocità in pit lane. Kobayashi/Conway/Lopez partiranno in ultima posizione.

Seconda fila tutta Rebellion, e va notato che se a Silverstone il gap con le Toyota era del 2%, ora siamo a circa 0,9%, un miglioramento assai consistente per il team svizzero.

La prima SMP, la #17, si piazza a due decimi dalla Rebellion #3, ma non sembra mai in grado di impensierirla. Il miglior tempo, di Orudzhev, è di 1:24.533, cinque decimi sopra quello di Lotterer.

Dragonspeed e ByKolles sono molto lontane dalle Toyota, e piuttosto vicine invece ai tempi delle LMP2.

LMP2: Dragonspeed in pole con uno strepitoso Davidson

La Dragonspeed #31 non era la favorita in LMP2, ma Anthony Davidson, ex-Toyota, ha portato la vettura, che condivide con Maldonado e Gonzalez in pole in 1:28.011, nuovo record di classe, cinque decimi più veloce di Jaafar sulla Jackie Chan #37, 1,8 secondi in meno rispetto al compagno Gonzalez (anche se tutti i tempi nel secondo stint si sono alzati), e l’unica media dei tempi sotto 1’29”. Dopo le due Jackie Chan insegue la #36 Signatech Alpine, con la #28 TDS Racing, la #29 Racing team Nederland e la #50 Larbre molto staccate.

GTE-PRO: Aston Martin e BMW in prima fila

Immagini WEC

Prima pole position stagionale per la nuova Aston Martin Vantage, con la #95 che segna con Thiim un miglior tempo di 1.35.884, nuovo record, e una media di 1.36.093. La BMW #82 di Blomwvist e Da Costa è in seconda posizione, e non è una sorpresa considerando come il BoP abbia alleggerito la vettura bavarese. In seconda fila troviamo la Aston Martin #97 di Lynn e Martin, e la prima Ford GT di Priaulx e Tincknell, staccata di tre decimi e mezzo dalla pole.

Terza fila tutta Ferrari, con la #71 di Rigon e Bird davanti alla #51 di Pierguidi/Calado, entrambe a quattro decimi e mezzo dalla pole.

Porsche delusione di giornata: la #91 di Lietz e Bruni è ottava, la #92 di Estre e Christensen decima e a oltre un secondo dalla pole. I leader della classifica sono chiamati a recuperare posizioni domani, come già è successo a Silverstone per la Ferrari #51, che ha poi vinto, nonostante partisse dalla nona posizione.

GTE-AM: Dempsey-Proton in pole, segue la Aston Martin #98

Matt Cambell e Matteo Cairoli, entrambi del team Dempsey-Proton, si sono sfidati per il miglior tempo, con Campbell che segna il nuovo record di classe in 1.36.992, e Cairoli che si deve accodare in 1.37.148.

Immagini WEC

Tuttavia, dopo il cambio di pilota, si sono trovati in pista i piloti bronze, ossia gli amatori, e la classifica è cambiata: la Dempsey-Proton #88 è in testa (1.38.336), segue la Aston Martin #98 e la #77 è solo terza. Quarta e quinta posizione per il Team Project One e il TF Sport, mentre la Ferrari del Clearwater Racing è solo sesta, staccata di sette decimi e seguita dalla Gulf Racing e dalla Spirit of Race guidata anche da Fisichella. Ultimo posto per la Ferrari del MR Racing.

 

La gara inizierà domani mattina, alle 4.00 in punto.

 

WEC | 6 ore del Fuji: Sintesi prove libere: i cordoli limitano l’azione in pista, Toyota davanti

WEC | 6 ore del Fuji: Sintesi qualifiche: Toyota #7 squalificata. Alonso/Buemi in pole
Lascia un voto

Francesco Ghiloni

Studente e grande appassionato di motorsport, specialmente di endurance.