WEC | 8 ore Bahrain – Note Tecniche: più potenza per le Ferrari nel nuovo BoP

Il WEC è pronto per il gran finale: il nuovo BoP per la 8 ore del Bahrain ripristina a metà il BoP delle Ferrari 488 GTE

wec bahrain 8 ore ferrari
wec bahrain 8 ore ferrari porsche

Il Mondiale Endurance si prepara alla seconda gara in sette giorni sul circuito del Bahrain, con i meccanici al lavoro sin dalla scorsa domenica per ricostruire le vettura in vista dell’ultima prova stagionale. Un processo ottimamente documentato da Porsche, che prevede ad esempio la rimozione totale del motore dalla scocca.

La 6 ore del Bahrain è stata per molti punti di vista, una delle gare più noiose dell’intero decennio del WEC, sopratutto nelle classi regine, mentre a dare spettacolo sono state sopratutto le LMP2 e le GTE-AM.

I team, dovendo correre una 8 ore una settimana dopo, con la stessa macchina, hanno cercato di evitare contatti e di stremare la meccanica, ma ci sono anche altri motivi: il principale è l’esteso e necessario regime di risparmio gomme, che ha imposto ai piloti di girare su un delta per gran parte della gara. Ma l’ACO, con le modifiche al BoP prima della scorsa gara non ha certamente aiutato, producendo quindi due parate in Hypercar e GTE-PRO.

WEC | 8 Ore Bahrain – Anteprima e orari del back to back sul circuito del Sakhir

In questa seconda gara, più che la durata di 8 ore, che porrà in difficoltà ancor di più l’affidabilità dei freni e delle sospensioni, farà la differenza l’orario: il sole tramonterà alle 16:52 locali, al termine della terza ora di gara. Le temperature dell’asfalto caleranno da circa 40° a 24° alla fine della gara, permettendo un uso più liberale degli pneumatici. I team avranno a disposizione 6 treni e mezzo per le qualifiche e la gara, tranne i team in GTE-AM che ne avranno ben 8 e mezzo.

Hypercar wec bop bahrain Ferrari

Nella classe regina le due Toyota hanno dominato senza opposizione, con l’Alpine in grado di percorrere solo 25 contro 30 giri per ogni stint. Non ci sono modifiche al BoP, quindi non ci aspettiamo cambiamenti, ma sarà comunque interessante vedere la lotta tra le due Toyota se saranno lasciati liberi dopo la vittoria del mondiale costruttori, con Nakajima sulla #8 che si ritirerà al termine di questa stagione.

GTE-PRO: richieste Ferrari accolte a metà

bop 8 ore bahrain wec

La gara della GTE-PRO lo scorso weekend ha prevedibilmente fatto sbadigliare anche i sassi: le due Porsche e le due Ferrari hanno corso in parata due a due, con un distacco finale di 35 secondi. Ferrari aveva già criticato la decisione dell’ACO di imporre 20 kW in meno d potenza sulla 488 prima della gara, e le polemiche sono proseguite anche sul podio, con la richiesta di tornare al Balance of Performance di Monza.

WEC | 6 ore Bahrain – Note Tecniche: Rivoluzione BoP in GTE, Toyota risolve i problemi di affidabilità

Richiesta accontentata solo a metà con la 488 che ritorna a valori di sovralimentazione intermedi (+0,04 bar sulla 6 ore del Bahrain), perdendo quindi 10 kW rispetto a Monza. Il serbatoio torna di conseguenza a 91 litri, due in meno rispetto a Monza.

wec bop bahrain Ferrari

Analizzando i tempi in gara, prendendo solo i migliori 6/10, impiegati dall’ACO nel suo algoritmo per il BoP, troviamo un deficit tra le due vetture nel top 30% dei giri che è di circa 2/3 decimi. L’impressione è però che le Porsche avessero ancora qualcosa nel taschino, e in effetti la #92, che aveva un passo inferiore alla #91 di Bruni/Lietz, ha vinto per ordine della scuderia, che ha impedito ogni tentativo di sorpasso.

wec bahrain ferrari porsche

Dal punto di vista del campionato va notato che, se tutte e 4 le vetture giungeranno al traguardo senza scendere in classifica sotto le GTE-AM, allora vincerà sia il titolo piloti che il costruttori la squadrà che vincerà questa gara, indipendentemente dalle posizioni degli altri. La gestione dai box sarà cruciale per l’esito del campionato.

WEC | Le Classifiche dopo la 6 ore del Bahrain [5/6]

Ultimo, ma non ultimo fattore è la decisione Porsche di schierare anche il terzo pilota, con Makowiecki e Christensen sula #91 e #92. A Portimao avevamo visto però Estre fare oltre il 50% dei giri in gara, vedremo se la situazione si ripeterà, sopratutto se sarà una gara competitiva.

GTE-AM wec bop bahrain Ferrari

Anche in GTE-AM cambia il BoP Ferrari, con gli stessi valori di quello PRO: le Ferrari GTE-AM avranno ora la stessa potenza di quelle Pro nella scorsa gara, solo con un litro in meno di carburante.

wec bahrain success ballast

Molto importante per l’esito finale della classifica sarà la zavorra imposta per regolamento: la #33 TF Sport di Keating, seconda a 20,5 punti dalla #83 AF Corse di Perrodo, sale a +35 kg dopo la vittoria nella 6 ore, mentre la #83 perde 15 kg.

10 kg in più invece per la #77 Proton, giunta al secondo posto, e 5 kg per la Porsche #56 Project 1 e la Ferrari #54, quest’ultima si è ripresa il terzo posto in classifica dalla #47 Cetilar, che corre senza zavorra in questa gara.

Rimani aggiornato su tutte le notizie dal mondo Endurance e GT seguendoci sul canale Telegram dedicato.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Francesco Ghiloni

Studente universitario di Chimica e grande appassionato di motorsport, specialmente di endurance.