WEC | 8 Ore del Bahrain – Sintesi gara prime 4 ore: Jackie Chan Racing e Porsche a farla da padrone

A metà gara della 8 ore del Bahrain del WEC c’è grande equilibrio in LMP2 con Jackie Chan e United Autosports a darsi battaglia. In GTE Pro Porsche saldamente davanti.

wec bahrain

Prima ora

In partenza Conway ha tenuto la pole position e la Toyota ha subito imposto il ritmo gara con le due vetture. In LMP2 la #22 di United Autosports con Paul di Resta è partita alla grande per giocarsi il podio visto soltanto le due LMP1. Prima ora equilibrata con GTE Pro con le Aston Martin saldamente al comando e con la Ferrari #51 a giocarsi il podio con le Porsche. Il colpo di scena è arrivato invece in GTE AM quando la Aston Martin #98 nel tentativo di sorpasso sulla #90 si è girata con gara tutta da costruire. wec bahrain

Seconda ora

In GTE Pro 1-2 Porsche con Bruni davanti a Estre. Ben presto ordine di squadra con la #92 a imporre il ritmo e con la Ferrari #51 scesa in quinta posizione. Pur essendo più veloce, Serra non è riuscito a passare la Aston Martin e questo ha favorito il rientro della Ferrari #71 di Molina. La gara si è invece ravvivata in LMP2 con Di Resta che si è ritrovato negli scarichi la #37 di Jachie Chan Racing e la #38 di Jota e ha dovuto cedere la posizione a causa degli pneumatici degradati.

Una volta passata la United Autosports, la Jota e la Jachie Chan Racing si sono date battaglia, con la #22 pronta ad approfittare di eventuali errori. In GTE Am lotta a tre con la Aston Martin di Ross Gunn in prima posizione, seguita dalla Ferrari di AF Corse con Fisichella al volante e con le due Porsche Dempsey-Proton a seguire.


Leggi anche: WEC | 8 ore del Bahrain – Analisi BoP e Success handicap: il canto del cigno delle LMP1


Terza ora

La Toyota #7 saldamente al comando mentre in LMP2 è continuata la lotta tre per la leadership. Ferrari ha tentato la rimonta in GTE Pro con Calado in quarta posizione con 11 secondi di distacco dalla Aston Martin di Thiim. Il pilota di AF Corse ha portato il distacco al di sotto dei 9 secondi. Le Porsche invece saldamente al comando con Christensen davanti a Lietz. La gara ha visto una full course yellow per un problema di una vettura LMP2.  La #22 di United Autosports era riuscita a riprendere la prima posizione ma a causa di un errore ha dovuto cedere il passo alla vettura #37.

In GTE AM la Ferrari #54 di AF Corse ha pagato un distacco di oltre 18 secondi dalla Aston Martin di Paul Dalla Lana ma ha potuto gestire gli oltri 13 secondi sulla Porsche #86 di Gulf Racing.

Quarta ora

All’inizio della quarta ora Calado si è ritrovato in secondo posizione a poco più di quattro secondi da Christensen. La #98 di Dalla Lana in GTE AM ha continuare a macinare vantaggio ma la Ferrari #54 di Flohr ha tentato di rientrare in corsa per la vittoria di classe. Dopo l’errore United Autosports ha limato il distacco a meno di due secondi.

Dopo aver tentato la rimonta sulla Porsche #91, Calado ha dovuto difendersi dal ritorno della Aston Martin #97 di Maxime Martin. In GTE AM la Ferrari ha perso ulteriore terreno con il distacco di oltre 25 secondi. Flohr non ha potuto evitare il rientro della Aston Martin di TF Sport che non ha avuto difficoltà a conquistare la seconda posizione. wec bahrain

Rimani aggiornato su tutte le notizie dal mondo Endurance e GT seguendoci sul canale Telegram dedicato.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

WEC | Le foto teaser della Hypercar Toyota per Le Mans 2021