Alessandro P. Emanuele Z. Endurance WEC
    Pubblicato il 13 Giugno, 2021 alle 16:08

WEC | 8 Ore di Portimao – Sintesi metà gara: Alpine e Ferrari al comando

Alpine conserva la prima posizione ottenuta in qualifica nella prima metà di questa 8 ore di Portimao, ma le Toyota sono lì. Non un esordio da sogno per Glickenhaus protagonista di un incidente. Doppietta Ferrari nelle GTE-Pro, Jota e Aston Martin conducono in LMP2 e GTE-Am.

Foto: Toyota Gazoo Racing WEC via Twitter

Prima ora 8 ore di Portimao

Alla partenza la Alpine ha mantenuto la prima posizione conquistata nelle qualifiche davanti alle due Toyota. In LMP2 il primo colpo di scena con le due Jota che si sono scontrate, regalando la prima posizione alla vettura #29 del Racing Team Nederland. 8 ore di Portimao

La Porsche #92 non ha avuto problemi a mantenere la leadership e si è subito acceso il duello Estre-Calado per la prima posizione. In GTE AM subito bagarre in casa Aston Martin per la seconda posizione tra la #777 e la #98 con la Ferrari di Cetilar Racing subito dietro dopo aver perso la terza posizione.

La Glickenhaus ha mostrato le sue debolezze, girando con oltre due secondi di ritardo sul giro dall’Alpine. In GT Pro la Ferrari #52 è riuscita a conquistare la posizione su Gimmi Bruni e a mettersi all’inseguimento della #51.

Problemi in GTE AM con la Porsche #77 di Christian Ried finita in testacoda dopo un contatto con la Aston Martin e per la Ferrari #83 di Perrodo con una foratura per un contatto.

Seconda ora

I team hanno effettuato le loro soste come da piano gara. In Hypercar Alpine ha mantenuto nelle prima fasi un vantaggio stabile sulle due Toyota mentre difficoltà per Glickenhaus con problemi di blistering. Con l’inizio di gara che le ha viste in collisione, le due vetture del team Jota hanno continuato a recuperare terreno e, dopo un’ora e mezza di gara, si sono trovate 11° e 12°.

In GTE Am si è accesa la battaglia in casa Ferrari tra la #54 di AF Corse e la #47 di Cetilar Racing per la prima posizione.

Al termine della seconda ora, un contatto tra una Porsche e una Aston Martin GTE Am ha coinvolto anche la #709 Glickenhaus. La vettura americana è riuscita a ripartire e raggiungere i box.


Leggi anche: BMW ritorna in IMSA con una LMDh dal 2023!


Terza ora 8 ore di Portimao

La vettura Glickenhaus è tornata in pista dopo un controllo ai box ma la vettura non ha avuto la possibilità di girare ed è stata portata di nuovo in pit lane. In GTE Pro un 1-2 Ferrari con la Porsche #92 che ha effettuato la sosta.

In LMP2 la Jota #28 ha rimontato fino alla quarta posizione, seguita dalla #38 ed è tornata in lizza per la vittoria. Nella classe Hypercar si è accesa la battaglia in casa Toyota per la seconda posizione con la #8 di Hartley davanti alla #7 di Conway. Il sorpasso è poi stato portato a termine e la Toyota #7 si è trovata in prima posizione a seguito della sosta dell’Alpine.

La gara ha visto le bandiere gialle a seguito della sosta in ghiaia della Aston Martin #777 coinvolta nell’incidente della Glickenhaus. Ma è in GTE Am che c’è stata una grande bagarre per la prima posizione tra la #54 di AF Corse e la #47 di Cetilar Racing.

In LMP2 la vettura #22 di United Autosports ha gestito la prima posizione ma alle sue spalle una classifica molto frammentata. La prima inseguitrice per la prima posizione, la #31 del Team WRT, a oltre 22 secondi.

Quarta ora 8 ore di Portimao

Ritorna in pista la Glickenhaus quando ci avviciniamo a metà gara dopo circa un’ora ferma ai box per la sostituzione della frizione, persi 44 giri. Le due Toyota tornano a battagliare tra loro con la #8 davanti alla gemella #7 in prima e seconda posizione vista la sosta dell’Alpine. La #7 passa in curva 5 dopo dieci minuti negli scarichi della #8. Proprio allo scadere della quarta ora le due Toyota effettuano un pit stop completo e l’Alpine torna così in vetta alla gara.

Nelle GTE-Pro situazione congelata nella prima mezz’ora con la AF Corse #51 al comando, segue la Porsche #92 e l’altra Ferrari, #52, quindi la Porsche #91. Qualche difficoltà poi per Christensen con i doppiati: ne può approfittare Molina guadagnando così la seconda piazza per un 1-2 Ferrari. Porsche in difficoltà col blistering, sofferto però anche da Ferrari come conferma James Calado al termine del suo stint. Ferrari sembra gestirlo meglio.

In LMP2 la situazione è abbastanza tranquilla, ad eccezione di un testacoda di Tatiana Calderon sulla Richard Mille Racing #1 proprio all’inizio della quarta ora di gara. Conduce la United Autosports con Di Resta al volante, seguono la Jota #28 e la WRT in lotta tra loro con Gelael ed Habsburg al volante. L’austriaco è riuscito a superare l’indonesiano. Pit stop per United Autosports e WRT, salgono in prima e seconda posizione le due Jota.

Si lotta anche in GTE-Am per il secondo posto tra la AF Corse #54 e la Cetilar #47: Sernagiotto è riuscito a trovare il sorpasso agevolmente su Flohr. Gap di 35 secondi dall’Aston Martin #98 al comando con Farfus che guida la classifica in tranquillità.

Rimani aggiornato su tutte le notizie dal mondo Endurance e GT seguendoci sul canale Telegram dedicato.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Disqus Comments Loading...