WEC | Cambia la entry list di Le Mans e altre notizie brevi

Cambia la Entry list di Le Mans, entra il team Duqueine Engineering

La entry list della 24 ore di Le Mans 2019 subisce una leggera modifica, con la Ferrari #55 Spirit of Race che viene sostituita dalla Duqueine Engineering #30 di classe LMP2.

Nicolas Jamin, Pierre Ragues e Romain Dumas saranno al volante della vettura del team francese. Dumas, ex-pilota di Audi e Porsche, nonchè detentore dell’attuale record della Pikes Peak proverà quindi a vincere anche in classe LMP2, dopo i successi assoluti del 2010 e del 2016.

Dalla lista delle riserve sparisce anche la LMP2 del Meyer Shank Racing, e così solo 8 equipaggi rimangono in riserva.

[Entry list]

L’ACO sta pensando ad allargare la griglia della 24 Ore di Le Mans

Con 75 domande di iscrizione ma 60 posti disponibili l’ACO si è trovata a dovere scegliere tra i concorrenti. A non tutti è piaciuta la cosa, ma per avere meno malumori tra i team l’ACO sta pensando a una nuova espansione della griglia di partenza.

Nel 2016 quattro nuovi box avevano permesso l’espansione da 56 a 60 concorrenti. Pierre Fillon, presidente dell’ACO afferma che è in progetto un nuovo edificio box, che consentirebbe di espandere la capacità a 75 vetture. La nuova struttura sarebbe edificata in più fasi, con il termine dei lavori previsto per il centenario della gara, nel 2023.

Record di affluenza alla SuperSebring

Gli organizzatori hanno confermato che le vendite dei biglietti per il weekend che ha visto WEC e IMSA correre sullo stesso circuito sono aumentate del 40% rispetto al 2017. Record di vendite anche per il merchandising.

Lo share televisivo negli USA ha visto un incremento del 46%, alimentato anche da finali piuttosto accesi nella 12 Ore.

Scott Atherton e Gerard Neveu hanno affermato che molto probabilmente il doppio weekend si rifarà anche il prossimo anno.

Toyota deve decidere come partecipare al WEC nel 2020

Immagini Toyota Gazoo Racing

A seguito delle nuove regole della classe che sostituirà la LMP1 nel 2020/21,che permettono sia prototipi sia hypercar stradali, Toyota è in fase di valutazione su quale soluzione sviluppare.

Pascal Vesselon, direttore tecnico della squadra, ha affermato che entrambe le soluzioni sono possibili, ma aspetteranno il regolamento definitivo per decidere. La hypercar che è stata prefigurata dalla Toyota GR Super Sport Concept, una trasposizione del powertrain della TS050H su strada, potrebbe essere la base della prossima vettura giapponese; tuttavia al momento si preferirebbe sviluppare un prototipo ex-novo, secondo il regolamento già pubblicato a dicembre.

Simili considerazioni sono state espresse da David King, presidente di Aston Martin Racing, ai microfoni del podcast di Marshall Pruett “Inside the sportscar paddock” (minuto 55:29).

Neel Jani si concentrerà sulla Formula E

Il pilota Rebellion, dopo una gara abbastanza deludente, ha espresso la sua disillusione in un tweet: “possiamo anche smettere di fare finta di poter competere con Toyota”.

In seguito, ha dichiarato che si concentrerà completamente sulla Formula E dopo questa Le Mans, essendo pilota ufficiale della Porsche, al debutto nella prossima stagione.

 

Francesco Ghiloni

Studente e grande appassionato di motorsport, specialmente di endurance.