Pubblicato il 2 Febbraio, 2020 alle 16:53

WEC | Esclusiva, Pier Guidi: “F1 mondo ristretto, l’endurance sta crescendo molto”

In occasione dell’intervista in esclusiva per F1inGenerale, Alessandro Pier Guidi ci ha parlato della crescita del mondo Endurance e delle difficoltà di fare carriera in monoposto, specialmente in F1.

Foto: Races Ferrari via Twitter

Arrivare in Formula 1 è il sogno della stragrande maggioranza di giovani che entrano nel mondo del karting. Tuttavia, è sempre molto difficile; spesso, il talento non basta, è necessario avere grandi sponsor alle spalle per poter fare carriera. Alessandro Pier Guidi

In ogni caso, si stanno aprendo anche nuovi orizzonti oltre la F1, ed in generale alle monoposto, come l’endurance e le competizioni GT.

Alessandro Pier Guidi, vincitore della 24h di Le Mans da pilota Ferrari, ci ha spiegato come le cose stiano cambiando. Infatti, molti giovani si stanno affacciando alle competizioni a ruote coperte.

“Il mondo dell’endurance sta crescendo molto negli ultimi anni. Molti piloti dalle monoposto vengono da noi.ha detto a F1inGenerale Pier Guidi.

Sulla difficoltà di arrivare in F1, il 36enne di Tortona ci ha detto: “La F1 è un mondo molto piccolo, molto ristretto. Ma soprattutto, le monoposto in generale, anche per la carriera stessa, richiedono un budget molto molto alto. Il mondo dell’endurance, invece, se sei bravo e hai la possibilità, riesci a metterti in mostra anche se non hai questi budget faraonici, quindi hai una possibilità in più. Per i piloti giovani, secondo me, è una possibilità in più per fare quello che ti piace.” ha detto per concludere evidenziando quanto il budget conti meno per entrare nel mondo delle ruote coperte.

Lo stesso Pier Guidi nella sua carriera ha corso maggiormente a ruote coperte. Le sue uniche apparizioni in monoposto risalgono infatti al 2002 – Formula Renault – al 2007 – A1 Grand Prix – e al 2008 – Superleague Formula.

A ruote coperte, Pier Guidi ottiene i suoi migliori risultati. Dopo esser diventato campione italiano GT nel 2005 e nel 2006, rispettivamente nelle classi GT2 e GT1, Pier Guidi aggiunge al suo palmarès il primo posto alle 24h di Spa del 2012 e 2015, il successo alla 24h di Daytona del 2014, la vittoria del campionato WEC classe GT nel 2017 e il trionfo alla 24h di Le Mans nel 2019.

Ringraziamo Alessandro Pier Guidi per il tempo a noi dedicato e Carlo Platella per l’intervista.

Per restare aggiornati su Endurance e competizioni GT, seguici nel nostro canale Telegram!

WEC | Alessandro Pier Guidi risponde ai lettori di F1inGenerale


Classe 2005, vivo a Napoli dove frequento il liceo linguistico. Adoro qualsiasi cosa abbia quattro ruote e spero di trasformare la mia passione in lavoro.
Disqus Comments Loading...

Questo sito si serve dei cookie di per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico.