WEC | Fissata la data dell’appello per la squalifica Ferrari a Shanghai

Il Tribunale Internazionale d’Appello, corte di ultima istanza per le controversie tecnico-sportive nei campionati FIA, si pronuncerà a breve. L’udienza dove si discuterà la squalifica della Ferrari #51 di Calado e Pier Guidi, vittoriosa a Shanghai, dovrebbe tenersi a Parigi nella giornata del 28 gennaio. AF Corse e Ferrari sostengono di poter portare materiale sufficiente a ribaltare la decisione degli stewards. WEC Ferrari squalifica

WEC squalifica Ferrari

La lotta al titolo squalifica Ferrari wec

La squalifica Ferrari alla 4 Ore di Shanghai ha avuto delle conseguenze di estremo rilievo nel definire gli equilibri della lotta al titolo in GTE-Pro. La coppia Calado-Pier Guidi, infatti, si trova ora confinata al sesto posto sui sei equipaggi che corrono l’intera stagione. Un risultato che difficilmente rispecchia il valore della 488 GTE e la qualità dei piloti a cui è affidata.

A seguito della squalifica, infatti, la vittoria è andata alla Porsche di Kevin Estre e Michael Christensen, attuali campioni in carica. La testa della classifica stagionale è occupata, a sorpresa, dalla Aston Martin di Sorensen e Thiim. La riassegnazione della vittoria di Shanghai vedrebbe la #51 risalire in seconda posizione.

Le speranze di AF Corse

Il team cliente Ferrari è convinto della bontà delle proprie ragioni, e crede fermamente nella possibilità di vedersi riassegnati i punti persi nel novembre 2019. Gli stessi piloti condividono la linea della squadra, come ci è stato rivelato in esclusiva da Alessandro Pier Guidi. L’irregolarità tecnica da cui la squalifica deriva è, a loro dire, causata dai numerosi contatti in pista, che hanno compromesso l’aerodinamica della 488 GTE, senza procurare alcun tipo di vantaggio.

Dal canto suo, il Tribunale Internazionale d’Appello è ben consapevole dell’importanza dell’udienza del 28 gennaio. Sarà questa, infatti, la prima occasione in cui i diretti interessati potranno pronunciarsi: alla squalifica durante il post race scrutineering non era infatti seguita una riunione con gli stewards. La decisione che verrà presa da qui a una settimana sarà poi comunicata al pubblico e alla stampa in tempi estremamente rapidi, seppur non ancora quantificati con certezza.

Siamo tutti annoiati senza i nostri sport preferiti, ma solo collaborando ANDRÀ TUTTO BENE.
Se non è indispensabile, RESTA A CASA!

Per rimanere aggiornato su tutte le notizie dal mondo Endurance e GT, seguici sul nostro canale Telegram dedicato.

Approfondimento | I tribunali FIA: è vera giustizia?


 

mm

Aurora Dell'Agli

Classe 1997, studentessa di Giurisprudenza, blogger su @theracingchick. Ho un occhio di riguardo per Endurance, competizioni GT, Formula 1 e Formula E.