WEC | Le Mans Virtuale, Van Der Linde in tempo reale: “Sono dispiaciuto, ma ce la giochiamo”

La 24 Ore di Le Mans virtuale ha preso il via da pochissime ore, ed è già ricca di colpi di scena. In testa alla gara fino a uno sfortunato problema di connessione dopo la seconda ora, il factory driver Kelvin Van Der Linde (Intercontinental GT Challenge, GT World Challenge, ADAC GT Masters) ci racconta in tempo reale la sua esperienza. Le mans van der linde

Le Mans Van Der Linde

Kelvin, è quasi superfluo commentare le prime tre ore di gara. Uno stint eccellente, purtroppo rovinato da un problema tecnico. Sai dirci di più?

Abbiamo fatto un’ottima partenza, mantenendo il passo e gestendo carburante e posizione. Mi trovavo molto a mio agio, mi ero guadagnato un vantaggio di sei o sette secondi rispetto a Max [Verstappen]. Ci eravamo già sfidati in un altro campionato virtuale, quindi c’era una certa tensione. Lui poi ha commesso un errore e ho preso fiato. Stavo iniziando l’ultima parte del mio stint quando la connessione ha ceduto, in Germania [Van Der Linde corre da Kempten, ndr] abbiamo qualche problema con internet. Nelle gare reali abbiamo problemi tecnici, nelle gare virtuali invece succede questo. In ogni caso manteniamo un passo gara veramente positivo, e tutto può succedere in 24 ore. Chiaramente sono dispiaciuto, senza problemi avremmo potuto mantenere la testa, ma possiamo ancora aspirare alla top 10 o top 5.

Hai già corso in parecchi eventi virtuali, ma cosa c’è di diverso nella preparazione e nel setup di una gara di questa portata?

Innanzitutto, è qualcosa di molto più serio! Non ricordo di aver mai guardato i dati delle telemetrie per altre gare virtuali, in questo caso abbiamo fatto moltissime riunioni con il resto del team. Sostanzialmente, abbiamo fatto quello che facciamo sempre nelle gare reali. Questo ha aggiunto un po’ di pressione, anche perché la maggior parte di noi non usa rFactor 2, abbiamo dovuto imparare con molta pratica. Se dovessi fare una stima, direi che nelle ultime due settimane ci siamo esercitati per 120 ore. Proprio per questo quando le cose vanno male ti si spezza il cuore, ma può succedere.

WEC | Regole principali della 24 Ore di Le Mans virtuale

Negli scorsi mesi ho intervistato molti dei tuoi colleghi chiedendo un loro parere sul sim racing, e la stragrande maggioranza di loro sostiene di sentire molta più pressione in queste gare che in pista. Confermi anche tu?

Concordo assolutamente. Le ultime settimane sono state una vera prova per me, sono una persona che dà il meglio di sé quando è serena. Ho dovuto affinare qualità su cui dovevo lavorare anche in pista, come la qualifica, ed è stato un esercizio eccezionale per aiutarmi a mantenere la pressione sotto controllo. Io penso che questo accada perché sei autenticamente da solo, mentalmente ci sei solo tu e la macchina: nessuna forza G, nessuna distrazione.

Quali sono le qualità che rendono un pilota professionista anche un bravo sim racer?

Non credo che noi possiamo davvero competere con i professionisti delle gare virtuali, almeno non in termini di velocità. Dobbiamo compensare con l’esperienza e l’abilità nella guida, che risalta in una gara come questa, in mezzo al traffico. Sappiamo come gestire il carburante e quando permetterci di correre un rischio calcolato, e questi sono i nostri punti di forza.

Hai fatto già molta esperienza nel tuo simulatore, e in questo modo hai potuto guidare vetture che non hai mai potuto testare in pista. Fra queste, quale ti piacerebbe provare nella “vita vera”?

Guarda, non lo dico solo perché è quello che sto guidando in questo momento: le LMP2 mi piacciono moltissimo. Adesso si parla tanto di LMH e LMDh, sarà interessante capire come si svilupperanno i progetti. Se ci sarà l’opportunità di provare uno di questi prototipi, la coglierò al volo.

Per non perderti nessun aggiornamento dalla 24 Ore di Le Mans virtuale, seguici sul canale Telegram dedicato.


 

mm

Aurora Dell'Agli

Classe 1997, studentessa di Giurisprudenza, blogger su @theracingchick. Ho un occhio di riguardo per Endurance, competizioni GT, Formula 1 e Formula E.