WEC | Leclerc disponibile a correre per la Ferrari a Le Mans

Charles Leclerc si dice interessato a correre per la Ferrari a Le Mans dopo che il team italiano ha confermato che tornerà a competere nella classe regina delle gare di durata.

Leclerc Ferrari

La Ferrari ha annunciato questa settimana che svilupperà un’auto secondo i regolamenti delle Le Mans Hypercar per competere a Le Mans e nel WEC dal 2023 in poi. Leclerc si è mostrato subito disponibile a far parte dell’equipaggiamento, ammettendo che correre nella 24 Ore è qualcosa che ha sempre voluto fare.

“Amo Le Mans”, ha detto il monegasco. “Sono sempre stato un fan di Le Mans. Se si presenterà l’opportunità sarò molto felice di partecipare. Al momento il mio obiettivo principale è la Formula 1, ma se c’è un’opportunità, perché no?”

E Sainz?

Il nuovo compagno di squadra di Leclerc, Carlos Sainz, era invece comprensibilmente più riservato sulla questione, non avendo ancora corso un Gran Premio per la Ferrari.

“Io lo ritengo ovviamente un progetto molto interessante”, ha detto il pilota madrileno. “Penso che sia fantastico che un marchio come Ferrari voglia riprovare a Le Mans. Sarò il loro principale fan e sostenitore. Qui però abbiamo molto lavoro da fare, il mio obiettivo rimane la Formula 1 e altri progetti al momento non sono nella mia testa”.

Le parole di Binotto a riguardo

Sebbene il momento dell’annuncio della Ferrari coincida con l’arrivo in F1 del limite di budget che influisce sulla spesa del team, il team principal Mattia Binotto ha affermato che non è stato questo il motivo che li ha spinti a puntare anche su Le Mans.

“No, non è affatto una conseguenza dei regolamenti finanziari”, ha spiegato Binotto. “Penso che il programma sia stato valutato dal punto di vista dell’interesse aziendale e abbiamo deciso come Ferrari di essere coinvolti”.

“Sarò io a comandare? Penso che dovremmo capire che la Ferrari è un’azienda unica, non importa chi è al comando e chi è responsabile, ma no, non sarò direttamente responsabile. Come Scuderia Ferrari, siamo completamente concentrati sul programma F1, ma non c’è dubbio che come team di F1 possiamo supportare il progetto grazie al bagaglio di competenze che abbiamo acquisito. Lo faremo, poiché siamo un’azienda unica”.

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

Nicola Fedeli

Studente di Scienze Politiche e Relazioni Internazionali. Grande appassionato di F1 e MotoGP da parecchi anni.