WEC | Peugeot svela i piloti del programma Hypercar

Peugeot presenta i piloti della sua Hypercar: Jean-Eric Vergne, Kevin Magnussen e Duval saranno al via del WEC e della Le Mans 2022

peugeot le mans hypercar piloti
Immagini Peugeot Sport

Peugeot procede a tappe forzate nel suo programma Hypercar, che debutterà nel 2022, e ha annunciato oggi i suoi sei piloti titolari che riporteranno il Leone a Le Mans e nel WEC.

Jean Eric Vergne, già bicampione in Formula E con DS Techeetah nel 2017/18 e 2018/19, ma anche pilota in LMP2 con TDS, Manor e G-Drive,  con cui ha ottenuto 4 successi in ELMS, è pronto a sbarcare nella massima categoria.

Si unirà a lui Kevin Magnussen, il 28enne Danese ex-Haas ha esordito nell’endurance appena una settimana fa alla 24 ore di Daytona con la Cadillac di Chip Ganassi, che ha peraltro sfiorato la vittoria, sfumata negli ultimi giri.

Loic Duval torna a Le Mans e nel WEC, dopo 5 stagioni con Audi, in cui ha vinto il WEC e la 24 ore di Le Mans nel 2013. Ha anche esperienza in Formula E (2014-17), e nel DTM, sempre con Audi, e ha anche partecipato alla 24 ore di Daytona e nelle ultime stagioni a Le Mans in LMP2 con TDS Racing.

Giovani promesse e veterani

Mikkel Jensen è il più giovane del gruppo, il danese ha 26 anni e un esperienza costruita soprattutto in LMP3, dove ha vinto l’ELMS 2019, mentre ha esordito in LMP2 lo scorso anno con G-Drive, giungendo terzo nell’ELMS con una vittoria e quinto alla sua prima Le Mans.

Abbiamo poi Gustavo Menezes, pilota americano che esordira in Hypercar con Glickenhaus questa stagione, che conta già una Le Mans e  un WEC nel 2016 in LMP2 con Signatech Alpine, e due podi assoluti in LMP1 con Rebellion.

Paul Di Resta è al suo esordio in LMP1, dopo una carriera nel DTM e in Formula 1 con Force India e Williams, mentre negli ultimi due anni è stato parte dei straordinari successi di United Autosport. Con la squadra di Zak Brown l’inglese ha infatti dominato questa stagione del WEC, vincendo anche la 24 ore di Le Mans.

Il pilota di riserva sarà infine James Rossiter.

Il powertrain della Hypercar Peugeot hypercar piloti wec

peugeot le mans hypercar
Immagini Peugeot Motorsport

Peugeot aveva già presentato il sistema motopropulsore della sua nuova Hypercar. La casa del Leone aveva scelto di adottare il regolamento ibrido, sviluppando un motore V6 da 2,6 litri biturbo, accoppiato a un cambio a sette marce al posteriore; mentre le ruote anteriori saranno mosse da motore elettrico da 200 kW (massimo concesso dal regolamento), con una trasmissione monomarcia.

La potenza massima concessa al sistema è di 500 kW (680 cv), con una curva di potenza rispetto ai giri motore definita dal regolamento e vicina a quella di un motore aspirato, mentre il BoP ha un’intervallo di regolazione di circa 40 kW, ovvero la potenza massima può essere variata da 480 kW a 520 kW.

Peugeot ha costruito un motore termico con un obiettivo di potenza di almeno 515 kW, di modo da poter utilizzare l’ICE come generatore durante le fasi a velocità costante in rettilineo.

La squadra sta per completare il primo motore, le cui prove al banco inizieranno ad aprile. Lo sviluppo aerodinamico, in collaborazione con Ligier, procede lontano da occhi indiscreti. Il powertrain elettrico sarà al banco invece a settembre.

 

Rimani aggiornato su tutte le notizie dal mondo Endurance e GT seguendoci sul canale Telegram dedicato.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

 

Francesco Ghiloni

Studente universitario di Chimica e grande appassionato di motorsport, specialmente di endurance.