WEC | Imminente l’annuncio della LMDh Porsche per Le Mans 2023

Porsche sta per annunciare i piani per una LMDh, al debutto nel WEC, in IMSA e a Le Mans dal 2023

Porsche le mans lmdh 919 hybrid
Porsche 919 Hybrid-Foto: GT Porsche

Nelle ultime ore si sono moltiplicati i rumour che confermano l’ingresso di Porsche nel WEC e in IMSA con una LMDh dal 2023.

Porsche aveva abbandonato la classe LMP1 nel 2017, quando il programma 919 Hybrid è stato terminato, con la squadra che si è concentrata sulla Formula E dalla scorsa stagione.

Tuttavia la casa di Stoccarda aveva partecipato ai tavoli tecnici dell’ACO che hanno definito la classe Le Mans Hypercar, al via nel WEC dal 2021, e a quelli dell’IMSA, a cui si è poi aggiunto l’ACO, che hanno portato alla creazione della classe LMDh, al via nel WEC e in IMSA dal 2023.

Sulla base di un’intervista pubblicata dal Stuttgarter Nachrichten, e di altri rumour da fonti qualificate, possiamo confermare che Porsche ha scelto la classe LMDh per un ritorno a Le Mans, nel WEC e in IMSA tra due anni, come già qualche giorno fa aveva fatto Audi.

Ci aspettiamo un annuncio nelle prossime ore, in orario adeguato all’audience americana.

Il programma è già approvato dal CDA Porsche LMDh Le Mans

imsa 12 ore sebring orari
Porsche si è recentemente ritirata dalla classe GTLM in IMSA, ma tornerà presto in LMDh Immagini Porsche Motorsport

In particolare, nella lunghissima intervista del quotidiano di Stoccarda Fritz Enzinger e Micheal Steiner, rispettivamente Direttore del Motorsport e direttore dello sviluppo hanno confermato che il programma, che negli ultimi mesi era in fase di valutazione, ha ricevuto il via libera dal consiglio di amministrazione, e che ci sarà sia un programma WEC che un programma IMSA, essendo il mercato americano molto importante.

Steiner ha confermato che il basso costo è stato fondamentale nella decisione. Altri aspetti sono considerati interessanti, in particolare lo sviluppo bloccato per cinque anni, e la possibilità in futuro di usare carburanti sintetici, che Porsche sta spingendo per inserire nei regolamenti.

Ai costruttori già impegnati in LMH, ovvero Toyota, Glickenhaus, Peugeot e ByKolles, si uniranno quindi in futuro Audi e Porsche, i due marchi del gruppo Volkswagern e quasi certamente anche Honda/Acura, che sta lavorando con ORECA. Enzinger ha però lasciato la porta aperta a molti altri costruttori, citando nello specifico l’interesse di Ferrari e BMW,

La classe LMDh in breve

La classe LMDh, annunciata a Gennaio durante la 24 ore di Daytona, è la nuova top class dell’IMSA. Prevede, come nei DPi attuali, l’uso dei 4 telai autorizzati per le prossime LMP2 costruiti a un costo fisso da Oreca, Dallara, Ligier e Multimatic.

Su questa base il costruttore può costruire un suo prototipo a basso costo e con una carrozzeria libera che permette diverse scelte stilistiche, senza compromessi di prestazioni. Il motore è libero con massimo 630cv di potenza, collegato a un cambio standard Xtrac con un sistema ibrido uguale per tutti costruito da Williams e Bosch, con potenza massima di circa 50 kW, per un totale di 680 cv. Il peso minimo, come per le LMH, è di 1030 kg.

Cosa fondamentale, questa classe costerà molto poco rispetto ai centinaia di milioni di euro necessari per le LMP1, e meno delle Hypercar pensate dall’ACO. Secondo Enzinger, il costo totale sarà di circa un terzo  rispetto al programma 919.

Inoltre un sistema di Balance of Performance uguaglierà le prestazioni di tutte le vetture nella nuova classe che unificherà LMDh e LMH, chiamata semplicemente Hypercar. Porsche le mans lmdh

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Rimani aggiornato su tutte le notizie dal mondo Endurance e GT seguendoci sul canale Telegram dedicato.

WEC | Audi è pronta per tornare all’Endurance: si lavora a una LMDh

Francesco Ghiloni

Studente universitario di Chimica e grande appassionato di motorsport, specialmente di endurance.