WEC | Prologo – Giorno 2: Toyota prima nel pomeriggio, ma il record a Spa è delle LMP2.

A Spa si chiude il Prologo del WEC che anticipa la stagione 2021 del mondiale endurance. La Toyota di Buemi fa segnare il miglior tempo nel pomeriggio ma la miglior prestazione di questi due giorni appartiene alla LMP2 di G-Drive Racing e a Nick De Vries. Porsche sempre in testa in GTE Pro. Ecco il riassunto della seconda giornata.

WEC Prologo
Foto: FIA WEC Twitter

Seconda e ultima giornata per il Prologo della stagione 2021 del WEC sulla pista di Spa. Nick De Vries conquista la prima posizione nella prima sessione, facendo registrare il giro più veloce dei test. Nel pomeriggio Toyota si piazza davanti a tutti ma il tempo è mezzo secondo più alto di quello dell’olandese al volante della Aurus LMP2 di G-Drive Racing. Le Hypercar giapponesi nel corso di questi tre giorni sono migliorate in ogni sessione ma le LMP2 sembrano ancora più veloci e fanno sempre più paura. In GTE Pro Porsche sembra non avere rivali, prima in tutte le sessioni delle due giornate di test. Le vetture tedesche sono velocissime anche in classe GTE Am ma Aston Martin e TF Sport svettano nel pomeriggio. Ecco il riassunto di quest’ultima giornata.

Sessione del mattino

Wec prologo 2021
Foto: FIA WEC

LMP2 ancora davanti a tutti

La sessione di due ore del mattino ha confermato la leadership delle vetture LMP2, come già capitato durante la giornata di ieri. Nick De Vries, alla guida della Aurus 01 #26 di G-Drive Racing ha fatto registrare il miglior tempo della sessione in 2’04″168. Il giro del giovane pilota olandese è il miglior crono ottenuto dai piloti durante queste prime tre sessioni.

De Vries ha preceduto Filipe Albuquerque, alla guida della Oreca 07 del team United Autosports, squadra campione del mondo in carica nella classe LMP2. Il pilota portoghese ha migliorato la sua prestazione rispetto alla giornata di ieri, nella quale aveva chiuso in prima posizione entrambe le sessioni.

Al terzo posto assoluto troviamo ancora una vettura di classe LMP2, la Oreca 07 #38 del team Jota, guidata da Antony Davidson.

Ancora una volta le Hypercar sono costrette ad inseguire. La Toyota GR010 Hybrid #7, dopo le difficoltà della giornata di ieri, ha concluso la sessione con il primo tempo di classe, inserendosi al quarto posto della classifica assoluta. Kamui Kobayashi ha fermato il cronometro in 2’04″708, con un ritardo di sei decimi dal leader della sessione. Il tempo ottenuto dal pilota giapponese ha migliorato di sette decimi la migliore prestazione della GR010, ottenuta nella prima giornata.

Sesta assoluta la seconda Toyota, la #8, che ha concluso il turno dietro alla Oreca LMP2 del Racing Team Nederland. Qualche problema in più per la terza Hypercar in pista, la Alpine A480. La vettura francese, derivata dalla Rebellion RB13 che ha corso la stagione 2020, non è andata oltre l’undicesima posizione. Il tempo fatto segnare dal francese Lapierre è stato 1.6 secondi più lento rispetto a quello del leader.

La Toyota #7 si è fermata lungo la pista durante la sessione, causando un periodo di Full Course Yellow. Kobayashi è comunque riuscito a riportare la vettura #7 ai box. Un secondo periodo di FCY è stato causato dalla Aurus 01 #25 di G-Drive Racing.

Doppietta Porsche in GTE Pro e GT Am

Foto: FIA WEC Twitter

Le due 911 RSR ufficiali hanno chiuso la sessione in prima e seconda posizione in classe GTE Pro. Come nelle due sessioni di ieri, Kevin Estre è stato il più veloce sulla #92, seguito dalla #91, guidata da Richard Lietz. Il pilota austriaco ha pagato un distacco di sette decimi dal compagno di squadra. Terza posizione per la Ferrari 488 Evo #51 di AF Corse guidata dal britannico James Calado. Il pilota inglese ha preceduto la Corvette C8.R di Gavin.

Porsche domina anche in classe GTE Am; Matteo Cairoli ha ottenuto la miglior prestazione con la #56 del Team Project 1, precedendo di un decimo Matt Campbell, alla guida della vettura #77, gestita da Dempsey-Proton Racing. La Aston Martin #33 del team TF Sport completa la top 3 e riscatta il brutto incidente della giornata di ieri.

La sessione è stata interrotta a causa di un incidente a Blanchimont che ha coinvolto la vettura del Racing Team Nederland e la Ferrari #85 del team Iron Lynx che in quel momento vedeva al volante Katherine Legge.

Ecco la classifica della prima sessione della seconda giornata.

Sessione del pomeriggio

Le Hypercar finalmente davanti a tutti

L’ultima sessione del Prologo di Spa che anticipa la stagione 2021 del WEC ci mostra per la prima volta una Hypercar davanti a tutti. La Toyota GR010 Hybrid di Buemi ha ottenuto il miglior tempo in 2’04″669 precedendo la Oreca 07 LMP2 del team United Autosports. Il tempo ottenuto dal pilota svizzero è il migliore ottenuto dalla casa nipponica in queste due giornate di test.

In terza posizione troviamo l’altra Toyota, la #7. Subito dietro, l’Alpine A480 che nelle mani di Matthieu Vaxiviere ha fermato il cronometro in 2’05″339. La Oreca 07 gestita da PR1/Mathaisen Motorsports completa le prime cinque posizioni della classifica.

Solo decima posizione in graduatoria per la #26 di G-Drive Racing che aveva fatto segnare il miglior tempo nel turno mattutino. Il crono fatto registrare da De Vries in mattinata rimane il miglior tempo di questi due giorni di test, ben mezzo secondo migliore rispetto al tempo della Toyota di Buemi. Le vetture LMP2, stando ai risultati cronometrici combinati, si confermano ancora più veloci delle nuove nate Hypercar.

Porsche ancora davanti in GTE Pro. Svetta Aston Martin in GTE Am

Foto: FIA WEC

Tra le vetture GT, Porsche è sempre davanti a tutti in GTE Pro. La 911 RSR #91 di Richard Lietz ha ottenuto il miglior tempo della sessione, precedendo la Ferrari 488 Evo #51 del team AF Corse di pochi millesimi. Terza posizione per l’altra vettura del “Cavallino”, la #52 di Molina. Dopo aver dominato le prime tre sessioni, la Porsche #92 non va oltre la quarta posizione. Chiude la classifica la Corvette C8.R #63.

In classe GTE Am è la Aston Martin #33 di TF Sport a far segnare il miglior tempo. Dylan Pereira ha chiuso l’ultima sessione di questo Prologo della stagione 2021 del WEC in prima posizione, precedendo le due Porsche, la #77 del Dempsey-Proton Racing e la #56 del Team Project 1, che hanno chiuso rispettivamente in seconda e terza posizione.

La Ferrari di Cetilar Racing ha causato un periodo di Full Course Yellow a causa di un incidente mentre la vettura #85 di Iron Lynx e la #29 del Racing Team Nederland non hanno preso parte alla sessione a causa dei danni subiti nell’incidente della mattina.

Ecco la classifica dell’ultima sessione del Prologo.

Terminato il Prologo, le squadre torneranno in azione sulla pista di Spa nel fine settimana in occasione del primo round del WEC 2021. Questo il programma della prima gara della stagione. 

Rimani aggiornato su tutte le notizie dal mondo Endurance e GT seguendoci sul canale Telegram dedicato.

 

WEC | Kevin e Jan Magnussen correranno insieme la 24h di Le Mans