WEC | Qualifiche 8 Ore del Bahrain: doppietta Porsche, ancora una pole per Rebellion

Il circuito di Sakhir ospita l’appuntamento WEC con la 8 Ore del Bahrain, e gli equilibri per la gara cominciano a definirsi dalle qualifiche. A prevalere nelle classi LMP1 e LMGTE Pro sono Rebellion e Porsche, che conquista una doppietta in prima fila di classe. Numerosi i tempi cancellati a causa del superamento dei limiti del tracciato, su cui la direzione gara sembra essere più tassativa del solito.

qualifiche bahrain wec

LMGTE Pro, AM qualifiche bahrain wec

Nelle due classi GT, la lotta fra Ferrari e Porsche è da subito molto accesa. Gli ottimi tempi del Cavallino Rampante in classe Pro con Rigon sono disturbati da un difficile terzo settore, dove la Porsche #91 di Bruni riesce a prevalere. Problemi fin da subito per Aston Martin: la #97 di Lynn segna un tempo peggiore della AM Ferrari di Nielsen. Sempre in classe AM, due testacoda senza conseguenze della #83 di Perrodo e della #70 di MR Racing causano le uniche bandiere gialle della sessione.

Nelle ultime fasi della sessione, la supremazia Porsche su questo tracciato sembra evidente, con una doppietta di classe in qualifica. Ferrari segue con Calado e Rigon, mentre Aston Martin sembra non essere al passo con gli equipaggi Pro (la #97, peraltro, vede il suo tempo cancellato e partirà in ultima posizione). Anche in classe AM, Porsche riesce a mantenere la testa con la #57 di Project 1.

LMP1, LMP2

La Rebellion di Bruno Senna è la prima vettura a far segnare un giro cronometrato fra i prototipi, e una grande tornata la piazza su un tempo di 1:42.396. Curiosa e temeraria la strategia di LNT Ginetta, che decide di effettuare i primi giri lanciati con gomme da bagnato nonostante la pista assolutamente asciutta. Le Toyota aspettano la prima metà della sessione per piazzare i loro tempi ma, inizialmente, non si avvicinano a Rebellion. Nonostante qualche problema in pista per Norman Nato, la vettura #1 mantiene la testa dei tempi e conquista la seconda pole position stagionale. Ancora una delusione per Toyota, solo in terza e quarta posizione.

In LMP2, la lotta fra High Class e United Autosports è intensa, ma la vettura da battere sembra la Jackie Chan, che aveva dimostrato il suo potenziale nelle prove libere 3. Problemi per Jota, con Davidson al volante: una violenta uscita di pista sulla ghiaia danneggia leggermente il fondo della vettura. Un ottimo average dell’equipaggio G-Drive, che fa il suo ritorno nel WEC per questo round, regala loro la terza posizione di classe, mentre United Autosports si assicura la partenza al palo delle LMP2.

Siamo tutti annoiati senza i nostri sport preferiti, ma solo collaborando ANDRÀ TUTTO BENE.
Se non è indispensabile, RESTA A CASA!

I risultati completi della sessione sono reperibili a questo link.

WEC | 8 ore del Bahrain – Analisi prove libere: tempi, velocità massima, gomme


 

mm

Aurora Dell'Agli

Classe 1997, studentessa di Giurisprudenza, blogger su @theracingchick. Ho un occhio di riguardo per Endurance, competizioni GT, Formula 1 e Formula E.