Categorie: Carlo P. WEC

WEC Superseason, LMP1: tra presente e futuro

Ecco come la FIA intende eguagliare le prestazioni delle LMP1 ibride, aspirate e turbo. Intanto si comincia già a parlare della grande rivoluzione del 2021.
La Toyota TS050 Hybrid per la superseason

Con la conferenza di presentazione della Superseason 2018-2019 è stato inaugurato un nuovo periodo per il World Endurance Championship, in particolare per la classe regina: la LMP1.
La fuga di Audi prima e Porsche poi ha costretto gli organizzatori a rivedere i regolamenti attuali e a fare un passo indietro su quelli per il 2019 presentati alla scorsa 24 ore di Le Mans, convincendo Toyota a restare e allo stesso tempo a trovare nuovi sfidanti.

A Dicembre è stato varato il nuovo regolamento tecnico, valido per le prossime due stagioni del WEC, che permette la partecipazione nella classe LMP1 anche a prototipi aspirati e turbo, decisamente più economici rispetto ai già presenti ibridi.

La Ginetta LMP1

Per garantire l’equivalenza tra le tre motorizzazioni, quella più veloce rimarrà intaccata, mentre alle altre verranno concessi dei benefici. Nel regolamento si legge come tali agevolazioni verranno attribuite dalla commissione in qualsiasi momento, a seguito dell’analisi dei tempi delle vetture delle varie tipologie su un numero minimo di giri costituenti il 20% della distanza di gara.
Si preannuncia quindi un balance of performance simile a quello in auge  nella classe GT, ma basato su principi differenti. La tabella sottostante raccoglie tutte le informazioni relative alle tre classi.


Fonte: Fia.com

I prototipi termici potranno affrontare la superseason con un pacchetto aerodinamico migliore e un peso decisamente inferiore: 833 kg contro gli 878 kg degli ibridi. Gli endotermici avranno inoltre notevoli vantaggi in termini di benzina imbarcabile ad ogni stint e flusso massimo di carburante. I costruttori presenti in forma ufficiale inoltre (Toyota) non potranno utilizzare propulsori non ibridi, mentre è concessa la vendita di motori a team clienti.

Il nuovo regolamento ha dato i suoi frutti e nuovi team privati si sono fatti avanti, riempiendo la griglia di partenza. Molto interessante sarà vedere sfidarsi le diverse tecnologie motoristiche presenti: si va dal 2,4 litri biturbo ibrido della Toyota al Gibson aspirato 4,5 litri, passando per il Nissan V6 3 litri, senza dimenticare il V6 3,4 litri turbo della Mechacrome.

Se da un lato la classe GTE-PRO vive un grande momento di forza, con Ferrari, Porsche, Ford,;Aston Martin e BMW a sfidarsi per i prossimi due anni, il nuovo corso costituisce un periodo di transizione per i prototipi.
La crisi scaturisce dal fatto che i mostri della classe regina avevano raggiunto costi troppo alti senza un adeguato riscontro mediatico. Per la categoria inoltre risulta difficile collocarsi nell’attuale panorama motoristico: l’elettrico è appannaggio della Formula E e ancora non si addice all’endurance,;mentre la Formula 1 costituisce già il campo di sperimentazione per l’ibrido.

La vetture del team Bykolles

Il CEO del campionato Gerard Neveu, in una recente intervista a sporstcar.com ha dichiarato di stare lavorando in collaborazione con l’IMSA,;l’organo che organizza il campionato Endurance americano tra cui la 24 ore di Dytona, e con i costruttori in vista dei regolamenti futuri. L’attuale regolamento tecnico dell’IMSA scade nel 2021, lo stesso anno in cui è prevista la grande rivoluzione a Le Mans. L’obiettivo è una piattaforma comune tra i due campionati,;in modo da permettere la lotta per la classifica generale alle vetture di entrambi i campionati in gare come Daytona, Sebring e Le Mans. La proposta dell’ACO è quella di prototipi richiamanti le forme delle vetture GT;e Neveu ha anche affermato di avere alcune idee su come permettere la partecipazione a motorizzazioni ibride e termiche.

Se il progetto dovesse andare in porto, gli effetti sarebbero molteplici. L’apertura a motorizzazioni non ibride permetterebbe un abbassamento dei costi, richiamando team privati e nuovi costruttori, come già sta accade nell’IMSA. I prototipi GT inoltre permetterebbero di avere una maggiore vicinanza mediatica con i modelli stradali, aumentando i ritorni economici per i marchi coinvolti. Non è un caso che la classe GTE-PRO richiami sempre più nuove case costruttrici.

Dato che sognare non costa nulla, perché non ipotizzare un calendario allargato anche a Daytona per il WEC 2021-2022, dove i marchi coinvolti si sfideranno con prototipi richiamanti le forme di supercar quali l’Aston Martin Valkyrie o la Mercedes Project One?

Per ora meglio rimanere con i piedi per terra e attendere la Press Conference della 24 ore di Le Mans 2018 per la presentazione dei regolamenti del 2021. L’appuntamento con la pista è fissato per il 7 Aprile con i test del Paul Ricard, mentre per quello con il futuro bisognerà attendere Giugno.


Condividi
Tag: LMP1WEC

Nato e cresciuto a Torino, studio ingegneria dell'Autoveicolo nel Politecnico della mia città. Ho una grande passione per il motorsport in tutte le sue forme che mi piace trasmettere negli articoli. Lavoro nella Squadra Corse della mia università con la speranza un giorno di entrare in Formula 1.

Disqus Comments Loading...

Articoli Recenti

Gran Premio Germania 2018 – Prove Libere 1 in diretta [LIVE FP1 GP Germania]

La 63ª edizione del Gran Premio di Germania si corre sul circuito di Hockenheim.Cronaca in Diretta streaming FP1 Hockenheim Prove…

51 minuti fa

F1 | Ufficiale: Valtteri Bottas rinnova con Mercedes.

Tempo di annunci in casa Mercedes. Dopo il rinnovo del campione inglese Lewis Hamilton annunciato ieri per i prossimi due…

1 ora fa

La Formula 1 introdurrà gomme da 18 pollici dal 2021

La Formula 1 introdurrà una nuova mescola per le gomme della stagione 2021, ma ci sarà anche un cambio nella…

1 ora fa

F1 | GP Germania 2018 – La programmazione del week end

Undicesima tappa del mondiale F1 2019, siamo esattamente a metà mondiale con 10 gare già completate e altre 10 per…

14 ore fa

F1 | GP Germania – Toto Wolff: “Siamo affamati, ambiziosi, vogliamo ripartire da qui”

Giunti a metà stagione, Toto Wolff traccia un bilancio delle ultime gare e dichiara che la W09 è pronta a…

14 ore fa

F1 | Mercato Piloti: Opzione Force India per Stroll nel 2019?

Lance Stroll potrebbe passare in Force India la prossima stagione, con il canadese che ammette che il suo futuro in…

17 ore fa

Questo sito si serve dei cookie di per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico.